Strada europea E75

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Strada europea E75
Italian traffic signs - strada europea 75.svg
S1 1.JPG
La strada presso Bielsko-Biała (Polonia)
Lunghezza 5.639 km
Direzione nord-sud
Stati Norvegia-Finlandia-Polonia-Rep. Ceca-Slovacchia-Ungheria-Serbia-Macedonia-Grecia
Estremità nord Norvegia Vardø
Estremità sud Grecia Sitia
E75 route.svg

La E75 è una strada europea di classe A e costituisce un dorsale nord-sud. Collega Vardø, località norvegese affacciata sul Mare di Barents, con Sitia, sull'Isola di Creta (in Grecia). Il percorso è lungo 5639 km ed attraversa Finlandia, Polonia, Repubblica Ceca, Slovacchia, Ungheria, Serbia e Macedonia.

Collegamenti marittimi[modifica | modifica sorgente]

L'itinerario comprende due collegamenti marittimi attraverso traghetti, il primo tra Finlandia e Polonia, il secondo tra la parte continentale della Grecia e l'isola di Creta dove la strada ha termine. In realtà, dall'inizio degli anni novanta fino al 2009 non vi era alcun collegamento marittimo tra Helsinki e Danzica. La Finnlines ha iniziato proprio nel 2009 un servizio regolare tra Helsinki e Gdynia, nei pressi della città polacca. In alternativa, è anche possibile prendere un traghetto da Helsinki a Tallinn e guidare attraverso la E67 da Tallinn alla località di Piotrków Trybunalski in Polonia, dove la E75 e la E67 condividono un breve tratto.

Percorso[modifica | modifica sorgente]

Di seguito sono riportate le principali località toccate dalla strada.

Norvegia[modifica | modifica sorgente]

Il ponte Sami, sul confine tra Finlandia e Norvegia

Il tratto norvegese attraversa quattro piccoli comuni della regione del Finnmark: Vardø, Vadsø, Nesseby e Tana.

Finlandia[modifica | modifica sorgente]

In Finlandia la E75 assume la denominazione di strada nazionale 4. Le principali località toccate sono le seguenti:

Polonia[modifica | modifica sorgente]

Il ponte sulla Vistola nei pressi di Toruń, in Polonia

In Polonia la E75 assume la denominazione di strada nazionale 1. Le principali località toccate sono le seguenti:

Repubblica Ceca[modifica | modifica sorgente]

Nel breve tratto percorso in Repubblica Ceca, la strada assume la denominazione di strada nazionale 11. Le principali località toccate sono le seguenti:

Slovacchia[modifica | modifica sorgente]

La E75/D1 a Bratislava

Fino alla città di Žilina la strada è chiamata strada nazionale 11, quindi percorre fino alla capitale l'autostrada D1. Le principali località toccate sono le seguenti:

Ungheria[modifica | modifica sorgente]

La E75/M5 in Ungheria

Fino a Levèl, la E75 è chiamata strada nazionale 15, quindi percorre le autostrade M1 (fino a Budapest), M0 (la tangenziale della capitale) ed M5 fino al confine di stato. Le principali località toccate sono le seguenti:

Serbia[modifica | modifica sorgente]

In Serbia la strada corre lungo la autostrada A1, per quanto nel paese la numerazione più utilizzata sia appunto quella di E75. Le principali località toccate sono le seguenti:

Repubblica di Macedonia[modifica | modifica sorgente]

La E75/M1 presso Stobi, in Macedonia

L'Agenzia europea per la ricostruzione, una delle Agenzie dell'Unione Europea, ha contribuito alla ricostruzione del tratto della E75 nella repubblica, che segue il tracciato della M1. Le principali località toccate sono le seguenti:

Grecia[modifica | modifica sorgente]

La strada presso Heraklion, in Grecia

In Grecia la strada segue il percorso della autostrada 1 fino ad Atene, da cui è previsto il trasbordo in traghetto fino a Chaniá, sull'isola di Creta, dove la strada è classificata come strada nazionale 90. Le principali località toccate sono le seguenti:

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

trasporti Portale Trasporti: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di trasporti