Stazione di Ōsaka

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Se riscontri problemi nella visualizzazione dei caratteri, clicca qui.
Ōsaka
大阪駅
stazione ferroviaria
Osaka Station view.JPG
La facciata sud
Stato Giappone Giappone
Localizzazione Kita-ku, Ōsaka
Attivazione 1874
Stato attuale In uso
Linee JR logo (west).svg JR West

Linea principale Tōkaidō
Linea JR Kobe
Linea JR Kyoto
Linea JR Takarazuka
Circolare Osaka
Linea Yamatoji
Linea Yumesaki

Tipo Stazione sopraelevata
Passeggeri
al giorno
all'anno
Fonte: JR West
406.576 (2011)
-
Binari 10
Dintorni Stazione di Umeda
Note Ristrutturata nel 2011

La stazione di Osaka (大阪駅 Ōsaka-eki?) è la principale delle stazioni della Città di Osaka, in Giappone. Si trova nella zona di Umeda, parte del quartiere Kita-ku, ed è il principale nodo ferroviario cittadino, soprattutto per i convogli diretti a nord, est e ovest. La stazione è di proprietà delle ferrovie JR West ed ospita i convogli che percorrono le linee di Kyoto, Kobe e della circolare di Osaka, collegate al resto della rete ferroviaria nazionale del Gruppo JR. In particolare, la linea di Kyoto collega Osaka al nord e all'est del paese, quella di Kobe con l'ovest e quella circolare con varie località a sud e a est, nella grande penisola di Kii.

Una rete molto estesa di sotterranei collega la stazione di Osaka a varie stazioni della metropolitana cittadina, delle ferrovie Hankyū, Hanshin e alla stazione di Kitashinchi della linea JR Tozai, anch'essa facente parte della rete di JR West.[1]

Interscambi[modifica | modifica wikitesto]

Linee JR[modifica | modifica wikitesto]

Nella stazione di Osaka si fermano i treni del Gruppo JR. Le linee JR Kyōto JR Kōbe e JR Takarazuka fanno parte della linea principale Tōkaidō, collegata a tutte le principali linee del gruppo.

Stazione di Kitashinchi[modifica | modifica wikitesto]

Nelle vicinanze si trova la stazione di Kitashinchi della linea JR Tōzai; si può raggiungere percorrendo la vasta rete di gallerie commerciali sotterranee che si estende sotto alla stazione di Osaka.

Metropolitane[modifica | modifica wikitesto]

Dalle gallerie sotterranee si raggiungono stazioni di altre ferrovie e linee metropolitane situate nelle vicinanze:

Altre ferrovie[modifica | modifica wikitesto]

Autobus[modifica | modifica wikitesto]

Sul lato sud-ovest della stazione si trova un terminal per gli autobus che svolgono servizio urbano e per quelli del servizio extra-urbano. Nelle vicinanze si fermano anche autobus notturni a lunga percorrenza che si recano in altre città del Giappone.

Storia e architettura[modifica | modifica wikitesto]

1874
1901

La stazione di Osaka fu inaugurata l'11 maggio 1874 ed è una delle più vecchie stazioni ferroviarie della regione del Kansai; fu costruita per i convogli della linea tra Osaka e Kobe. La stazione rese l'odierno quartiere Kita-Ku un centro di primaria importanza nella città, al punto che diverse ferrovie sviluppate negli anni precedenti costruirono a loro volta nelle vicinanze stazioni terminali delle loro linee.

La stazione è stata oggetto di numerosi interventi di restauro, già nel 1901 subì una prima ristrutturazione a cui seguì quella del 1940. Durante la seconda guerra mondiale, la città fu oggetto di pesanti bombardamenti delle forze alleate che distrussero parzialmente la stazione di Osaka; la parte più colpita divenne in breve una zona malfamata dove si tenevano attività illegali. Questa situazione terminò solo negli anni settanta con la ricostruzione della parte demolita. Nel 1979 venne portato a termine il progetto per recuperare la parte nord, distrutta durante la guerra. Nel 1983 venne edificato un grattacielo nel lato sud della stazione con funzione di albergo e centro commerciale.

Stazione di Osaka, ottobre 2011

Riqualificazione del 2010-2011[modifica | modifica wikitesto]

Nel 2011 è stato completato un radicale rinnovo della stazione che è stata inserita in una cittadella commerciale cui è stato dato il nome inglese Osaka Station City. Oltre alla ristrutturazione del grattacielo sul lato sud e alla costruzione ex novo di un complesso di edifici e centri commerciali sul lato nord, è stato cambiato anche l'aspetto della stazione. Sono stati costruiti un grande atrio a cavallo dei binari, che permette di raggiungerli anche da sopra, e un'enorme copertura diagonale lievemente arcuata degli stessi binari. È possibile salire gratuitamente fino al 14º piano dell'edificio nord, dal quale è possibile avere una visuale panoramica della città.

Di seguito alcune tra le varie attrazioni presenti nell''Osaka Station City' suddivise per edifici:

Galleria fotografica dei lavori di riqualificazione[modifica | modifica wikitesto]

Di seguito le varie fasi della ristrutturazione. . Nell'immagine a sinistra la veduta d'assieme dell'Osaka Station City, a destra il complesso degli edifici nord a sinistra l'edificio sud. Nel mezzo l'imponente copertura e gli 11 binari.

Progetti futuri[modifica | modifica wikitesto]

Attualmente è in fase di costruzione un complesso di edifici in luogo del dismesso scalo merci di Umeda, dove in futuro potrebbe essere realizzato un nuovo terminal per la linea Osaka Higashi, in via di espansione.

Caratteristiche[modifica | modifica wikitesto]

La stazione di Osaka è sopraelevata rispetto al livello del piano stradale, e i binari sono al primo piano dell'edificio (il secondo per il sistema giapponese di conteggiare i piani). Ci sono quattro concourse, corrispondenti a quattro diverse aree dove sono posizionati i tornelli di accesso: l'ingresso Midosuji serve da collegamento con la stazione delle Ferrovie Hankyu e la metropolitana di Osaka; l'ingresso centrale si collega ai grandi magazzini Daimaru, Mitsukoshi-Isetan e Yodobashi Camera, nonché alla stazione delle Ferrovie Hanshin; l'ingresso Sakurabashi permette di accedere all'Herbis Osaka, all'Umeda Sky Building e alla stazione di Nishi-Umeda; infine, gli ingressi a ponte, con accesso diretto ai grandi magazzini suddetti e al ponte di collegamento con la stazione di Umeda. Anche la disposizione dei binari è stata modificata nel corso dei lavori di restauro della stazione terminati nel 2011.

Utilizzo[modifica | modifica wikitesto]

Le stazioni di Ōsaka e Umeda sono le più affollate nel Giappone occidentale: nell'anno 2005 2.343.727 passeggeri le utilizzavano ogni giorno, rendendole insieme la terza stazione più frequentata al mondo. La stazione di Ōsaka possiede anche uno scalo merci.

Binari[modifica | modifica wikitesto]

La stazione dispone di 11 binari con 10 banchine ad isola ed 1 laterale. L'incarrozzamento a raso non è perfetto: un piccolo gradino di pochi centimetri richiede l'uso di una pedana o l'aiuto di una persona per l'accesso dei passeggeri in sedia a rotelle.

1 Linea Circolare di Osaka Circolare interna per Nishikujo, Bentencho, Shin-Imamiya e Tennoji

Linea Sakurajima per gli Universal Studios Japan
Linea Yamatoji per le stazioni di Ōji e Nara
Linea Kansai Aeroporto per l'aeroporto Internazionale del Kansai
Linea Hanwa per Wakayama

2 Linea Circolare di Osaka Circolare esterna per Kyobashi, Tsuruhashi e Tennōji
3-4 Linea JR Takarazuka Per Takarazuka, Sanda e Kinosaki Onsen (treni espressi limitati "Kounotori" e treni partenti da Osaka)
Linea JR Kobe Per Sannomiya, Himeji, Tottori e Kurayoshi (treni espressi limitati e parte dei servizi rapidi speciali)
5-6 Linea JR Kobe Per Sannomiya, Nishi-Akashi e Himeji (locali, rapidi e rapidi speciali)
Linea JR Takarazuka Dalla linea JR Kyoto per Takarazuka e Sanda
7-8 Linea JR Kyoto Per Shin-Osaka, Takatsuki e Kyoto (locali, rapidi e rapidi speciali)
9-10 Linea JR Kyoto Parte dei servizi rapidi speciali Shin-Osaka, Takatsuki e Kyoto
11 Linea Hokuriku Per Fukui, Kanazawa e Toyama

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ (EN) Map of Kita Underground Mall, documento PDF su osaka-info.jp

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]