Staten Island

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Staten Island
Contea di Richmond
contea
Dati amministrativi
Stato Stati Uniti Stati Uniti
Stato federato Flag of New York.svg New York
Capoluogo Città di New York
Data di istituzione 1683
Territorio
Coordinate
del capoluogo
40°34′34″N 74°08′41″W / 40.576111°N 74.144722°W40.576111; -74.144722 (Staten Island
Contea di Richmond
)
Coordinate: 40°34′34″N 74°08′41″W / 40.576111°N 74.144722°W40.576111; -74.144722 (Staten Island
Contea di Richmond
)
Superficie 265,5 km²
Abitanti 468 730 (2010)
Densità 1 765,46 ab./km²
Altre informazioni
Fuso orario UTC-5
Localizzazione

Staten IslandContea di Richmond – Localizzazione

Sito istituzionale

Staten Island (corrispondente alla Contea di Richmond) è un'isola di 265 km² ed è uno dei cinque borough (speciali circoscrizioni politiche) della città di New York, insieme a Bronx, Queens, Manhattan, e Brooklyn.

Geografia[modifica | modifica sorgente]

Caratteristiche[modifica | modifica sorgente]

Il Ponte di Verrazzano

Si trova a sud-ovest dell'isola di Manhattan, alla quale è collegata dallo Staten Island Ferry. La vicina isola di Long Island ad est, dove si trova Brooklyn, è collegata dal Ponte di Verrazzano, il quale attraversa il canale Narrows, porta di accesso alla baia di New York.

Gli abitanti di Staten Island sono 463.000 (dati del 2006), il 44% dei quali di origine italiana. Da un punto di vista amministrativo il territorio dell'isola coincide con la Contea di Richmond, la contea più a sud dello stato di New York. L'istituzione del borough risale all'unificazione di New York City avvenuta nel 1898. Fino al 1975 era ufficialmente chiamato borough di Richmond.

Ambiente[modifica | modifica sorgente]

Nell'area di New York City, l'isola di Staten Island è quella con la maggiore percentuale di aree verdi. Vi si trova lo Staten Island Greenbelt, un sistema di parchi pubblici contigui, ed anche il Fresh Kills Landfill, che fino a qualche anno fa era la più grande discarica del mondo (chiusa nel maggio del 2002), dove sono stati depositati circa 2 milioni di tonnellate di detriti provenienti da Ground Zero, ed ora è destinato ad ospitare un parco pubblico alla memoria dei tragici eventi dell'11 settembre.[1]

Urbanistica[modifica | modifica sorgente]

Una tipica casa di stile coloniale a Staten Island

Dal punto di vista urbanistico, architettonico e abitativo è nettamente diviso in due settori. Un vasto e popoloso quartiere di edilizia popolare, comunemente chiamato "projects", abitato in massima parte dalla popolazione di colore e di origine ispano-americana, sorto nel secondo dopoguerra, e una parte "storica" formata soprattutto da abitazioni unifamiliari e piccole villette in un sobrio stile coloniale risalenti all'inizio del 900, costruite in legno, caratterizzate da un peculiare e assai riconoscibile stile a 2 o 3 piani, tale da rendere le "casette di Staten Island" inconfondibili.

Una casa in stile Tudor a Fort Hill - Staten Island

La zona residenziale di Staten Island è la piccola collina di Fort Hill, composta da numerose ville monofamiliari in stile Tudor, vittoriano e Art déco costruite anch'esse tra la fine dell'Ottocento e l'inizio del Novecento nei pressi del St. George Theatre, il teatro storico dell'isola, nei cui pressi vi è anche il palazzo del consiglio comunale. La via di comunicazione stradale più importante è la circonvallazione esterna che corre lungo tutto il perimetro dell'isola e collega l'isola al ponte di Verrazzano.

Popolazione[modifica | modifica sorgente]

Dal censimento del 2000 la popolazione risulta etnicamente così suddivisa: 77,6% bianchi, 9,6% neri, 0,25% nativi americani, 5,6% asiatici, 4,1% altre etnie. Gli ispanici (di qualsiasi etnia) rappresentano il 12%.

Tra le discendenze europee troviamo al primo posto gli italiani (37,7%), irlandesi (16%), tedeschi (6,3%), polacchi (4,1%), russi (2,8%) e inglesi (2,2%).

Contee adiacenti[modifica | modifica sorgente]

Personaggi celebri[modifica | modifica sorgente]

Tra i personaggi più famosi nati a Staten Island ricordiamo Joan Baez, Cornelius Vanderbilt, Vincenzo "Vinny" Guadagnino, Christina Aguilera, Blackie Lawless, i Wu-Tang Clan, Silvia Fontana e la fotografa Alice Austen, che visse nell'isola e la cui casa (conosciuta col nome di "Clear Comfort") fu dichiarata nel 1976 luogo di interesse storico nazionale (National Historic Landmark).

A Staten Island morì Antonio Meucci, l'inventore del telefono. Vi si trasferì nel 1850, in una casa in cui ospitò anche Giuseppe Garibaldi e che oggi è sede del Garibaldi-Meucci Museum.

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ Buccini Goffredo, Chiude Ground Zero in Corriere della sera, 18 maggio 2002. URL consultato il 18 giugno 2009.