Società di San Villibrordo

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

La Società di San Villibrordo è un insieme di società nazionali nate allo scopo di promuovere la consapevolezza e la cooperazione tra anglicani e vetero-cattolici[1]. Attualmente sono attive Società di San Villibrordo in Inghilterra, Paesi Bassi, Germania, Svizzera, Austria, Italia, Repubblica Ceca e Stati Uniti. Lo scopo viene perseguito tramite pubblicazioni, incontri, eventi speciali e servizi ecclesiastici, e progetti comuni in campi come la liturgia, le tematiche giovanili, le opere caritative, la spinta verso la rappresentanza ai sinodi e ad altri eventi.

Il nome richiama San Villibrordo, il missionario inglese che fu "Apostolo dei Frisi" e fu consacrato primo vescovo di Utrecht nel 695. Molte società nazionali organizzano eventi speciali e servizi in coincidenza col giorno di San Villibrordo, il 7 novembre.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

La Società inglese di San Villibrordo fu fondata nel 1908 allo scopo di promuovere relazioni più strette tra la Chiesa anglicana e l'Unione di Utrecht. Le sue attività erano inizialmente rivolte alla promozione della piena comunione tra le due realtà, cosa che si realizzò con gli Accordi di Bonn del 1931.

I suoi patroni sono l'Arcivescovo di Canterbury e l'Arcivescovo vetero-cattolico di Utrecht.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ The Oxford Dictionary of the Christian Church, article "Willibrord", Oxford University Press, 1957

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]