Chiesa anglicana di Tanzania

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Chiesa anglicana di Tanzania
Classificazione anglicana
Fondata 1970
Distaccata da Provincia dell'Africa Orientale
Associazione Comunione anglicana
La diocesi di Ruvuma è in piena comunione con la Comunione anglicana ortodossa
Diffusione Tanzania
Primate Valentino Mokiwa
Forma di governo episcopale-sinodale
Membri 2 500 000
Sito ufficiale [1]

La Chiesa anglicana di Tanzania ((EN) Anglican Church of Tanzania o ACT) è il membro tanzaniano della Comunione anglicana, con sede a Dodoma. La Chiesa è composta da 21 diocesi (20 sul continente ed 1 a Zanzibar). Si separò dalla provincia dell'Africa Orientale (nella quale era unita con la Chiesa anglicana del Kenya) nel 1970. L'attuale arcivescovo è Valentino Mokiwa, vescovo della Diocesi di Dar es salaam.

Nome ufficiale[modifica | modifica wikitesto]

La Chiesa divenne parte della provincia dell'Africa Orientale nel 1960. Dal 1970 al 1997 fu nota col nome di Chiesa della provincia di Tanzania. Oggi il suo nome ufficiale è Chiesa anglicana di Tanzania o ACT.


Struttura[modifica | modifica wikitesto]

Il governo della Chiesa anglicana di Tanzania è di tipo episcopale, come per le altre Chiese anglicane. La chiesa ha un sistema di parrocchie geografiche a loro volta organizzate in diocesi.

  • Diocesi del Tanganica Centrale
  • Diocesi di Dar es Salaam
  • Diocesi di Kagera
  • Diocesi di Kondoa
  • Diocesi di Lweru
  • Diocesi di Mara
  • Diocesi di Masasi
  • Diocesi di Morogoro
  • Diocesi del Monte Kilimangiaro
  • Diocesi di Mpwapwa
  • Diocesi della Rift Valley
  • Diocesi di Ruaha
  • Diocesi di Ruvuma
  • Diocesi di Shinyanga
  • Diocesi del Tanganica sud-occidentale
  • Diocesi delle Highlands meridionali
  • Diocesi di Tabora
  • Diocesi di Tanga
  • Diocesi di Victoria Nyanza
  • Diocesi del Tanganica occidentale
  • Diocesi di Zanzibar


Relazioni ecumeniche[modifica | modifica wikitesto]

Al pari di molte altre Chiese anglicane, la Chiesa anglicana di Tanzania è membro del Consiglio ecumenico delle Chiese.[1]

La sua diocesi di Ruvuma è in piena comunione con la Comunione anglicana ortodossa dal 25 febbraio 2004.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ http://www.oikoumene.org/?id=3587 World Council of Churches

Per approfondire[modifica | modifica wikitesto]

  • Anglicanism, Neill, Stephen. Harmondsworth, 1965.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]