Ringo's Rotogravure

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Ringo's Rotogravure
Artista Ringo Starr
Tipo album Studio
Pubblicazione 17 settembre 1976
Durata 34 min : 25 s
Dischi 1
Tracce 11
Genere Pop
Rock
Etichetta Polydor/Atlantic Records
Produttore Arif Mardin
Arrangiamenti Arif Mardin
Registrazione aprile / giugno 1976
Ringo Starr - cronologia
Album precedente
(1975)
Album successivo
(1977)
Album in studio di Ringo Starr - cronologia
Album precedente
(1975)
Album successivo
(1977)
Singoli
  1. A Dose of Rock 'n' Roll/Cryin'
    Pubblicato: 20 settembre 1976 (USA); 15 ottobre 1976 (Regno Unito)
  2. Hey! Baby/Lady Gaye
    Pubblicato: 22 novembre 1976 (USA); 26 novembre 1976 (Regno Unito)
  3. You Don't Know Me at All/Cryin' (Europa)
    Pubblicato: 1976
  4. Las Brisas/Lady Gaye (Messico)
    Pubblicato: 1976
Recensioni professionali
Recensione Giudizio
AllMusic 2.5/5 stelle[1]
Hervé Bourhis 0/5 stelle[2]
Robert Christgau C[3]
MusicHound 2/5 stelle[4]
DeBaser 2/5 stelle[5]

Ringo's Rotogravure è il sesto album solista di Ringo Starr, uscito il 17 settembre 1976 su etichetta Polydor per il Regno Unito ed Atlantic Records per gli Stati Uniti[6][7].

Il disco[modifica | modifica wikitesto]

Composizione[modifica | modifica wikitesto]

Volendo continuare la tecnica "all-stars" dei due album precedenti, Starr chiese dei brani a George Harrison, John Lennon e Paul McCartney, suoi ex-compagni dei Beatles, e ad Eric Clapton; inoltre, altri personaggi di spicco del mondo della musica apparsi sull'album sono Melissa Manchester, Dr. John, Peter Frampton[1][6] ed i Brecker Brothers[1]. Harrison fornì a Starr I'll Still Love You, originariamente intitolata When Every Song Is Sung[6]; l'autore aveva tentato già di farla registrare a svariati artisti, e la cedette a Ringo quando quest'ultimo gliela chiese espressamente. Assente durante la registrazione, Harrison iniziò un'azione legale perché non apprezzava l'arrangiamento; il caso venne chiuso in breve tempo[8]. Lennon fornì al compagno Cookin (In The Kitchen Of Love)'[6], scritta appositamente per lui[9]. Anche Pure Gold, la canzone composta da McCartney[6], era stata pensata per il batterista[10]. Clapton diede This Be Called a Song[6][11].

Starr, anche per quest'album, collaborò con Vini Poncia, al secolo Vincent Poncia; la loro parternship musicale era iniziata con l'album Ringo del 1973, e si concluse dopo l'album Bad Boy. In totale, scrissero assieme dodici brani pubblicati ufficialmente[12]; su Ringo's Rotogravure hanno scritto Cryin' e Lady Gaye. Nei crediti compositivi di quest'ultima appare anche Clifford T. Ward, che aveva composto il brano Gaye, sul quale i due si erano basati. Ringo ha inoltre composto, assieme alla compagna Nancy Andrews, il brano Las Brisas[13].

Gli altri brani del disco sono A Dose of Rock 'n' Roll, scritta dal compositore Carl Grozsman e ceduta a Starr[14], Hey! Baby è una cover del brano scritto da Margaret Cobb e Bruce Channel e pubblicato da quest'ultimo[15] e You Don't Know Me at All è stata scritta da Dave Jordan[16]. Il disco si chiude con una ghost track, Spooky Weirdness, contenente rumori di studio[6][17].

Registrazione[modifica | modifica wikitesto]

Le registrazioni iniziarono ad aprile 1976 ai Sunset Sound Studios di Los Angeles. Il 12 giugno John Lennon incontrò Ringo Starr; egli suonò su Cookin', di sua composizione, e su A Dose of Rock 'n' Roll. Fu l'ultima sessione di registrazione del primo fino al quattro agosto 1980. Il 19 dello stesso mese, Paul e Linda McCartney registrarono con Ringo Pure Gold. George Harrison non riuscì a partecipare alle sedute di persona, anche se ci furono tentativi di fissare una data[6]. Il brano Las Brisas venne registrato in Messico con una band di un ristorante locale[13], chiamata Los Galleros; in essa, Ringo suona le maracas e Vini Poncia fa i cori. Dalle registrazioni sono rimasti tre inediti: Where Are You Going, All Right e It's Hard to Be Lovers[6].

La copertina ed il titolo[modifica | modifica wikitesto]

L'idea originale per la copertina era di Ringo stesso; venne preparata da Andrew Ayers. In copertina appare una foto di David Alexander, e sul retro copertina una porta degli uffici della Apple a Saville Row, fotografata da Tommy Hanley. In origine, nella confezione del disco erano inclusi degli occhiali per osservare i graffiti[6][7]; alcuni di essi sono Give John a green card[6], Get lost the rollers, The Beatles are the best, We love the Beatles e Long live the Beatles[7]. Le altre fotografie sono state scattate da Mark Hanauer ed Alexander[6].

Il titolo, tradotto in italiano, significa rotocalcografia, un procedimento che si utilizza per le grosse tirature, dando una buona qualità della trama[2]. La parola viene usata spesso nel film Easter Parade del 1947; si è a conoscenza del fatto che il batterista abbia visto il film nel 1973, apprezzandolo[7].

Pubblicazione ed accoglienza[modifica | modifica wikitesto]

Ringo's Rotogravure è stato il primo album di Ringo Starr ad essere pubblicato con la nuova etichetta discografica, l'Atlantic Records, distribuita nel Regno Unito dalla Polydor[6]. In Gran Bretagna il 33 giri venne pubblicato il 17 settembre 1976 con il numero di serie 2302 040[6][7], mentre negli USA il 27 dello stesso mese con il numero di catalogo SD 18193[7]. Mentre nel Regno Unito non entrò in classifica[6], negli USA è arrivato al ventottesimo posto[7].

Dall'LP venero estratti numerosi singoli. Sia negli USA che in Inghilterra vennero pubblicati i singoli A Dose of Rock 'n' Roll/Cryin' e Hey! Baby/Lady Gaye[18]; nel Regno Unito, dove sono usciti rispettivamente il 15 ottobre ed il 29 novembre 1976[19], non entrarono in classifica[20][21]. Negli Stati Uniti, A Dose of Rock 'n' Roll venne pubblicato il 20 settembre, ed è arrivato al ventiseiesimo posto[14], mentre Hey! Baby, pubblicato il 22 novembre, è arrivato al settantaquattresimo posto[15]. In numerosi Stati europei, è stato pubblicato il 45 giri You Don't Know Me at All/Cryin'[22], ma l'unico Paese dove è entrato in classifica è stato la Norvegia, nazione nella quale è arrivato ventunesimo[23]. In Messico, venne pubblicato il singolo Las Brisas/Lady Gaye dalla Polyodr nel 1976[24].

La prima stampa venne eliminata dal catalogo nel 1979. Il disco venne ristampato nel giugno 1982 con il numero di catalogo 2485 235[6]; negli USA è stato ristampato su CD nel 1992 e nel 2010[25], mentre non è stato mai pubblicato su CD nel Regno Unito[6]. Le tracce A Dose of Rock 'n' Roll, Hey! Baby e Cookin' sono state incluse sulla compilation Starr Struck: Best of Ringo Starr, Vol.2 del 1989[26]; solamente le prime due sono state incluse su Photograph: The Very Best of Ringo[27], ma escluse dalla versione iTunes, venendo sostituite da Oo-Wee ed Have You Seen My Baby[28].

Tracce[modifica | modifica wikitesto]

  1. A Dose of Rock 'n' Roll – 3:24 (Carl Groszman)
  2. Hey! Baby – 3:11 (Margaret Cobb, Bruce Channel)
  3. Pure Gold – 3:14 (Paul McCartney)
  4. Cryin' – 3:18 (Vini Poncia, Richard Starkey)
  5. You Don't Know Me at All – 3:16 (Dave Jordan)
  6. Cooking (In the Kitchen of Love) – 3:41 (John Lennon)
  7. I'll Still Love You – 2:57 (George Harrison)
  8. This Be Called a Song – 3:14 (Eric Clapton)
  9. Las Brisas – 3:33 (Nancy Lee Andrews, Richard Starkey)
  10. Lady Gaye – 2:57 (Vini Poncia, Richard Starkey, Cliffard T. Ward)
  11. Spooky Weirdness – 1:26

[6]

Formazione[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b c (EN) William Ruhlmann, Ringo's Rotogravure - Ringo Starr, AllMusic. URL consultato il 5 aprile 2014.
  2. ^ a b Hervé Bourhis, Il Piccolo Libro dei Beatles, Blackvelvet, 2012., pag. 125
  3. ^ (EN) Consumer Guide Reviews:Ringo Starr, Robert Christgau.
  4. ^ Gary Graff e Daniel Durcholz MusicHound Rock: The Essential Album Guide, Visible Ink Press, p. 1083.
  5. ^ (EN) London, Ringo's Rotogravure, DeBaser. URL consultato il 5 aprile 2014.
  6. ^ a b c d e f g h i j k l m n o p q r s (EN) Rotogravure, JPGR. URL consultato il 4 marzo 2014.
  7. ^ a b c d e f g Bill Harry, The Ringo Starr Encyclopedia, Virgin Books., pag. 960 - 963 dell'edizione iTunes
  8. ^ Bill Harry, op. cit., pag.726 - 727 dell'edizione iTunes
  9. ^ Bill Harry, op. cit., pag. 602 dell'edizione iTunes
  10. ^ Bill Harry, op. cit., pag. 893 - 894 dell'edizione iTunes
  11. ^ Bill Harry, op. cit., pag. 1090 dell'edizione iTunes
  12. ^ Bill Harry, op. cit., pag. 876 - 877 dell'edizione iTunes
  13. ^ a b Bill Harry, op. cit., pag. 770 dell'edizione iTunes
  14. ^ a b Bill Harry, op. cit., pag. 642 - 643 dell'edizione iTunes
  15. ^ a b Bill Harry, op. cit., pag. 714 - 715 dell'edizione iTunes
  16. ^ Bill Harry, op. cit., pag. 1232 dell'edizione iTunes
  17. ^ Bill Harry, op. cit., pag. 1049 dell'edizione iTunes
  18. ^ Bill Harry, op. cit., pag. 623 - 636
  19. ^ (EN) Ringo Starr - Singles, JPGR. URL consultato il 4 aprile 2014.
  20. ^ (EN) Ringo Starr - A Dose of Rock 'n' Roll b/w Cryin', JPGR. URL consultato il 4 aprile 2014.
  21. ^ (EN) Ringo Starr - Hey! Baby b/w Lady Gaye, JPGR. URL consultato il 4 aprile 2014.
  22. ^ (EN) Ringo Starr - You Don't Know Me at All, Discogs. URL consultato il 4 aprile 2014.
  23. ^ (EN) Ringo Starr - You Don't Know Me at All, hitparade.ch. URL consultato il 4 aprile 2014.
  24. ^ (EN) Las Brisas/Lady Gaye, rateyourmusic. URL consultato il 5 aprile 2014.
  25. ^ (EN) Ringo's Rotogravure - Ringo Starr - Relases, AllMusic. URL consultato il 5 aprile 2014.
  26. ^ (EN) Ringo Starr - Starr Struck: Best of Ringo Starr, Vol.2, Discogs. URL consultato il 5 aprile 2014.
  27. ^ (EN) Ringo Starr - Photograph: The Very Best of Ringo, Discogs. URL consultato il 5 aprile 2014.
  28. ^ Photograph: The Digital Greatest Hits, lastfm.it. URL consultato il 5 aprile 2014.
Rock Portale Rock: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Rock