Plutarco di Atene

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Plutarco di Atene (metà del IV secolo431 o 432) è stato un filosofo greco antico neoplatonico, fondatore della scuola di Atene, legata per mezzo di lui e per il tramite di Prisco con quella siriaca.

Ebbe tra i suoi discepoli Siriano di Atene, che fu a sua volta maestro di Proclo.

Plutarco di Atene operò un commento al Parmenide di Platone, nel quale faceva corrispondere un livello di realtà o ipostasi ad ogni distinzione ideale del mondo intelligibile operata da Platone, sulla base della veridicità o meno delle conclusioni a cui ognuna di quelle distinzioni conduceva. Egli ritenne veri cinque piani della realtà:

  1. L'Uno-Uno
  2. L'Intelligenza o Uno-Molti
  3. L'Anima (l'Uno e Molti)
  4. Le molte Forme materiali in relazione all'Uno
  5. La materia (i molti)

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Daniela Patrizia Taormina, Plutarco di Atene. L’Uno, l’Anima, le Forme, Catania-Roma 1989

Controllo di autorità VIAF: 77111951

Filosofia Portale Filosofia: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Filosofia