Eusebio di Mindo

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Eusebio di Mindo (... – ...) è stato un filosofo greco antico neoplatonico del IV secolo d.C.

Venne descritto da Eunapio come un elemento della "collana d'oro" del neoplatonismo.

Allievo di Edesio di Pergamo, si dedicò principalmente alla logica, criticando gli aspetti magici e teurgici della dottrina. A causa di ciò, si scontrò con l'imperatore Giuliano, il quale preferiva il misticismo di Massimo e di Crisanzio.

Giovanni Stobeo raccolse un certo numero di frasi di un non meglio specificato Eusebio che potrebbero essere attribuiti a Eusebio di Mindo.

Bibliografia[modifica | modifica sorgente]

Controllo di autorità VIAF: 20069290