Parasol Stars

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Se riscontri problemi nella visualizzazione dei caratteri, clicca qui.
Parasol Stars: The Story of Bubble Bobble 3
Parasol Stars.png
Schermata del videogioco per NES
Titolo originale Parasoru Sutā
Sviluppo Taito
Pubblicazione Taito
Data di pubblicazione 15 / 02 / 1991
Genere Piattaforme
Tema Fantasy
Modalità di gioco Giocatore singolo o due giocatori
Piattaforma PC Engine, Amiga, Atari ST, Game Boy, NES
Specifiche arcade
Periferica di input Joystick 2 direz., 2 puls.

Parasol Stars (パラソルスター Parasoru Sutā?), sottotitolato The Story of Bubble Bobble III, è un videogioco a piattaforme prodotto dalla software house giapponese Taito nel 1991. Si tratta del terzo gioco nella serie di Bubble Bobble, e, come il suo diretto predecessore Rainbow Islands, ha per protagonisti nuovamente Bub e Bob in forma umana e non più sotto forma di draghetti sparabolle.

Il gioco è l'unico della serie, compresi i suoi successori, a non essere mai stato rilasciato in formato coin-op. Contrariamente a quanto creduto da alcuni ancor oggi, Taito non ha cancellato il progetto del coin-op, bensì non ha mai avuto intenzione di produrre un cabinato di Parasol Stars. Il gioco è comparso per la prima volta su piattaforma PC Engine pubblicato in Giappone dalla stessa Taito il 15 febbraio del 1991, è stato poi convertito, più o meno decentemente, per un'esigua schiera di altri sistemi, (particolarmente degna di nota la conversione per Amiga).
A causa di discutibili scelte di marketing, Parasol Stars condivide il proprio (e legittimo) sottotitolo, con il quinto gioco della serie, il coin-op del 1995 Bubble Memories cosa che non ha mancato di suscitare una certa confusione (soprattutto nei nuovi fans che conobbero la saga proprio in sala giochi alla fine degli anni 90).
Tra i giochi della serie sembra essere il meno noto e ricordato, molto probabilmente sia per la mancanza di un coin-op dedicato sia per le poche conversioni esistenti.

Trama[modifica | modifica wikitesto]

In seguito agli eventi di Rainbow Islands, Bub e Bob vivono in pace dopo aver sigillato la Caverna dei Mostri da cui provengono tutte le creature che li perseguitano dai tempi di Bubble Bobble. Tuttavia, una creatura era riuscita a sfuggire e a riaprire la caverna, col risultato che le Isole dell'Arcobaleno erano nuovamente state infestate. A Bub e Bob furono donati degli ombrelli (parasol) magici con cui sconfiggere i nemici, ma dopo averle liberate scoprirono che i mostri si erano diffusi su altri pianeti invadendoli. Qui iniziano le avventure rappresentate dal gioco.

Gameplay[modifica | modifica wikitesto]

Parasol Stars consiste di otto pianeti regolari, più due segreti, composti ciascuno di un numero variabile di livelli. Per superare ogni livello è necessario eliminare tutti i nemici in esso contenuti, mentre per completare un pianeta si deve sconfiggere il suo boss. Come negli altri giochi della serie, vi è un limite di tempo entro cui superare un livello regolare, terminato il quale, dopo la comparsa del messaggio Hurry!, apparirà uno spettro invincibile che seguirà il giocatore fino a che anche l'ultimo nemico non sarà stato eliminato.

I livelli sono decisamente più brevi rispetto a quelli di Rainbow Islands, infatti non si sviluppano in verticale ma si dividono in livelli a schermata singola (come in Bubble Bobble) e livelli formati da più schermate poste orizzontalmente. Questa scelta dipende molto probabilmente dalla volontà di tornare alla modalità di gioco contemporaneo per 2 giocatori, presente in Bubble Bobble ma assente in Rainbow Islands.

Gli ombrelli[modifica | modifica wikitesto]

Gli ombrelli che danno il titolo al gioco possono essere usati come arma per stordire ed eliminare i nemici, ma hanno anche altri usi.

Utilizzo offensivo degli ombrelli

  • L'ombrello può venire aperto in fronte a sé. Toccando un nemico con il puntale dell'ombrello esso viene stordito. È possibile stordirlo anche se lo si colpisce da sotto con l'ombrello aperto sopra la propria testa, toccandolo dal basso.
    • Un nemico stordito può essere raccolto: a quel punto viene posizionato automaticamente in cima all'ombrello aperto, dopodiché lo si può lanciare contro un muro o altre piattaforme per eliminarlo, oppure contro altri nemici per eliminare anch'essi.
    • È possibile inoltre spostare più nemici storditi alla volta, spingendoli tenendo l'ombrello aperto in fronte a sé. Questa mossa è utile per ottenere un punteggio elevato, dato che eliminare più nemici storditi in un colpo solo funge da moltiplicatore del punteggio (2.000 punti per due nemici eliminati contemporaneamente, 4.000 per tre, 8.000 per quattro e così via).

Utilizzo non offensivo degli ombrelli

  • L'ombrello aperto ripara la testa di Bub o Bob da tutti i proiettili che provengono dall'alto, mentre se aperto di lato funge da scudo per tutti i proiettili nemici sparati lateralmente.
  • Aprire l'ombrello mentre si sta cadendo dalle piattaforme servirà a rallentare la caduta.

Gli ombrelli possono anche essere utilizzati in combinazione con le gocce (vedi sotto).

Le gocce[modifica | modifica wikitesto]

In ogni livello del gioco vi sono punti in cui alcune gocce di forma sferica cadono da certe piattaforme e scivolano giù lungo quelle poste sotto di esse. È possibile raccogliere le gocce con la punta dell'ombrello per poi lanciarle contro ai nemici e in questo modo stordirli, o eliminarli se sono già storditi. Tenere l'ombrello aperto sotto una fonte di gocce serve a raccogliere più gocce assieme, fino a un massimo di cinque. Gli agglomerati così ottenuti si trasformano in proiettili più potenti rispetto alle gocce singole, tranne che nel caso di 5 gocce messe assieme: in questo caso esse si trasformeranno in un "gocciolone" il cui effetto varierà a seconda dell'elemento contenuto in esse.

Vi sono quattro tipologie di elementi per le gocce:

  • Gocce d'acqua: un goccione d'acqua agisce nello stesso modo delle "bombe d'acqua" in Bubble Bobble, ovvero se lanciato genera una corrente d'acqua che trascina con sé tutti i nemici con cui entra in contatto, eliminandoli e trasformandoli in bonus. Anche il giocatore viene trascinato, ma non subisce alcun danno, anzi in alcuni casi è necessario farsi travolgere dalla corrente per raggiungere zone inaccessibili del livello.
  • Gocce di fuoco: un goccione di fuoco genera una fiamma che, una volta caduta sulle piattaforme, genera a sua volta un tappeto di fiamme che eliminano ogni nemico che vi passa sopra trasformandolo in bonus, come per le bolle infuocate di Bubble Bobble. Bisogna però fare attenzione alle fiamme che ne risultano dato che se Bub o Bob vi passano sopra verranno continuamente storditi, diventando così facile preda per i nemici.
  • Gocce di fulmine: un goccione del fulmine genera un fulmine che si muove in linea retta, trasformando in bonus ogni nemico con cui entra in contatto; esattamente come per le bolle col fulmine di Bubble Bobble, con la differenza che non bisogna girarsi dal lato opposto alla direzione in cui lo si intende spedire.
  • Gocce di stella: l'elemento più potente e che si trova solo a partire dal sesto mondo. Un goccione di stella una volta "esploso" genera un vortice di stelle che si espande a mo' di spirale trasformando in bonus ogni nemico che trovano sulla loro strada.

Lanciare delle gocce con l'ombrello serve anche a raccogliere tutti i bonus che si trovano sulla stessa traiettoria del lancio (quindi di fronte al giocatore) e a far apparire tutti i bonus nascosti.

I "miracoli"[modifica | modifica wikitesto]

Tra i vari bonus che appaiono nel corso dei livelli vi sono anche delle icone quadrate con il simbolo dei quattro elementi che appaiono nel gioco (acqua, fuoco, fulmine, stella); dopo averne raccolte tre apparirà su schermo la scritta MIRACLE! e, a seconda di quali icone sono state raccolte, si verificherà un differente effetto, che può variare dall'eliminazione di tutti i nemici su schermo a una vita extra.

Nel caso in cui si giunga al boss di un mondo avendo raccolto tre icone uguali, una volta sconfitto il boss si aprirà nel centro del livello una porta che conduce a una stanza segreta. Tale stanza contiene un item gigante del valore di 100.000 punti il cui effetto sarà permanente per tutto il resto della partita, analogamente a quanto accadeva in Rainbow Islands quando si raccoglievano in un mondo tutti e 7 i diamanti nell'ordine corretto dei colori.
Per fare un esempio, completare un mondo dopo aver raccolto 3 icone con la stella darà accesso a una moneta gigante che elargirà ben 99 "crediti" per continuare.

L'unico modo per accedere ai due pianeti segreti al termine del gioco è quello di accedere a tutte le stanze segrete dei vari pianeti, ovvero terminare ogni pianeta avendo raccolto 3 icone dello stesso tipo.

I nemici[modifica | modifica wikitesto]

Esistono essenzialmente tre tipologie di nemici:

  • nemici normali
  • generatori di nemici: sono immobili e rilasciano nemici normali a brevi intervalli regolari. Necessitano di un maggior numero di colpi per essere storditi, ma una volta storditi e portati in giro con l'ombrello, stordiranno automaticamente tutti i nemici comuni con cui vengono fatti entrare in contatto.
  • nemici grandi: come i nemici comuni, ma resistenti come generatori e si comportano nello stesso modo di questi una volta storditi.

Alcuni nemici sono in grado di sparare proiettili capaci di stordire il giocatore (impedendogli momentaneamente di usare l'ombrello) e in qualche caso di ucciderlo.

Come nei precedenti giochi della serie i nemici possono "arrabbiarsi", ovvero diventano rossi e parecchio più rapidi. Ciò può accadere in tre casi:

  • alla comparsa del messaggio Hurry! tutti i nemici si arrabbiano;
  • un nemico che si risveglia dallo stordimento diverrà arrabbiato;
  • l'ultimo nemico rimasto di un livello diverrà automaticamente arrabbiato.

Livelli[modifica | modifica wikitesto]

Tutti i pianeti regolari del gioco:

  1. Music World
  2. Woodland World
  3. Ocean World
  4. Machine World
  5. Casino World
  6. Cloud World
  7. Giant World
  8. Rainbow World

più i due segreti:

  1. Toy World
  2. Nightmare World

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

videogiochi Portale Videogiochi: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di videogiochi