Power-up

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Il Super Fungo è un power-up di Mario

Power-up è il termine inglese utilizzato nei videogiochi per definire degli oggetti che danno una particolare abilità temporanea al giocatore o ne incrementano le statistiche quando raccolti[1]. Il personaggio del gioco solitamente raccoglie i power-up semplicemente toccandoli. Alcune volte questi oggetti sono ben nascosti all'interno dei livelli di gioco.

La loro forma dipende direttamente dal tipo di gioco e alla funzione stessa del power-up. Molte volte il loro colore stabilisce una vera e propria gerarchia che li mette in ordine in base al loro valore.

Esempi di power-up famosi:

  • Pac-Man: le pillole colorate, che permettono di mangiare i fantasmini.
  • Bubble Bobble: caramelle che aumentato gittata, velocità e frequenza delle bolle.
  • Mega Man: le armi ottenibili dai boss una volta uccisi.
  • Sonic the Hedgehog: scudi, supervelocità e invincibilità.
  • Mario: I superfunghi e le stelle.
  • Rayman: Superpugno.

Alcuni power-up sono molto comuni, visti spesso in differenti tipi di giochi:

  • Supervelocità: può essere temporanea, permanente o cumulativa;
  • Invincibilità: quasi sempre temporanea, alcune volte rende il personaggio immateriale;
  • Scudi: solitamente un campo di forza che circonda il personaggio per un certo periodo di tempo o di colpi subiti;
  • Bombe: armi che distruggono diversi nemici in un colpo solo.
  • Potenziamento: può essere temporanea, permanente o cumulativa, permette di aumentare la potenza dell'arma.

Non sempre la raccolta di un power-up conferisce immediatamente i benefici, talvolta è necessario raccoglierne un certo numero.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ (EN) David Thomas, Kyle Orland, Scott Steinberg, The videogame style guide and reference manual, Power Play Publishing, 2007, p.56, ISBN 978-1-4303-1305-2.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

videogiochi Portale Videogiochi: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di videogiochi