Giocabilità

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Sezione giocabile di un generico picchiaduro.

La giocabilità (in inglese gameplay) indica un parametro o un termine di valutazione utile a giudicare un videogioco.

Caratteristiche del termine[modifica | modifica wikitesto]

Il termine è un neologismo e indica quanto il gioco è "giocabile", ovvero quanto è immediata la risposta ai comandi del giocatore e quanto l'esperienza è fluida; mancando questa, spesso il videogioco diventa frustrante. La giocabilità include anche la semplicità con cui effettuare le azioni e la varietà di queste ultime.

Nella giocabilità viene anche tenuto conto della difficoltà di proseguire nel videogioco, se è adeguata all'avanzare dei livelli o troppo elevata/ridotta per dare lo stimolo necessario.

Utilizzo del termine in Italia[modifica | modifica wikitesto]

Il termine si diffonde in italia principalmente grazie ai videogiochi e alle riviste specializzate in videogiochi: queste ultime, utilizzano spesso il gameplay come parametro per assegnare un voto ai videogiochi recensiti, generalmente assieme alla grafica, al sonoro, alla longevità e ad altri parametri come l'impatto (spesso per i giochi Nintendo si tiene conto di un fattore N, che starebbe a indicare quanto un determinato gioco è "Nintendo", appunto).

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Videogiochi Portale Videogiochi: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Videogiochi