Mitsubishi ASX

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Mitsubishi ASX
Mitsubishi ASX front-1 20100717.jpg
Descrizione generale
Costruttore Giappone  Mitsubishi Motors Corporation
Tipo principale Crossover SUV
Produzione dal 2010
Altre caratteristiche
Dimensioni e massa
Lunghezza 4.295 mm
Larghezza 1.770 mm
Altezza da 1.615 a 1.625 mm
Passo 2.670 mm
Massa da 1.270 a 1.525 kg
Altro
Stessa famiglia tutte le vetture basate sulla Piattaforma GS/JS
Auto simili Dr 5
Ford Kuga
Hyundai ix35
Nissan Qashqai
Peugeot 3008
Mitsubishi ASX rear 20100717.jpg

La Mitsubishi ASX è una crossover compatta prodotta dalla casa automobilistica giapponese Mitsubishi Motors a partire dal 2010. Il nome ASX non è altro che l'abbreviazione di Active Smart Crossover[1] (tradotto in italiano: Crossover Attivo e Intelligente).

Nel 2013 il suv viene leggermente ristilizzato.

Tuttora è tra i modelli più venduti della casa nipponica.

Genesi[modifica | modifica wikitesto]

La Mitsubishi Concept-cX è il prototipo che ha anticipato la ASX

La ASX rappresenta una Suv compatta che viene derivata direttamente dal prototipo presentato dalla Mitsubishi nel 2007 ovvero la Concept-cX[2], che sotto una estetica filante e aggressiva celava parte dell’aspetto definitivo della vettura.

La base meccanica era quella della Outlander comune alla Lancer. Le linee riprendevano il family feeling della produzione attuale e futura del marchio giapponese, il motore era il nuovo 1,8 litri diesel DI-D Mivec con turbocompressore e 16 valvole capace di 136 cavalli (portato a 150 cavalli sul modello di produzione) abbinato al filtro antiparticolato DPF e al catalizzatore DOC (Diesel Oxidation Catalyst). Lo scopo della Concept-cX era di rilanciare il segmento dei Suv dopo il successo della Nissan Qashqai, una delle rivali di punta di quella che poi è divenuta la ASX. Questo settore attualmente sta riscuotendo un notevole successo commerciale poiché le Suv compatte oltre ad avere prezzi accessibili rispetto alle auto dalle dimensioni maggiori sono avvantaggiate dai bassi costi di esercizio e dalla possibilità di scegliere sia la trazione integrale sia quella anteriore.

Debutto[modifica | modifica wikitesto]

La vettura definitiva è stata presentata al Salone di Ginevra del marzo 2010[1], circa tre anni dopo l'esposizione della concept. Rispetto a quest'ultima, i dettagli modificati erano parecchi poiché il prototipo presentava soluzioni troppo costose da produrre in grande serie quindi la casa ha preferito mantenere numerosi componenti in comune con la Lancer e l’Outlander. Per esempio, il paraurti anteriore e i gruppi ottici sono ispirati al family feeling della Colt, il posteriore invece è del tutto inedito, gli interni seguono un disegno corposo, materiali di qualità elevata e assemblaggi precisi come da tradizione giapponese.

La nomenclatura ASX è stata adottata per il solo mercato europeo mentre per il Giappone l’auto viene venduta come Mitsubishi RVR[3], denominazione già utilizzata per commercializzare la precedente Space Runner, negli Stati Uniti e Canada la casa ha mantenuto il nome Outlander Sport[4] per sottolineare la parentela con la grande Suv che si è rivelata un grande successo su questi mercati.

In Italia la gamma di allestimenti si compone dell'allestimento base Inform, la versione intermedia Invite e quella di punta Intense[5].

Linee e interni[modifica | modifica wikitesto]

Lunga 4,29 metri il massiccio frontale spigoloso possiede una fanaleria triangolare dal disegno affusolato[1], calandra trapezoidale dalle cornici cromate e scudi paracolpi in plastica. Le versioni vendute in Giappone e Stati Uniti presentano gli scudi paracolpi verniciati dello stesso colore della carrozzeria. La vista laterale mostra i grandi passaruota allargati, fiancata solcata da una profonda nervatura che risale lungo la linea di cintura, massicci specchi retrovisori, minigonne grezze, l'assetto rialzato consente esclusioni anche in fuoristrada. Il passo è di 2,670 metri. La zona posteriore è anch'essa originale e offre la vista ad alcuni aspetti molto interessanti, scudo paracolpi in plastica, lunotto bombato, fanaleria sdoppiata a livello del portellone. Un piccolo spoiler dona un aspetto sportivo.

L'abitacolo è abbastanza spazioso, materiali morbidi, inserti in alluminio e numerosi accessori per il comfort. Il bagagliaio misura 416 litri. Le versioni di punta possono essere equipaggiate con l’impianto audio Rockford Fosgate da 710 watt, il sistema multimediale con schermo a sfioramento da 7 pollici, hard disk da 40 GB e telecamera di parcheggio, sistema di accesso senza chiave con avviamento a pulsante, sedili anteriori riscaldabili, sedile guida elettrico e gli interni in pelle oltre ai fari allo xeno e al tetto in cristallo. Di serie ESP con ABS e airbag frontali, laterali, per le ginocchia del guidatore e per la testa (sono sette in totale) oltre ai poggiatesta attivi e al sistema multimediale.

Meccanica e motorizzazioni[modifica | modifica wikitesto]

La ASX sfrutta la base meccanica Global della Oulander[1], che poi è anche la stessa di altre vetture molto più "familiari", come la berlina Lancer. Nella ASX, però, sono state aggiornate le sospensioni, che mantengono lo schema pseudo MacPherson per l'avantreno e il raffinato Multilink per il retrotreno, il tutto per garantire una maggiore rigidità torsionale e sportività di guida. La versione di punta prevedono uno schema di trazione integrale con giunto centrale elettromagnetico a inserimento automatico e con la possibilità di simulare il bloccaggio fino a 40 km/h, la ASX base è a trazione anteriore e possiede un telaio ribassato.

Il pacchetto ClearTec dispone dello sterzo ad assistenza elettromeccanica che comprende anche lo stop&start, il recupero di energia in rilascio, l’utilizzo di lubrificante molto fluido e l’adozione di pneumatici a bassa resistenza di rotolamento. L'impianto frenante prevede dischi anteriori auto ventilanti anteriori e dischi posteriori pieni.

I motori disponibili per il mercato europeo sono un 1.6 benzina Mivec a fasatura variabile e iniezione elettronica che eroga 117 cavalli a 6.000 giri/min e 154 N·m a 4.000 giri/min con cambio manuale 5 rapporti mentre il diesel è il nuovo 1.8 DI-D Mivec common rail con rapporto di compressione di 14,9:1, il più basso al mondo, con potenza di 150 cavalli a 4.000 giri/min e 300 N·m a 2.000 giri/min e cambio manuale a 6 rapporti. Per il mercato giapponese è disponibile solo il modello a benzina abbinato al cambio automatico CVT Invecs III[1].

Modello Disponibilità Motore Cilindrata Potenza Emissioni CO2
(g/Km)
0-100 km/h
(secondi)
Velocità max
(Km/h)
Consumo medio
(Km/l)
1.6 16V Cleartec 2WD dal debutto 4 cilindri in linea, Benzina 1.590 cm³ 86 kW (117 CV) 135 11,4 183 17,0
1.8 DI-D 16V Cleartec 2WD dal debutto 4 cilindri in linea, Diesel 1.798 cm³ 110 kW (150 CV) 145 9,7 200 18,2
1.8 DI-D 16V Cleartec 4WD dal debutto 4 cilindri in linea, Diesel 1.798 cm³ 110 kW (150 CV) 150 10,0 198 17,5

Versioni derivate[modifica | modifica wikitesto]

In virtù della joint-venture tra il Gruppo PSA e la stessa Mitsubishi Motors Corporation, la ASX è stata proposta nel 2012 anche con il marchio Citroën e con il nome C4 Aircross, anche se con le altre C4 contemporanee il modello non ha niente a che vedere dal punto di vista tecnico, se si esclude la presenza nella gamma motori del 1.6 HDi, assente invece sulla ASX. Si tratterà della terza condivisione di meccanica Mitsubishi da parte del colosso francese: i primi due casi si sono avuti con la nascita delle triadi Outlander/4007/C-Crosser e iMiev/iOn/C-Zero.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b c d e Debutta il nuovo Mitsubishi ASX
  2. ^ Mitsubishi Concept-cX
  3. ^ Mitsubishi RVR per il Giappone
  4. ^ Mitsubishi Outlander Sport, l'ASX per l'America
  5. ^ Il debutto italiano della ASX

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

automobili Portale Automobili: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di automobili