Mitsubishi Colt

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Mitsubishi Colt
Mitsubishi Colt1000.jpg
Mitsubishi Colt prima serie
Descrizione generale
Costruttore Giappone  Mitsubishi Motors Corporation
Tipo principale Berlina
Altre versioni Cabriolet
Monovolume
Produzione dal 1962
Sostituisce la Mitsubishi 500
Euro NCAP 4 stelle
Altre caratteristiche
Dimensioni e massa
Lunghezza 3.870 mm
Larghezza 1.695 mm
Altezza 1.550 mm
Passo 1.040 e 1.085 mm
Massa Da 930 a 1.085 kg
Altro
Stessa famiglia Smart Forfour
Auto simili Citroen C3
Fiat Grande Punto
Nissan Micra
Peugeot 207
Toyota Yaris

La Mitsubishi Colt è una berlina di dimensioni compatte prodotta dall'azienda nipponica Mitsubishi Motors Corporation fin dagli anni sessanta e dopo 50 anni di vita, uscita di produzione nel 2012 per essere sostituita dalla Mitsubishi Space Star (2013), venduta come Mirage nei mercati dell'Asia orientale.

Ne sono state prodotte varie serie:

  • La prima serie è stata prodotta dal 1962 al 1978.
  • La seconda serie è stata prodotta dal 1978 al 1984.
  • La terza\quarta serie è stata prodotta dal 1984 al 1988.
  • La quinta serie è stata prodotta dal 1988 al 1992.
  • La sesta serie è stata prodotta dal 1992 al 1996.
  • La settima serie è stata prodotta dal 1996 al 2003.
  • L'ottava serie è in produzione dal 2002.

Prima Serie[modifica | modifica wikitesto]

Mitsubishi introdusse il nome Colt nel luglio 1962[1] per identificare il modello Colt 600, la prima di una serie di auto che erano state create per andare a sostituire il modello Mitsubishi 500, la prima auto prodotta dall’azienda nipponica nel dopoguerra. La Colt 600 era così chiamata per il motore che la equipaggiava, un 594 cm³ OHV a due cilindri raffreddato ad aria.

L’allora conosciuta Mitsubishi Heavy Industries riscontrò un buon successo commerciale per questo modello e decise di non utilizzare il marchio Mitsubishi per commercializzare il modello ma di utilizzare il marchio Colt per identificare una intera gamma di prodotti. Nel luglio 1963[1] venne introdotta la compatta Colt 1000 più grande della 600, seguita nel novembre 1965[1] dalla Colt 800 che si inseriva tra i due precedenti per dimensioni e motore, e dalla Colt 1500 la più grande del gruppo.

L’ultima auto a marchio Colt venduta è stata la 1100 presentata nel settembre 1966[1]. La famiglia Colt usci definitivamente di produzione nel 1971 sostituita da una serie di nuovi modelli: la Colt 600 ebbe un'erede diretta nella Mirage (denominazione per il mercato interno giapponese), lanciata nel marzo 1978[1], i modelli più grandi invece vennero sostituiti pian piano dalle Lancer (berlina compatta, lanciata nel febbraio 1973[1]) e Colt Galant (berlina di segmento superiore, dal dicembre 1969[1]). Con il debutto della nuova gamma Mirage, Lancer e Galant il marchio Colt non venne più utilizzato sostituito definitivamente dal marchio Mitsubishi. In Nuova Zelanda il marchio Colt cessò di esistere già nel 1970 sostituito da quello Mitsubishi mentre nel solo Regno Unito la casa giapponese fondò la Colt Car Company nel 1974, un’azienda che distribuiva sul mercato locale le auto a marchio Colt fino al 1984. In seguito la Colt Car Company cessò di esistere diventando Mitsubishi Motors UK e assorbendo tutta la rete di vendita e la gamma di auto.

Seconda Serie[modifica | modifica wikitesto]

seconda serie

La seconda serie (A150) venne introdotta nel 1978. Prima Mitsubishi a trazione anteriore[2], vantava anche l'innovativa trasmissione Super Shift: un cambio a quattro rapporti con a fianco una seconda leva che rendeva i rapporti più economici.

Ottava Serie[modifica | modifica wikitesto]

Colt ultima serie

L'ottava serie, costruita sulla base del prototipo Sup presentato al Salone di Tokyo del 2001, è entrata in produzione nel 2004. La versione a 5 porte ha una linea da monovolume. Successivamente è stata presentata la versione 3 porte, la CZ3, disponibile anche in versione cabriolet (il cui sistema di apertura della capote è stato progettato da Pininfarina) la quale è stata assemblata fino al Luglio 2008. La cabriolet viene chiamata CZC.


La Mitsubishi Colt EV è una versione dell'ultima serie elettrica, con motori elettrici montati nelle ruote e batterie al litio.

Nel 2005 è stata sottoposta ai crash test dell'EuroNCAP realizzando il punteggio di 4 stelle per la sicurezza automobilistica.

Nel gennaio 2008 ha subito un facelift ed è diventata disponibile la versione Bi-fuel (benzina e GPL), mentre al Salone Internazionale di Parigi (dello stesso anno) è stata mostrata la Colt 2009 in versione ristilizzata con un frontale simile all'ultima generazione di Mitsubishi Lancer. Altre modifiche riguardano i propulsori più puliti, e la motorizzazione diesel pensionata a causa delle scarse richieste.

Per il mercato giapponese la Colt viene prodotta anche in una versione monovolume a tetto rialzato denominata Colt Plus.

Motorizzazioni[modifica | modifica wikitesto]

Modello Disponibilità Motore Cilindrata
(cm³)
Potenza Coppia Massima
(Nm)
Emissioni CO2
(g/Km)
0–100 km/h
(secondi)
Velocità max
(Km/h)
Consumo medio
(Km/l)
1.1 dal 2009 Benzina 1124 55 Kw (75 Cv) 100 130 12.8 165 18.2

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b c d e f g Fact & Figures 2005, Public Relations and Investor Relations Department, Mitsubishi Motor Corporation, settembre 2005, pag. 26
  2. ^ Fact & Figures 2010, Mitsubishi Motor Corporation, 2010, pag. 30

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

automobili Portale Automobili: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di automobili