Marco Aurelio Mario

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Marco Aurelio Mario
Mario raffigurato su di un antoniniano, celebrante un'epoca di felicità promessa
Mario raffigurato su di un antoniniano, celebrante un'epoca di felicità promessa
Imperatore delle Gallie
In carica 269[1]
Predecessore Postumo / Leliano
Successore Vittorino
Nome completo Marcus Aurelius Marius
Morte 269

Marco Aurelio Mario (latino: Marcus Aurelius Marius; ... – 269) fu brevemente imperatore dell'Impero delle Gallie (269). È elencato tra i Trenta Tiranni della Historia Augusta.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Secondo una tradizione tarda, era un fabbro che salì nella gerarchia dell'esercito romano sino a divenire un ufficiale. Dopo la morte di Postumo, ottenne il potere, forse per due o tre giorni, prima di essere ucciso da una spada di sua stessa fabbricazione.

Questa tradizione è probabilmente scorretta, parzialmente o interamente. In base al numero di monete che coniò, fino a dodici mesi di regno sono più verosimili. Pare che Mario sia stato eletto dai soldati che avevano ucciso il suo predecessore Postumo perché questi non aveva loro permesso di saccheggiare la città di Magontiacum (Magonza) appena conquistata. È stato suggerito che Mario fosse scelto dai soldati in virtù del suo nome augurale,[2] in quanto ricordava l'amato imperatore romano Marco Aurelio.[3] Mario permise loro di fare bottino a Moguntiacum, poi trasferì la capitale ad Augusta Treverorum (Treviri): lo spostamento è testimoniato dalle zecche attive, con quella di Moguntiacum probabilmente spostata a Colonia. Dopo qualche mese di regno venne assassinato, forse per motivi privati.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Chris Scarre, Chronicle of the roman Emperors, New York, 1999, p.172.
  2. ^ Aurelio Vittore, De Caesaribus, 33.9-11.
  3. ^ Questa motivazione non fu importante solo per questo usurpatore: anche Costantino III venne eletto imperatore dalle sue truppe in virtù del suo nome.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]


Predecessore
Postumo o Leliano
Imperatore delle Gallie
269
Successore
Marco Piavonio Vittorino