Taurino

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Taurino (Taurinus; ... – 232) è stato un usurpatore contro l'imperatore romano Alessandro Severo.

La sua usurpazione è nota in pochissimi dettagli: le fonti si limitano a dire che si fece acclamare augusto, ma che poi si affogò nell'Eufrate per timore di Alessandro. È possibile che l'imperatore avesse mandato contro l'usurpatore il generale Giunio Palmato, che riportò la pace in Armenia.[1]

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ Lampridio, Alessandro Severo, LVIII.1, in Historia Augusta; citato da Richard Valentine Nind Hopkins, The Life of Alexander Severus, Cambridge Historical Essays, No. xiv. (1907), p. 131.

Bibliografia[modifica | modifica sorgente]

Fonti primarie
Fonti secondarie