Battaglia di Lingones

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Battaglia di Lingones
Ritratto di Costanzo Cloro, vincitore a Lingones
Ritratto di Costanzo Cloro, vincitore a Lingones
Data 298[1]
Luogo Lingones (moderna Langres, Francia)
Esito Vittoria romana
Schieramenti
Comandanti
Effettivi
80.000 130.000
Perdite
10.000 60.000
Voci di battaglie presenti su Wikipedia


La battaglia di Lingones fu combattuta nel 298[1] tra l'esercito romano comandato dal cesare Costanzo Cloro e gli Alamanni: lo scontro risultò in una vittoria romana.

Le fonti raccontano di uno scontro in due fasi tra i Romani e gli Alamanni. Inizialmente gli Alamanni ebbero la meglio, sorprendendo Costanzo Cloro a capo di un piccolo contingente in aperta campagna e costringendolo a rifugiarsi nella città di Lingones (moderna Langres, Francia); quando Costanzo giunse alla città, i cittadini si rifiutarono di aprire le porte, e fu costretto a farsi issare su per le mura, ferito, con una corda. Venuti a conoscenza del pericolo corso dal loro comandante, le truppe romane della regione accorsero a Lingones, infliggendo gravissime perdite agli Alemanni.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b La datazione è controversa; anche l'anno 302 è stato proposto per questa battaglia (si veda, per esempio, Mitchell, Stephen, A History of the Later Roman Empire, Ad 284-641: the transformation of the ancient world, Blackwell Publishing, 2006, ISBN 1405108576, p. 54).

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

Fonti primarie[modifica | modifica wikitesto]

Fonti secondarie[modifica | modifica wikitesto]

  • Gibbon, Edwards, The Decline and Fall of the Roman Empire, Cap. 13.
  • Mommensen,Theodor E., A History of Rome Under the Emperors, Routledge, 1999, ISBN 0415206472, p. 421.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]