Lee Majors

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Lee Majors nel 1972

Lee Majors (Wyandotte, 23 aprile 1939) è un attore statunitense, apparso in serie televisive prodotte da ABC per oltre quattro decenni.

È noto per i ruoli di Heath Barkley in La grande vallata (The Big Valley, 1965-1969), di Jess Brandon in Owen Marshall: Counselor at Law (1971-1974), del Col. Steve Austin in L'uomo da sei milioni di dollari (1974-1978), e di Colt Seavers in Professione pericolo (The Fall Guy, 1981-1986). È anche stato il Col. Seymour Kooze in Son of the Beach.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Figlio di Carl Yeary - morto in un incidente sul lavoro - e Alice Yeary - morta in un incidente d'auto, Majors nacque Harvey Lee Yeary Jr. a Wyandotte, nelle vicinanze di Detroit (Michigan). Rimasto orfano nel 1941, fu adottato dai suoi zii, Harvey Sr. & Mildred Yeary, e si trasferì a Middlesboro (Kentucky), dove frequentò la Middlesboro High School, partecipando a numerose competizioni sportive ed eccellendo in diverse discipline, dall'atletica leggera al football americano. Come stella sportiva del suo corso di studi, vinse numerosi premi ed è ancora oggi l'atleta più ricordato nella storia della sua high school. Diplomatosi nel 1957, frequentò poi l'Indiana University, continuando ad eccellere in numerosi sport. Yeary lasciò l'Indiana University nel 1959 e si trasferì all'Eastern Kentucky University a Richmond, Kentucky, dove entrò in una confraternita. Lo stesso anno, subì un grave infortunio - rimanendo a rischio di paralisi permanente per due settimane - che pose fine alla sua carriera di giocatore di football americano. Yeary si laureò nel 1962 in Storia ed Educazione Fisica e intraprese la carriera di insegnante.

Prima di diventare un attore, Yeary adottò il nome d'arte Lee Majors. È stato il marito di Farrah Fawcett dal luglio 1973 al febbraio 1982.

Carriera[modifica | modifica wikitesto]

Dopo la laurea, Majors ricevette un'offerta dagli Arizona Cardinals una squadra di football americano per un provino; tuttavia, rinunciò per star vicino alla moglie ed al figlio. L'anno successivo (1964) si trasferì con la famiglia a Los Angeles (California), dove lavorò al dipartimento parchi ed attività ricreative della città, in qualità di direttore del North Hollywood Park. È lì che Majors conobbe numerosi attori e personalità del mondo dello spettacolo, tra cui Dick Clayton, che fu anche l'agente di James Dean. Clayton convinse Lee a iscriversi per un anno alla sua scuola di recitazione, aiutandolo ad iniziare la sua carriera. Lee studiò anche all'Estelle Harmon presso l'MGM e, all'età di 25 anni, esordì in 5 corpi senza testa (1964), con Joan Crawford, e la sua carriera decollò.

Lo stesso anno, Majors fu scelto tra oltre 400 attori, compreso Burt Reynolds, per il ruolo di Heath Barkley, co-protagonista nella nuova serie western La grande vallata, per la rete ABC, accanto alla leggendaria attrice Barbara Stanwyck e alla stella nascente Linda Evans (nel ruolo di Audra, la giovane sorella di Barkley). Tra Majors, la Stanwyck e la Evans vi fu subito affiatamento, e lo show ottenne un immediato successo. Lee si impegnò molto per la parte, in quanto dovette imparare a cavalcare. Ottenne inoltre un ruolo cinematografico nel western Costretto ad uccidere (Will Penny, 1968) con Charlton Heston. Lo stesso anno fu chiamato per recitare in Un uomo da marciapiede (1969), ma dovette rinunciare per registrare la seconda stagione de La grande vallata. Al suo posto fu ingaggiato Jon Voight.

Nel 1970 Majors entrò nel cast di Il virginiano per l'ultima stagione (10 episodi), firmò poi un lungo contratto con l'Universal, recitò nel ruolo di Jess Brandon, socio di Arthur Hill, in Owen Marshall: Counselor at Law, che fu trasmesso per tre stagioni dall'ABC.

L'uomo da sei milioni di dollari[modifica | modifica wikitesto]

Lee Majors nel 2008

Nel 1973, Majors divenne il Col. Steve Austin, un ex astronauta divenuto bionico nel telefilm L'uomo da sei milioni di dollari, sempre trasmesso sull'ABC. Majors divenne una stella a livello mondiale ed un'icona degli anni 1970, riscuotendo successo in oltre 70 nazioni. Con lui recitava Richard Anderson, nel ruolo di Oscar Goldman, capo del Col. Austin, e Alan Oppenheimer - successivamente rilevato da Martin E. Brooks - nel ruolo del dott. Rudy Wells. Farrah Fawcett, all'epoca moglie di Majors, apparve in quattro episodi, e la coppia collezionò copertine sulle riviste di tutto il mondo.

Nella terza stagione apparve per la prima volta l'attrice Lindsay Wagner, nel ruolo di Jaime Sommers, grande amore del passato di Austin. Il personaggio di Jaime subisce un grave incidente e viene fatto morire, ma gli spettatori dell'ABC spedirono dozzine di lettere di protesta, costringendo i produttori a "resuscitare" il personaggio: per salvarle la vita, Jaime viene operata e resa bionica come il compagno, diventando lo spin-off di un altro grande successo di quegli anni: La donna bionica, trasmessa sulla rete NBC. Tuttavia Jaime, dopo il grave incidente, perde la memoria ed ogni ricordo di Steve Austin. Entrambi gli show furono un successo planetario: L'uomo da sei milioni di dollari terminò nel 1978, seguito da La donna bionica, qualche mese più tardi.

Cinema e TV[modifica | modifica wikitesto]

Dopo il ruolo di Steve Austin, Majors cercò di intraprendere una carriera cinematografica. Recitò in diversi film (dei quali pochi arrivarono in Italia), ma nessuno ebbe grande successo al botteghino.

Tornò alla televisione e recitò in Professione pericolo (1981-1986), nel ruolo di Colt Seavers, accanto ai co-protagonisti Douglas Barr, Heather Thomas e Markie Post. Special guest in alcuni episodi furono Linda Evans e Peter Breck, che avevano lavorato con lui ne La grande vallata (Breck nel ruolo del fratello di Majors, Nick) e Richard Anderson. La serie terminò nel 1986, dopo cinque stagioni. Nel 2007 ha recitato nel film Ben 10 - Corsa contro il tempo nel ruolo del nonno di Ben: Max Tennyson.

Filmografia[modifica | modifica wikitesto]

Doppiatori italiani[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autorità VIAF: 71586640 LCCN: n77007644