Bob Odenkirk

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Bob Odenkirk al San Diego Comic-Con International, luglio 2013

Robert "Bob" Odenkirk (Berwyn, 22 ottobre 1962) è un attore, comico, sceneggiatore, regista e produttore televisivo statunitense.

Bob Odenkirk è noto soprattutto per aver recitato nelle serie televisive Breaking Bad e The Larry Sanders Show, e per aver co-ideato ed co-interpretato il programma televisivo di HBO intitolato Mr. Show with Bob and David.

Negli anni ottanta e novanta ha lavorato come sceneggiatore per diversi programmi televisivi, tra cui Saturday Night Live, Late Night with Conan O'Brien, The Ben Stiller Show e The Dennis Miller Show. A metà degli anni novanta, Odenkirk e David Cross hanno ideato il programma televisivo a sketch Mr. Show, che è andato in onda per quattro stagioni ed è stato candidato a quattro premi Emmy. Nei primi anni duemila, Odenkirk ha prodotto le serie televisive Tom Goes to the Mayor e Tim and Eric Awesome Show, Great Job!. Inoltre ha diretto tre film: Melvin Goes to Dinner (2003), Let's Go to Prison (2006) e I fratelli Solomon (2007).

Infanzia e gioventù[modifica | modifica sorgente]

Odenkirk è nato a Berwyn, Illinois, ed è cresciuto nella vicina Naperville. È uno dei sette figli di Barbara e Walter Odenkirk. È cresciuto in una famiglia cattolica. Walter Odenkirk ha lavorato nel settore della stampa.[1] Odenkirk è per metà irlandese e per metà discesa origine tedesca.[2][3] I suoi genitori divorziarono. La battaglia di suo padre con l'alcolismo potrebbe aver influenzato la decisione di Bob di evitare l'alcol quasi completamente. Bob dirà più tardi che è cresciuto "odiando" Naperville, perché "sembrava un vicolo cieco, come ‘’Nowheresville’’. Non vedevo l'ora di trasferirmi in una città ed essere circondato da persone che facevano cose interessanti".[2] Il padre di Bob Odenkirk morì di cancro terminale alle ossa nel 1995.[1][3] Bob Odenkirk è andato alla Naperville North High School e frequent la Marquette University a Milwaukee, nel Wisconsin, poi si trasferì alla Southern Illinois University Carbondale a Carbondale, nell’Illinois, “affinando le sue abilità di scrittura di sketch e le sue abilità con live show sulle stazioni radio di entrambi i college”.[1] Ha iniziato la sua incursione nella scrittura di commedie come un DJ radiofonico per la WIDB (Carbondale, Illinois), la sua radio studentesca locale alla Southern Illinois University Carbondale. Lavorò alla WIDB con il giornalista Greg Weindorf e l’uomo del traffic Matt “The Agitator” Helser ora famoso per Dirty Laundry Podcast. Creò una commedia radiofonica di un’ora, qualche volta di un’ora e mezza, chiamata "The Prime Time Special" con molti personaggi ricorrenti. “Ci faceva spesso sbellicare dalle risate” ha detto il Direttore della WIDB, Victor Lentini. Dopo tre anni di college, Odenkirk decise di provare a scrivere e a esercitarsi a Chicago. Inizialmente, studiando con Del Close, Odenkirk frequentò "The Players Workshop of the Second City", dove incontrò Robert Smiegel, e i due iniziarono una collaborazione che durò per anni e portò Bob al Saturday Night Live.[2] Odenkirk affermò che la sua più grande influenza comica fu Monty Python's Flying Circus, dovuta soprattutto alla sua combinazione di umorismo semplice e cerebrale.[4] Altre influenze includono la personalità radiofonica di Steve Dahl, SCTV, Let's Get Small di Steve Martin, Woody Allen, The Credibility Gap, e Bob and Ray.[4] Visitò il Second City Theater di Chicago all’età di 14 anni. Suo fratello è lo scrittore di commedie Bill Odenkirk.

Carriera[modifica | modifica sorgente]

Carriera televisiva[modifica | modifica sorgente]

Saturday Night Live: 1987–1991[modifica | modifica sorgente]

Odenkirk è stato assunto come scrittore al Saturday Night Live nel 1987 e vi lavorò fino al 1991. Lavorando fianco a fianco di Robert Smigel e Conan O'Brien, Bob ha contribuito a molti sketch che crearono, ma si sentiva incerto dell’efficacia della sua scrittura allo show. [senza fonte] Ha recitato in diversi piccoli ruoli nello show, più visibilmente nel corso di una parodia commerciale del 1991 per Bad Idea Jeans.[5]

Durante il suo ultimo anno al Saturday Night Live, lavorò al fianco di Adam Sandler, David Spade, Chris Rock, and Chris Farley, ma il suo desiderio di esibirsi gli ha fatto lasciare lo show. Ha attribuito al Saturday Night Live l’avergli insegnato molte lezioni sulla scrittura di sketch, grazie a scrittori più esperti come James Downey e Al Franken, così come i suoi amici Smigel e O'Brien.[4] Quando il Saturday Night Live sì fermò per le vacanze del 1988, Odenkirk ritornò a Chicago per svolgere uno spettacolo con Smigel e O'Brien, intitolato Happy Happy Good Show. L’estate successiva sì esibì in un one-man show, Show-Acting Guy, diretto da Tom Gianas. Durante la sua pausa estiva finale, Bob scrisse e recitò dello show del Second City Mainstage, Flag Burning Permitted in Lobby Only. In quel particolare spettacolo, egli scrisse il personaggio "Matt Foley, Motivational Speaker", per Chris Farley, che sarà poi ripreso sul Saturday Night Live.[4]

Vari lavori di scrittura e recitazione: 1991-1994[modifica | modifica sorgente]

Nel 1991, Odenkirk fu assunto per scrivere per lo show Get a Life, in cui fu protagonista l’ex allievo del Late Night with David Letterman Chris Elliott.[6] Altri scrittori importanti dello show furono Adam Resnick e Charlie Kaufman. Lo show è stato di breve durata, e nel 1992, Odenkirk ha scritto per breve tempo per il The Dennis Miller Show.[6]

L’amicizia di Odenkirk con Ben Stiller, con il quale ha diviso per breve tempo un ufficio al Saturday Night Live, ha portato Bob ad essere ingaggiato per il cast di The Ben Stiller Show nel 1992. Lavorando sia come scrittore che come attore nello show, Bob creò e fu protagonista del memorabile sketch "Manson Lassie", e aiutò lo show a vincere un Emmy Award per la scrittura. Tuttavia lo show era già stato cancellato nel momento in cui ha vinto il premio.[7] Odenkirk è stato al servizio come scrittore al Late Night with Conan O'Brien della NBC per le prime due stagioni dello show.[8] Odenkirk incontrò David Cross durante lo show di Ben Stiller; poco dopo i due hanno iniziato ad eseguire spettacoli di sketch dal vivo, che alla fine si sono evoluti nel Mr. Show with Bob and David.

Nel 1993, Odenkirk iniziò a ricoprire un ruolo ricorrente in The Larry Sanders Show come agente di Larry Sanders, Stevie Grant.[6] Bob avrebbe continuato sporadicamente a interpretare il personaggio nel 1998.[6] Nel 1993, inoltre, Odenkirk ebbe un breve ruolo di attore in Roseanne e in The Jackie Thomas Show di Tom Arnold .[6]

Mr. Show: 1995–1998[modifica | modifica sorgente]

Creato da Odenkirk e David Cross, Mr. Show fu trasmesso su HBO per quattro stagioni, per oltre 33 episodi. Lo show fu caratterizzato da alcuni comici nei primi anni delle loro carriere, tra cui Sarah Silverman, Paul F. Tompkins, Jack Black, Tom Kenny, Mary Lynn Rajskub, Brian Posehn e Scott Aukerman. Sebbene fosse nominato per diversi Emmy awards per la scrittura e fosse generalmente ben voluto dalla critica, non si è mai creato un pubblico “cult” nella sempre più larga accettazione mainstream. Dopo Mr. Show, Bob e David e gli scrittori dello staff scrissero il film Run, Ronnie, Run. Il film era un’estensione di sketch della prima stagione dello show. Tuttavia, lo studio ha tolto il controllo della produzione da Cross e Odenkirk durante le fasi di montaggio, e i due ripudiarono il prodotto finale. [senza fonte]

Dopo Mr. Show: 1999–2008[modifica | modifica sorgente]

Dopo Mr. Show, Odenkirk ha recitato in numerosi show televisivi e in alcuni film. Ha scritto e prodotto molti episodi TV piloti, tra cui The Big Wide World of Carl Laemke e David's Situation, ma nessuno è stato trasmesso o raccolto in una serie.[9] Nel 2004, Odenkirk ricevette un pacchetto non richiesto che includeva il lavoro di Tim Heidecker e Eric Wareheim. Ispirato dalla loro voce unica, si è messo in contatto con loro e li aiutò a sviluppare uno show semi-animato per Adult Swim chiamato Tom Goes to the Mayor. Ha inoltre aiutato Tim ed Eric con lo sviluppo della loro seconda serie, Tim and Eric Awesome Show, Great Job.

Bob ha avuto alcuni piccoli ruoli secondari in show televisivi, tra cui Dr. Katz, Professional Therapist, Seinfeld, NewsRadio, Just Shoot Me!, Joey, Curb Your Enthusiasm, Arrested Development, Entourage, Weeds, e How I Met Your Mother.[6] È apparso anche in Everybody Loves Raymond interpretando Scott Preeman.[10] Odenkirk è stato scelto anche per essere Michael Scott nell’episodio pilota di The Office ma la scelta originale dei produttori, Steve Carell, ritornò di nuovo disponibile e fu scelto al posto di Bob.[11] Odenkirk è comunque comparso nella stagione finale di The Office interpretando un manager di Philadelphia che ricorda fortemente Michael Scott.

Breaking Bad e altri lavori: 2009–2013[modifica | modifica sorgente]

Nel 2009, Odenkirk si è unito al cast di Breaking Bad dell’AMC interpretando l’avvocato corrotto Saul Goodman. È apparso come guest star in tre episodi della seconda stagione, e alla fine divenne un personaggio fisso della serie per le stagioni successive e rimase nello show fino alla stagione finale. L’11 settembre 2013 è stato annunciato che ha dato il via libera a una serie spin-off di Breaking Bad per il personaggio di Odenkirk Saul Goodman, un prequel che mostra Goodman prima che incontri Walter White. Lo show, Better Call Saul, è impostato per consistere di episodi di un’ora ciascuno.[12]

Nel 2011, Odenkirk scrisse e sviluppò Let's Do This! per Adult Swim, interpretando il ruolo del protagonista Cal Mackenzie-Goldberg, un "magnate dei film a due bit e capo della Cal-Gold Pictures mentre conduce una collezione di sacrificati pazzi e affamati di fama a caccia di sogni hollywoodiani". L’episodio pilota può essere visto sul sito dell’Adult Swim.[13]

Odenkirk fu il produttore esecutivo dello show di sketch comici The Birthday Boys nel quale recitò l’omonimo gruppo comico. Anche Odenkirk è apparso in questo show e ha diretto alcuni degli sketch presenti in esso.[14] È stato trasmesso in anteprima su IFC il 18 ottobre 2013.

Lavoro nei film[modifica | modifica sorgente]

I primi ruoli di Odenkirk nel cinema furono in film come Wayne's World 2, The Cable Guy, Can't Stop Dancing e Monkeybone, anche se in ruoli molto marginali. Nel 2003, Odenkirk diresse Melvin Goes to Dinner e recitò anche il ruolo di Keith. Il film ricevette recensioni positive dalla critica e vinse l’Audience Award al SXSW Film and Music Festival. È stato poi autoprodotto in cinque città, e successivamente distribuito in DVD dalla Sundance. [senza fonte]

Odenkirk diresse più tardi Let's Go to Prison nel 2006, scritto da Tom Lennon e Ben Garant, famosi per The State e Reno 911. Let's Go to Prison vede come protagonista Will Arnett, come anche Dax Shepard e Chi McBride. Il film ebbe suscitò una reazione negativa da parte della critica e dal pubblico, e fu bombardato al box office.[15][16] L’anno seguente Odenkirk diresse The Brothers Solomon, scritto da Will Forte. Il film presenta come protagonisti Forte, Will Arnett e Kristin Wiig. La pellicola è stata accolta con una reazione simile a quella di Let's Go to Prison ed è andato estremamente male al box office.[17]

Dopo aver recitato in Breaking Bad, Odenkirk iniziò ad avere ruoli più importanti in film acclamati con successo dalla critica, come The Giant Mechanical Man, The Spectacular Now, che ricevette il Special Jury Award for Acting al Sundance Film Festival 2013, e il film diretto da Alexander Payne Nebraska, che fu nominato per una Palma d'Oro al Cannes Film Festival 2013.[18][19] Odenkirk ha inoltre iniziato a essere protagonista nei film commedia, come Take Me Home Tonight, Ass Backwards, Dealin' with Idiots e Hell & Back. Odenkirk fu anche uno dei direttori dell’antologia dei film commedia del 2013 Movie 43.[20]

Vita privata[modifica | modifica sorgente]

Odenkirk è sposato con Naomi Yomtov. La coppia ha due figli, Nathan William Odenkirk (nato il 3 dicembre 1998) e Erin Jane Odenkirk (nata il 24 novembre 2000).[2]

Filmografia[modifica | modifica sorgente]

Lavell Crawford e Bob Odenkirk durante le riprese della quarta stagione di Breaking Bad nel 2011

Attore[modifica | modifica sorgente]

Cinema[modifica | modifica sorgente]

Televisione[modifica | modifica sorgente]

Doppiatore[modifica | modifica sorgente]

Sceneggiatore[modifica | modifica sorgente]

Regista[modifica | modifica sorgente]

Doppiatori italiani[modifica | modifica sorgente]

Da doppiatore è sostituito da:

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ a b c Overview for Bob Odenkirk - Biography in TCM (Turner Classic Movies). URL consultato il 16 novembre 2013.
  2. ^ a b c d Novid Parsi, Bad boy, Time Out Chicago, 17 marzo 2010. URL consultato il 17 marzo 2010.
  3. ^ a b Naomi Pfefferman, Bob Odenkirk on ‘Nebraska’ and ‘Breaking Bad’ in Jewish Journal, Tribe Media Corp., 15 novembre 2013. URL consultato il 16 novembre 2013.
  4. ^ a b c d Mike Sacks, How I Made It in Comedy: Bob Odenkirk in Chicago Reader, News + Features, Sun-Times Media, LLC., 2 luglio 2009. URL consultato il 16 novembre 2013.
  5. ^ Full cast and crew for Saturday Night Live: Joe Mantegna/Vanilla Ice (1991) at IMDb
  6. ^ a b c d e f IMDB page: "Bob Odenkirk filmography.
  7. ^ Brodie F. Hubbard, Bob Odenkirk Interview in Modest Proposal: Comedy for Our Target Demographic, February 2004. URL consultato il 16 novembre 2013.
  8. ^ Template:IMDb name
  9. ^ Stewart Oksenhorn, Four comics face reality: Could Bob Odenkirk, Norm Macdonald, Phil Hendrie and Joe Rogan have picked a worse time to try to become sitcom stars? in Los Angeles Times, 14 marzo 2013. URL consultato il 16 novembre 2013.
  10. ^ Template:IMDb title
  11. ^ Bill Carter, One Last Cringe for ‘The Office’ Finale in The New York Times, 1º maggio 2013. URL consultato il 4 maggio 2013.
  12. ^ Dan Snierson, AMC moving forward with 'Breaking Bad' spin-off featuring Saul Goodman in Entertainment Weekly, 11 settembre 2013. URL consultato il 12 settembre 2013.
  13. ^ Eliot Glazer, Watch the First Episode of Bob Odenkirk’s New Adult Swim Series, Let’s Do This in Vulture, New York Magazine, 8 marzo 2012. URL consultato il 16 novembre 2013.
  14. ^ Sara Bibel, IFC's New Sketch Comedy, 'The Birthday Boys' to Premiere Friday, October 18 in Zap2it, 13 agosto 2013. URL consultato il 13 agosto 2013.
  15. ^ http://www.rottentomatoes.com/m/lets_go_to_prison/#
  16. ^ Let's Go to Prison (2006) - Weekend Box Office Results - Box Office Mojo
  17. ^ Template:Rottentomatoes
  18. ^ 2013 Sundance Film Festival Announces Feature Film Awards, Sundance.org, 26 gennaio 2013. URL consultato il 17 luglio 2013.
  19. ^ 2013 Official Selection in Cannes, 18 aprile 2013. URL consultato il 18 aprile 2013.
  20. ^ Re: Who Directed what Skits?, IMDb.

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

Controllo di autorità VIAF: 167196008 LCCN: nr2002001085