Laterale fricativa alveolare sorda

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Se riscontri problemi nella visualizzazione dei caratteri, clicca qui.
Laterale fricativa alveolare sorda
IPA - numero 148
IPA - testo ɬ
IPA - immagine Xsampa-K2.png
Unicode
Entity & #620;
SAMPA
X-SAMPA K
Kirshenbaum s<lat>
Ascolta[?·info]

La laterale fricativa alveolare sorda è una consonante, rappresentata con il simbolo [ɬ] nell'alfabeto fonetico internazionale (IPA).

Nella lingua italiana tale fono non è presente.

Caratteristiche[modifica | modifica wikitesto]

La consonante laterale fricativa alveolare sorda presenta le seguenti caratteristiche:

In italiano[modifica | modifica wikitesto]

In italiano tale fono non è presente.

Lingue della Sardegna[modifica | modifica wikitesto]

Se ne può trovare un esempio nel sassarese, quando la laterale alveolare /l/ è seguita da una consonante, come nelle parole "poltu" (in sassarese traslitterato come "porthu", col significato di porto) ['pɔɬtu], "moltu" (in sassarese traslitterato come "morthu" o "mosthu", col significato di morto) ['mɔɬtu]. Con questi esempi, il sassarese è forse l'unica delle lingue romanze a possedere questo suono, anche se esempi analoghi sono pure riscontrabili in alcune varianti settentrionali della pronuncia della lingua sarda logudorese, come quelli di Ittiri, Sennori, Olmedo, Ploaghe, Chiaramonti, Uri, Usini, Ozieri e Villanova.

Altre lingue[modifica | modifica wikitesto]

Chickasaw[modifica | modifica wikitesto]

In lingua chikasaw [senza fonte]

Gallese[modifica | modifica wikitesto]

In lingua gallese tale fono è reso con la grafia <ll>:

  • llwyd "grigio" [ɬʊɪd]

Groenlandese[modifica | modifica wikitesto]

In lingua groenlandese [senza fonte]

Islandese[modifica | modifica wikitesto]

In lingua islandese tale fono può essere sia un fonema indipendente trascritto col digramma <hl>, sia la realizzazione del fonema /l̥/ (scritto <l>) in fine di parola e davanti alle consonanti [p, t, k]. [senza fonte]

Navajo[modifica | modifica wikitesto]

In lingua navajo [senza fonte]

Nahuatl[modifica | modifica wikitesto]

In lingua Nahuatl classica è reso con la <l> quando è messa dopo una <t>, formando la sillaba <tl> (presente in moltissime parole). In Pipil, un dialetto azteco, tutte le <tl> finali sono state sostituite con semplici <t>, mantenendo però la pronuncia.

Seri[modifica | modifica wikitesto]

In lingua seri [senza fonte]

Soqotri[modifica | modifica wikitesto]

In lingua soqotri tale fono è reso con la grafia <ś> nelle traslitterazioni dall'alfabeto ebraico: [senza fonte]

Tera[modifica | modifica wikitesto]

In lingua tera tale fono è reso con la grafia <tl>: [senza fonte]

Toisanese[modifica | modifica wikitesto]

In lingua toisanese tale fono è reso <lh> nelle traslitterazioni:

  • lhaam "tre"

Totonac[modifica | modifica wikitesto]

In lingua totonac tale fono è reso con la grafia <lh>: [senza fonte]

Xhosa[modifica | modifica wikitesto]

In lingua xhosa tale fono è reso con la grafia <hl>: [senza fonte]

Zulu[modifica | modifica wikitesto]

In lingua zulu tale fono è reso con la grafia <hl>: [senza fonte]

Consonanti
Polmonari Bilabiale Lab.den. Dentale Alveolare Postalv. Retroflessa Palatale Velare Uvulare Farin. Epiglottale Glottidale Non polmonari ed altri simboli
Nasale m ɱ n ɳ ɲ ŋ ɴ Clic  ʘ ǀ ǃ ǂ ǁ
Occlusive p b t d ʈ ɖ c ɟ k ɡ q ɢ ʡ ʔ Impl.  ɓ ɗ ʄ ɠ ʛ
Fricative  ɸ β f v θ ð s z ʃ ʒ ʂ ʐ ç ʝ x ɣ χ ʁ ħ ʕ ʜ ʢ h ɦ Eiettive 
Approssimanti  β̞ ʋ ð̞ ɹ ɻ j ɰ Altre laterali  ɺ ɫ
Vibranti ʙ r ʀ Coarticolazioni approssimanti  ʍ w ɥ
Monovibranti ɾ ɽ Coarticolazioni fricative  ɕ ʑ ɧ
Fric. laterale ɬ ɮ Affricate  t͡s d͡z t͡ʃ d͡ʒ
Appr. laterale l ɭ ʎ ʟ Coarticolazioni occlusive  k͡p ɡ͡b ŋ͡m
Le aree ombreggiate denotano articolazioni polmonari ritenute impossibili.
Questa pagina contiene simboli fonetici che potrebbero non esser visualizzati correttamente in alcuni browser. [Aiuto]
Dove i simboli appaiono a coppie, quello di destra rappresenta una consonante sonora.
linguistica Portale Linguistica: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di linguistica