Occlusiva palatale sorda

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Se riscontri problemi nella visualizzazione dei caratteri, clicca qui.
Occlusiva palatale sorda
IPA - numero 107
IPA - testo c
IPA - immagine Xsampa-c.png
Unicode U+0063
Entity & #99;
SAMPA c
X-SAMPA c
Kirshenbaum c
Ascolta[?·info]

L'occlusiva palatale sorda è una consonante, rappresentata con il simbolo [c] nell'alfabeto fonetico internazionale (IPA).

Nella lingua italiana tale fono è rappresentato dalla lettera C, quando posta davanti a vocale anteriore e non palatalizzata (<che, chi>).

Caratteristiche[modifica | modifica wikitesto]

La consonante /c/ presenta le seguenti caratteristiche:

In italiano[modifica | modifica wikitesto]

In italiano questo fono è la particolare realizzazione (allofono) del suono velare [k] quando posto davanti a vocale anteriore (detta appunto palatale). Nella grafia, si aggiunge anche una <h> per non confonderlo con l'affricata postalveolare sorda [ʧ], e quindi si scrive <ch>. In una trascrizione fonetica larga, che cioè non segni le particolarità della pronuncia, non è obbligatorio segnarlo e si può trascrivere semplicemente [k]. Un esempio di questo suono si trova nella parola "chiesa", ['cjɛza].

Altre lingue[modifica | modifica wikitesto]

Albanese[modifica | modifica wikitesto]

In lingua albanese tale fono è reso con la grafia <q>:

  • kuq "rosso" [kuc]

Calabrese meridionale[modifica | modifica wikitesto]

Nel calabrese meridionale, tale fono è reso <chj>:

  • Chjò, ['cjo:]

Ceco e slovacco[modifica | modifica wikitesto]

In lingua ceca e slovacca tale fono è reso con la grafia <t> o <ť>:

  • čeština "lingua ceca" [ˈʧɛʃcɪna]
  • späť "indietro" [spæc] o [spɛc]

Corso e gallurese[modifica | modifica wikitesto]

In lingua corsa e in gallurese questo suono è reso con la grafia <chj> seguita da vocale:

  • chjodu "chiodo" ['co:du]
  • ochju "occhio" ['oc:u]

Friulano[modifica | modifica wikitesto]

In lingua friulana (varietà centrale) questo suono è reso con la grafia <cj> seguita da vocale:

  • cjan "cane" ['can]
  • cjoli "prendere" ['coli]

Ungherese[modifica | modifica wikitesto]

In lingua ungherese tale fono è reso con la grafia <ty>:

  • tyúk [cuːk]

Greco[modifica | modifica wikitesto]

In lingua greca tale fono è reso <κ> (seguita da /e/ ed /i/) nell'alfabeto greco:

  • λύκαινα (traslitterato kaina) "lupa" ['licena]
  • κέφαλος (traslitterato képhalos) "cefalo, muggine" ['cefalos]
  • λύκειο (traslitterato keio) "liceo" ['licio]
  • έλκηθρο (traslitterato élkīthro) "slitta" ['elciθro]
  • κίνητρο (traslitterato kínītro) "incentivo, incitamento, movente, stimolo" ['cinitro]
  • κοινόβιο (traslitterato koinóbio) "cenobio" [ci'novio]
  • κυκλάμινο (traslitterato kyklámino) "ciclamino" [ci'klamino]
  • καθεστηκυία (traslitterato kathestīkyía) "prevalsa, stabilita" [kaθesti'cia]

Macedone[modifica | modifica wikitesto]

In lingua macedone tale fono è reso <ќ> nell'alfabeto cirillico:

  • вреќа "borsone" [vrɛca]
Consonanti
Polmonari Bilabiale Lab.den. Dentale Alveolare Postalv. Retroflessa Palatale Velare Uvulare Farin. Epiglottale Glottidale Non polmonari ed altri simboli
Nasale m ɱ n ɳ ɲ ŋ ɴ Clic  ʘ ǀ ǃ ǂ ǁ
Occlusive p b t d ʈ ɖ c ɟ k ɡ q ɢ ʡ ʔ Impl.  ɓ ɗ ʄ ɠ ʛ
Fricative  ɸ β f v θ ð s z ʃ ʒ ʂ ʐ ç ʝ x ɣ χ ʁ ħ ʕ ʜ ʢ h ɦ Eiettive 
Approssimanti  β̞ ʋ ð̞ ɹ ɻ j ɰ Altre laterali  ɺ ɫ
Vibranti ʙ r ʀ Coarticolazioni approssimanti  ʍ w ɥ
Monovibranti ɾ ɽ Coarticolazioni fricative  ɕ ʑ ɧ
Fric. laterale ɬ ɮ Affricate  t͡s d͡z t͡ʃ d͡ʒ
Appr. laterale l ɭ ʎ ʟ Coarticolazioni occlusive  k͡p ɡ͡b ŋ͡m
Le aree ombreggiate denotano articolazioni polmonari ritenute impossibili.
Questa pagina contiene simboli fonetici che potrebbero non esser visualizzati correttamente in alcuni browser. [Aiuto]
Dove i simboli appaiono a coppie, quello di destra rappresenta una consonante sonora.
linguistica Portale Linguistica: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di linguistica