Houston Dynamo

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Houston Dynamo
Calcio Football pictogram.svg
DynamoTwoStar.png
Orange Crush, La Naranja, The Orange
Segni distintivi
Uniformi di gara
Manica sinistra
Manica sinistra
Maglietta
Maglietta
Manica destra
Manica destra
Pantaloncini
Pantaloncini
Calzettoni
Casa
Manica sinistra
Manica sinistra
Maglietta
Maglietta
Manica destra
Manica destra
Pantaloncini
Pantaloncini
Calzettoni
Trasferta
Manica sinistra
Manica sinistra
Maglietta
Maglietta
Manica destra
Manica destra
Pantaloncini
Pantaloncini
Calzettoni
Calzettoni
Terza divisa
Colori sociali 600px Nero Bianco e Arancione.png arancione-bianco
Dati societari
Città Houston
Paese Stati Uniti Stati Uniti
Confederazione CONCACAF
Federazione Flag of the United States.svg USFA
Fondazione 2005
Presidente Philip Anschutz (AEG)
Allenatore Dominic Kinnear
Stadio BBVA Compass Stadium
(22,000 posti)
Sito web www.houstondynamo.com/
Palmarès
MLS Cup.svgMLS Cup.svg
Titoli MLS 2
Si invita a seguire il modello di voce

La Houston Dynamo è una società calcistica statunitense con sede a Houston, in Texas. Partecipa alla Major League Soccer (MLS). Fin dalla nascita del club ha giocato le sue partite casalinghe al Robertson Stadium nel campus della University of Houston, ma si trasferirà al BBVA Compass Stadium per la stagione 2012-2013 a partire del 12 maggio 2012.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

La scelta del nome[modifica | modifica wikitesto]

La Dynamo Houston viene fondata il 15 dicembre 2005: la sua rosa e il suo allenatore provenivano tutti dai San Jose Earthquakes, società smantellata per la mancanza di uno stadio in cui disputare gli incontri (gli Earthquakes verranno rifondati nel 2007).

Il 26 gennaio 2006 viene annunciato che il nome del nuovo club sarà "Houston 1836". "1836" indica l'anno in cui la città di Houston venne fondata dai fratelli Augustus Chapman Allen e John Kirby Allen. Malauguratamente, il 1836 è anche l'anno in cui il Texas si rese indipendente dal Messico. Scoppia un vero caso politico: la comunità ispanica di Houston minaccia di boicottare il club, ritenendo offensivo il nome scelto. La dirigenza opterà allora per un più neutro "Dynamo Houston". Il prefisso "Dynamo" fa riferimento all'economia cittadina, basata su numerosi impianti industriali che producono energia elettrica. I colori del team sono l'arancione, il bianco e l'azzurro.

Stagione 2006[modifica | modifica wikitesto]

Il 2 aprile 2006, la Houston Dynamo disputa la sua prima partita, davanti a una folla di oltre 25.000 spettatori. Gli avversari sono i Colorado Rapids, che verranno travolti per 5–2. L'attaccante degli "Orange" Brian Ching segna quattro reti su altrettanti assist del compagno Dwayne De Rosario.

La Dynamo conclude la regular season al secondo posto, accedendo così ai play off della Western Conference, durante i quali elimina prima i Chivas USA, poi i Colorado Rapids. Alla sua prima stagione, dunque, il club di Houston centra subito la finale di MLS Cup.

La finale, disputata il 12 novembre 2006 al Pizza Hut Park di Frisco (Texas), è molto equilibrata. A sbloccare il punteggio sono i Revolution, con Taylor Twellman, nel secondo tempo supplementare. Passa però poco più di un minuto e Ching pareggia per la Dynamo. Si va ai rigori: i giocatori "Orange" si dimostrano più freddi, trasformando i primi quattro rigori e conquistando così la MLS Cup. Grazie a questo successo, Houston si qualifica per CONCACAF Champions Cup del 2007.

Stagione 2007[modifica | modifica wikitesto]

George W. Bush e la squadra Houston Dynamo dopo la seconda vittoria nella MLS Cup (2007)

La stagione 2007 di Houston comincia con la partecipazione alla CONCACAF Champions' Cup, nella quale viene eliminata in semifinale dai messicani del Pachuca (vittoria in casa per 2-0 all'andata, ma sonora sconfitta per 5-2 in trasferta al ritorno).

In campionato però le cose vanno ottimamente, e la squadra giunge di nuovo in finale di MLS Cup, dove se la vede ancora una volta con New England. È sempre Twellman a sbloccare la partita per i Revolution, ma due reti nell'ultimo quarto d'ora (di De Rosario e Ngwenya) consegnano a Houston il secondo titolo consecutivo. Dopo la vittoria la squadra ha fatto visita al presidente George W. Bush.

Houston è stata poi invitata a prender parte alla prima edizione della North American SuperLiga, in cui hanno perso in semifinale contro il Pachuca.

Stagione 2008[modifica | modifica wikitesto]

La Dynamo è iniziata presto a competere nel inaugurale Pan-Pacific Championship che ha debuttato il 20 febbraio 2008 a Honolulu, Hawaii. Gli Houston si sono qualificati per partecipare al torneo tramite la loro vittoria nella MLS Cup (nel 2007). La Houston Dynamo ha vinto la sua prima partita contro i Sydney FC, prima di terminare al secondo posto dopo la loro perdita per 6-1 contro Gamba Osaka nella partita finale.

Il club ha anche partecipato al Festival Texas Pro Soccer presentato da Touch-Tel con quattro squadre di Major League Soccer (Houston, DC United, Toronto e Chivas USA) durante una settimana elettrizzante la Houston Dynamo sono stati dichiarati vincitori del torneo dopo un tie-break in differenza reti che era necessario tra loro e la squadra DC United.

Poco dopo il Texas Pro Soccer Festival, la Dinamo è tornata in campo per gara di Coppa, la CONCACAF Champions' Cup. La Dynamo gioca contro i Municipal nei quarti di finale vincendo complessivamente 3-1 (0-0, 3-1) al Robertson Stadium. Il club però ha perso complessivamente 3-1 contro il Deportivo Saprissa allo Estadio Ricardo Saprissa.

La Houston Dynamo ha aperto la sua apertura di campionato a casa con un punteggio di 3-3 contro i FC Dallas. La Dynamo ha finito la stagione 13-5-12, arrivando prima nella Western Conference e 2 ° nella classifica generale (dietro ai Columbus Crew). Le Semifinali della Western Conference sono state giocate contro i New York Red Bulls con la prima tappa di finitura in un pareggio per 1-1 al Giants Stadium e il ritorno al Robertson Stadium, dove i NY hanno sbalordito la Dynamo in una sconfitta per 0-3 di fronte a più di 30.000 fans.

Stagione 2009[modifica | modifica wikitesto]

La Dynamo ha iniziato il nuovo anno con una rapida uscita dalla CONCACAF Champions League 2008-2009 con una perdita aggregata 1-4 (1-1, 0-3) contro Atlante nei quarti di finale, con il ritorno allo Estadio Andrés Quintana Roo.

Nella regular season, Houston ancora una volta si è evoluto in una delle squadre più forti del campionato, andando su una striscia di imbattibilità di 11 partite (8-0-3) all'inizio della stagione prima di perdere contra la rivale della Western Conference, i Los Angeles Galaxy nel mese di giugno. La Dynamo ha finito la stagione legata per prima nella Western Conference con un record di 13-8-9.

Il club ha raggiunto le semifinali della Lamar Hunt US Open Cup prima di perdere per 1-2 contro i Seattle Sounders FC nei tempi supplementari.

Stagione 2010[modifica | modifica wikitesto]

Durante la offseason 2009-10, la Dinamo ha visto le partenze di due giocatori chiave, Ricardo Clark ( Eintracht Francoforte ) e Stuart Holden ( Bolton Wanderers ). La Houston Dynamo gareggiato nel 2010 Walt Disney World Pro Soccer Classic a Orlando, in Florida . Il club ha perso contro i New York Red Bulls nella semifinale (0-0, 5-6), ma è arrivato al terzo posto dopo aver sconfitto i FC Dallas, con un punteggio di 2-1.

La stagione 2010 è iniziata con un pareggio per 1-1 contro i rivali FC Dallas, al Pizza Hut Park. La Dynamo ha finito la stagione 9-15-6 arrivando settima nella Western Conference e 12° nella classifica generale e ha perso ai playoff. Durante la stagione 2010, la Dynamo ha continuato la stagione con la Cup 2010 Lamar Hunt US Open. Il club avrebbe sconfitto Miami FC, 1-0, il 29 giugno prima di perdere contro i Chivas USA, 1-3 nei quarti di finale il 6 luglio (entrambe le partite giocate al Robertson Stadium. La Dynamo anche partecipato nella Nord American SuperLiga, vincendo nei gironi prima di uscire rapidamente dopo una perdita di 0-1 contro Morelia il 5 agosto al Robertson Stadium.

Stadio[modifica | modifica wikitesto]

Stadio Capacità Locazione Anni Note
BBVA Compass Stadium 22,000 Houston 2012-
Robertson Stadium 32,000 Houston 2006-2011
Tom Tellez Track at Carl Lewis International Complex 6,000 Houston 2006 1 partita nella US Open Cup
Aggie Soccer Stadium (Texas A&M) 3,500 College Station 2007, 2011 una partita nella CONCACAF Champions' Cup e 1 una partita nella US Open Cup

Media spettatori[modifica | modifica wikitesto]

Anno Regular Season Playoffs
2006 18,935 20,274
2007 15,883 30,530
2008 16,939 30,053
2009 17,047 27,465
2010 17,310 non qualificato
2011 17,694 24,749

Rosa 2014-2015[modifica | modifica wikitesto]

Aggiornata al 30 novembre 2014.

N. Ruolo Giocatore
1 Stati Uniti P Joe Willis
2 Ghana D Samuel Inkoom
4 Giamaica D Jermaine Taylor
8 Stati Uniti D Kofi Sarkodie
10 Honduras C Alexander López
11 Stati Uniti C Brad Davis
12 Stati Uniti A Will Bruin
13 Stati Uniti C Ricardo Clark
14 Giamaica A Jason Johnson
16 Stati Uniti D A.J. Cochran
N. Ruolo Giocatore
18 Stati Uniti D David Horst
19 Honduras C Luis Garrido
20 Stati Uniti C Memo Rodriguez
21 Stati Uniti D DaMarcus Beasley
22 Stati Uniti A Brian Ownby
23 Inghilterra C Giles Barnes
24 Stati Uniti P Tyler Deric
26 Stati Uniti C Corey Ashe
27 Honduras C Oscar Boniek García
30 Stati Uniti P Michael Lisch

Palmarès[modifica | modifica wikitesto]

2006, 2007
2006, 2007
  • Texas Pro Soccer Festival: 1
2008
  • Dynamo Charities Cup: 2
2009, 2010
  • Texas Derby: 5
2006, 2007, 2009, 2011, 2012

Curiosità[modifica | modifica wikitesto]

Dopo aver vinto la MLS Cup nel 2006, la squadra di Houston è stata invitata alla Casa Bianca per trascorrere una giornata con il presidente George W. Bush. Questo onore, in precedenza, era spettato solo ai D.C. United nel 1997.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

calcio Portale Calcio: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di calcio