Hans von Salmuth

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Hans von Salmuth
11 novembre 1888 - 1º gennaio 1962
Nato a Metz
Morto a Heidelberg
Dati militari
Paese servito Flag of the German Empire.svg Impero tedesco (sino al 1918)
Germania Repubblica di Weimar (sino al 1933)
Flag of the NSDAP (1920–1945).svg Germania nazista
Forza armata Deutsches Heer
Wehrmacht
Arma Heer
Anni di servizio 1907-1945
Grado Wehrmacht Generaloberst.gif
Generaloberst
Guerre Prima guerra mondiale
Seconda guerra mondiale
Comandante di Heeresgruppe B
Decorazioni Croce di Cavaliere della Croce di Ferro con Fronde di Quercia e Spade

[senza fonte]

voci di militari presenti su Wikipedia

Hans Eberhard Kurt von Salmuth (Metz, 11 novembre 1888Heidelberg, 1 gennaio 1962) è stato un militare tedesco, generale della Wehrmacht sul fronte orientale durante la Seconda guerra mondiale e comandante della XV Armata in Francia durante il D-Day.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Nato in Lorena da una famiglia di militari prussiani, si arruola nell'esercito tedesco il 19 settembre 1907. Dopo aver combattuto nella Prima guerra mondiale, nel maggio 1934 von Salmuth viene promosso colonnello e trasferito allo Stato maggiore dell'esercito.

La Seconda Guerra Mondiale[modifica | modifica wikitesto]

Allo scoppio della Seconda guerra mondiale partecipa alla campagna di Polonia e poi alla campagna di Francia.

Nel 1941 von Salmuth viene assegnato al fronte orientale e durante l'Operazione Barbarossa combatte in Crimea prendendo parte alla battaglia di Sebastopoli.

Trasferito in Francia nell'agosto 1943 gli viene affidato il comando della 15. Armee (che con le sue 17 divisioni era la più grande nel fronte occidentale), di stanza nel Passo di Calais, la zona dove Hitler pensava che sarebbero sbarcati gli Alleati.

Dopo lo sbarco in Normandia, nell'agosto 1944 venne sollevato dal comando.

Il processo di Norimberga[modifica | modifica wikitesto]

Dopo la fine della guerra von Salmuth viene trattenuto come prigioniero di guerra fino al 1948 e giudicato dal Tribunale di Norimberga. Accusato di crimini di guerra e crimini contro l'umanità verrà condannato a 20 anni di carcere. Rilasciato nel 1953 morirà a Heidelberg nel 1962.

Gradi ricoperti e promozioni[modifica | modifica wikitesto]

  • Oberst (1º maggio 1934)
  • Generalmajor (1º agosto 1937)
  • Generalleutnant (1º agosto 1939)
  • General der Infanterie (1º agosto 1940)
  • Generaloberst (1º gennaio 1943)

Onorificenze[modifica | modifica wikitesto]

Croce di Ferro di I classe - nastrino per uniforme ordinaria Croce di Ferro di I classe
Croce di Ferro di II classe - nastrino per uniforme ordinaria Croce di Ferro di II classe
Fibbia 1939 alla croce di ferro di I classe - nastrino per uniforme ordinaria Fibbia 1939 alla croce di ferro di I classe
Fibbia 1939 alla croce di ferro di II classe - nastrino per uniforme ordinaria Fibbia 1939 alla croce di ferro di II classe
Croce d'onore della Grande Guerra - nastrino per uniforme ordinaria Croce d'onore della Grande Guerra
Croce di Cavaliere della Croce di Ferro con Fronde di Quercia e Spade - nastrino per uniforme ordinaria Croce di Cavaliere della Croce di Ferro con Fronde di Quercia e Spade

Controllo di autorità VIAF: 70452233 LCCN: n87836434

Predecessore Comandante della 17. Armee Successore Flag of German Reich (1935–1945).svg
Hermann Hoth 20 aprile – 31 maggio 1942 Richard Ruoff
Predecessore Comandante della 4. Armee Successore Flag of German Reich (1935–1945).svg
Gotthard Heinrici giugno-luglio 1943 Gotthard Heinrici I
Gotthard Heinrici 6 giugno 15 luglio 1942 Gotthard Heinrici II
Predecessore Comandante della 2. Armee Successore Flag of German Reich (1935–1945).svg
Maximilian von Weichs 14 luglio 1942 – 3 febbraio 1943 Walter Weiss
Predecessore Comandante della 15. Armee Successore Flag of German Reich (1935–1945).svg
Heinrich von Vietinghoff 8 agosto 1943 - 24 agosto 1944 Gustav-Adolf von Zangen