Giuseppe Luci Poniatowski

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Principe Giuseppe Michele Saverio Francesco Giovanni Luci, poi Poniatowski, o più semplicemente Giuseppe Poniatowski, (in polacco: Jozefa Luci Poniatowski) (Roma, 1816Londra, 1873), è stato un diplomatico, compositore, tenore e librettista italiano, figlio del principe Stanislao Poniatowski e della contessa Cassandra Luci.

Biografia[modifica | modifica sorgente]

Giuseppe Luci Poniatowski [1] nacque a Roma dal principe polacco Stanislao Poniatowski e dalla romana di origini umbre Cassandra Luci [2]. Nascendo fuori dal matrimonio, fu riconosciuto solo nel 1822 in seguito al trasferimento della famiglia da Roma a Firenze. Fu legittimato come figlio di Stanislao Poniatowski nel 1847 grazie all'intervento del granduca di Toscana Leopoldo II che lo nominò Principe di Monte Rotondo, insieme al fratello Carlo e alla sorella Elisa[3][4][5], dal nome di una tenuta della famiglia presso Livorno.

Educato presso il Collegio dei Padri Scolopi di Firenze, fu allievo del musicista fiorentino Ferdinando Ceccherini [6], tenore della "Imperiale e reale cappella". Giuseppe Poniatowski divenne rapidamente un compositore e direttore d'orchestra di fama. Scrisse numerose opere per i teatri italiani e francesi.

Sposò Matilde Perotti (1814-1875) nel 1834 a Firenze, dalla quale ebbe un unico figlio, Stanislao Augusto [7](nato a Firenze il 9 novembre 1835, morto a Parigi il 6 gennaio 1908), che sposò Louise Le Hon.

Poniatowski fu inviato a Parigi come plenipotenziario dal Granduca Leopoldo II. Nel 1854 fu nominato senatore francese da Napoleone III e naturalizzato cittadino francese.

Poniatowski morì a Londra nel 1874.

Opere[modifica | modifica sorgente]

  • Giovanni da Procida, (perso) opera seria in tre atti, 25 novembre 1838, Firenze
  • Don Desiderio, dramma giocoso, da Giovanni Giraud, 26 dicembre 1840, Pisa
  • Ruy Blas, (perso) tragedia lirica, da Victor Hugo, 2 settembre 1843, Lucca
  • Bonifazio dei Geremei, opera in tre atti, libretto dello stesso Poniatowski, 28 novembre 1844, Roma
  • La sposa d'Abido, opera in 3 atti, da Lord Byron, 28 febbraio 1845, Venezia
  • Malek Adhel, melodramma in tre atti, libretto di Domenico Bancalari, 20 giugno 1846, Genova
  • Esmeralda, dramma lirico, libretto di Francesco Guidi, 26 giugno 1847, Firenze
  • I Lambertazzi, nuova versione di Bonifazio dei Geremei, 1848, Firenze
  • Le progrès de la musique dramatique, libro teorico, 1859, Parigi
  • Pierre de Médicis, opéra in 4 atti e 7 quadri, libretto di Saint-Georges e Émilien Pacini, Parigi, 9 marzo 1860
  • Au travers du mur, opéra-comique in 1 atto, libretto di Saint-Georges, Parigi, Théâtre-Lyrique, 9 maggio 1861
  • L'Aventurier, opéra-comique in 4 atti, libretto di Saint-Georges, Théâtre-Lyrique, 26 gennaio 1865
  • La contessina, opera seria in 3 atti, libretto di Saint-Georges e Jules Adenis, versione italiana di Achille de Lauzières, Parigi, Théâtre Italien, 28 aprile 1868
  • Gelmina, libretto di Francesco Rizelli, 4 giugno 1872, Covent Garden, Londra

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ Nome esteso: Giuseppe Michele Francesco Saverio Giovanni Luci Poniatowski, in inglese Joseph Michael Xavier Francis John Luci Poniatowski.
  2. ^ Encyclopedia Britannica, 1970, p. 221
  3. ^ "Ammissione al patriziato fiorentino. Poniatowski principi Carlo e Giuseppe e principessa Elisa" Data: 1847 maggio 4 - dicembre 1
  4. ^ Genealogy Poniatowski
  5. ^ W. L. Hubbard, The American History and Encyclopedia of Music, p. 168
  6. ^ Gli amici di Rossini: Giuseppe Poniatowski, in Quadrivium, Nuova Serie, X, 1999.
  7. ^ Nome esteso: Stanislao Stanislao Augusto Federico Giuseppe Telemaco Luci Poniatowski, in polacco August Friedrich Józef Telemach

Controllo di autorità VIAF: 49490534