Jules-Henri Vernoy de Saint-Georges

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Jules-Henri Vernoy de Saint-Georges (Parigi, 7 novembre 1799Parigi, 23 dicembre 1875) è stato un librettista francese fra i più prolifici del XIX secolo, spesso lavorando in collaborazione con altri scrittori.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Il suo primo lavoro, Saint-Louis ou les deux dîners (1823), è stato un vaudeville scritto in collaborazione con Alexandre Tardif, seguito da una serie di opere e balletti. Nel 1829 divenne direttore dell'Opéra-Comique a Parigi.

Fra i suoi libretti più famosi: il balletto Giselle (scritto in collaborazione con Théophile Gautier) (1841), l'opera L'éclair (1835) per Halévy, l'opera La fille du régiment (con Jean-François Bayard) (1840) per Donizetti e La jolie fille de Perth per Georges Bizet. Quasi tutti i suoi libretti riguardavano il settore dell'opéra comique anche se La reine de Chypre (1841) per Halévy era un grand opera.

Saint-Georges scrisse più di settanta lavori con Eugène Scribe ed altri autori. Scrisse inoltre romanzi, compreso Un Mariage de prince.

Saint-Georges fu un conservatore nella sua produzione, inserendo nelle sue opere coincidenze altamente improbabili e svolte finali che tendevano poco alla caratterizzazione convincente. I suoi gusti erano riflessi nella sua affettazione personale del costume del XVIII secolo e della vita quotidiana.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Grove's Dictionary of Music and Musicians, Saint-Georges, Jules-Henri Vernoy de.
  • Hugh Chisholm (a cura di), Encyclopædia Britannica, XI edizione, Cambridge University Press, 1911.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autorità VIAF: 87736046 LCCN: n81048042