Christian Joseph Lidarti

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Cristiano Giuseppe Lidarti e Giovanni Battista Tempesti

Christian Joseph Lidarti (Vienna, 23 febbraio 1730Pisa, 1795) è stato un musicista e compositore austriaco, di origine italiana.



Biografia[modifica | modifica sorgente]

Nacque a Vienna da genitori italiani,Giovanni Damiano e Maria Götz[1],iniziò i suoi studi, giovanissimo, a Klagenfurt, nel convento dei monaci Cistercensi e quindi a Leoben, nel seminario dei Padri Gesuiti. Acquisì in queste sedi i primi elementi di musica, imparando anche a suonare il clavicembalo e l'arpa. Passò quindi all'Università di Vienna per studiare filosofia e diritto, mentre continuava gli studi musicali di esecuzione e soprattutto di composizione, al principio come autodidatta, poi come allievo di Giuseppe Bonno (1710-1788), suo zio, che era Maestro di Cappella nella stessa Università. Ben presto, però, abbandonò gli studi filosofici e di diritto per dedicarsi totalmente alla musica[1].

Nel 1751 Lidarti partì per l'Italia, dove avrebbe trascorso quasi tutto il resto della sua vita. La sua prima tappa fu Venezia. Lì incontrò Florian Leopold Gassmann (1729-1774), con il quale strinse una duratura amicizia. Si fermò per qualche tempo a Firenze, per poi trascorrere cinque anni a Cortona come insegnante di musica.
Nel 1757 giunse infine a Roma, dove conobbe Niccolò Jommelli (1714-1774) divenendo quasi subito suo allievo. Lo stesso anno fu chiamato a lavorare per la Cappella dei Cavalieri di S. Stefano a Pisa, incarico che egli conservò sino al 1784, dopo essere stato anche nominato Maestro di Cappella.
In questo periodo di attività fra Pisa e Roma, Lidarti intrattenne dei fitti contatti epistolari con il monaco francescano Giovanni Battista Martini (1706-1784), detto "Padre Martini", dal quale ricevette ulteriori insegnamenti, con Niccolò Jommelli, con Leopold Gassmann e con l'inglese Charles Burnett, storico della musica.

Fu nel 1761 che iniziarono per lui dei riconoscimenti ufficiali. L'Accademia filarmonica di Bologna, infatti, lo accolse come aggregato e, poco dopo, anche l'Accademia ducale di Modena lo volle fra i suoi membri. La sua ultima composizione si può datare attorno al 1793. La morte lo colse a Pisa nel 1795, a 65 anni.

Il musicista[modifica | modifica sorgente]

Scorrendo la corrispondenza di Lidarti si comprende quanto egli fosse stimato, sia come esecutore che come compositore. Fu infatti anche un virtuoso del violoncello. Lidarti compose soprattutto musica strumentale da camera, tanto che i suoi lavori più noti sono le "sonate a tre". Autore anche di Cantate drammatiche, scrisse diversi brani per le funzioni religiose ebraiche, da eseguirsi nelle Sinagoghe, con testo in ebraico. In effetti, per molto tempo Lidarti è stato famoso per l'oratorio ebraico "Esther", composto per la comunità israelitica di Amsterdam, e per altri canti religiosi, sempre per la Sinagoga di quella città. I testi dovrebbero essere stati redatti dal compositore ebreo Abraham Caceres.

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ a b Gaddini, op. cit.

Opere[modifica | modifica sorgente]

Musica strumentale[modifica | modifica sorgente]

Per strumenti solisti

  • Sonata per clavicembalo
  • Sonata per arpa

Duo

  • 6 Duetti per violino e violoncello, op.1 (Pubblicato a Londra, 1795)
  • 6 Duetti per 2 violini (Vienna)
  • 6 Duetti per 2 violini
  • 6 Divertimenti per 2 flauti
  • 6 Duetti per 2 flauti (o due fagotti) op. 5 (Parigi)
  • 6 Duetti per flauto e cembalo
  • 6 Duetti per 2 flauti
  • Sonata pomposa per viola e basso continuo
  • Sonata per violoncello e contrabasso

Trii

  • 6 Trii per 2 violini e basso, op. 3 (Parigi)
  • 6 Sonate a tre per 2 violini e v.cello.
  • 6 Sonate concertanti per 2 flauti e e v.cello, op. 4 (Parigi)
  • 6 Sonate a tre per 2 violini e basso, op. 5
  • 6 Trii (Londra)
  • 6 Trii per 2 violini e basso, op. 6
  • 6 Trii per due violini e basso, op. 7
  • 6 Sonate a tre (Londra)
  • Sonata per 2 violini e basso (Londra)
  • Trisonate per flauto, violino e basso, "A78"
  • Trii per 2 flauti e cembalo
  • Trio per 2 flauti e arpa (Londra)
  • 6 Trii per 3 flauti

Quartetti

  • 6 quartetti per 3 flauti e v.cello, op. 1

Quintetti

  • 6 Notturni per 2 flauti, 2 corni e fagotto
  • 12 quintetti per 2 flauti, 2 violini e fagotto
  • 6 quintetti per 2 flauti, violino, viola e basso

Orchestra

  • 6 Sinfonie op.2
  • Ouverture
  • Canzone strumentale (per orchestra ?)
  • Concerto per cembalo e orchestra
  • Concerto per arpa e orchestra
  • 3 Concerti per violino e orchestra

Musica vocale[modifica | modifica sorgente]

Composizioni sacre

  • "Esther". Oratorio in ebraico.
  • "Messa a 4 voci e orchestra". Messa.
  • "3 Canti per la Sinagoga portoghese di Amsterdam".
  • "Litanie alla Beata Vergine", (a 4 voci e orchestra).
  • "Beatus vir", (per soprano e orchestra).
  • "Spiritus meus", (per tenore e orchestra).
  • "Dixit Dominus", (per coro e orchestra).
  • "Lamentazioni prima del Giovedì Santo".
  • "Fuga a 4 voci".
  • "Laudate pueri".
  • "Miserere".
  • "Alleluia e sequenza".

Composizioni profane

  • "Il conte di Comminges". Opera tragica.
  • "La Tutela contrastata fra Giunone, Marte e Mercurio, col giudizio di Giove". Azione teatrale a 3 voci scritta a Livorno nel 1767.
  • "Scherza il Nocchiero'". Aria.
  • "Catches and Glees". Aria.

Bibliografia[modifica | modifica sorgente]

  • R. Zanetti, "Christian Joseph Lidarti", in: "Dizionario enciclopedico universale della musica e dei musicisti. Le biografie." Torino, 1986.
  • L.F. Tagliavini, "Lidarti, Christian Joseph", in: "Dizionario musicale Larousse". Ediz. Paoline, Torino, 1961.
  • C.G.Lidarti, "Aneddoti Musicali", Museo Bibliografico di Bologna
  • C. Burney, "The present state of music in France and Italy", Londra, 1773.
  • E.S.J. van der Straeten, "History of the Violoncello", Londra , 1915.
  • R. Meylan, "La collezione Antonio Venturi". In: «Fontis Artis Musicae», Montecatini-Terme, 1958.
  • E. Grolman, "Cristiano Giuseppe Lidarti: Six String Quartets", Tesi di Laurea, Università del Missouri, 1986.
  • E.G. Schlegel, "Joseph Christian Lidarti", in: "The New Grove Dictionary of music and musicians" (versione WEB), 2001.
  • Silvia Gaddini, Christian Joseph Lidarti in Dizionario Biografico degli Italiani, Roma, Istituto dell'Enciclopedia Italiana. URL consultato il 21 marzo 2014.

Discografia[modifica | modifica sorgente]

  • Esther (2CD) Friedemann Layer. "Accord".
  • Auser musici, Musica da camera e concerto per clavicembalo, Carlo Ipata, direttore. "Tactus Records" TC.733701, 2003.
  • Auser musici, Concerti per violino, Carlo Ipata, direttore, "Hyperion" CDA67685, 2008.
  • Hamesiah. Boj beshalom. In: Jewish Baroque, Ensemble Salamone Rossi. "Concerto", 2009.

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

Controllo di autorità VIAF: 107044748 LCCN: n82224285