Frankie Edgar

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Frankie Edgar
Frankie Edgar.jpg
Dati biografici
Nazionalità Stati Uniti Stati Uniti
Altezza 168 cm
Peso 70,1 kg
Arti marziali miste MMA pictogram.svg
Dati agonistici
Specialità Pugilato, Jiu jitsu brasiliano, Lotta libera
Squadra Stati Uniti Renzo Gracie Combat Team
Carriera
Soprannome The Answer
Combatte da Stati Uniti Toms River Stati Uniti
Vittorie 16
per knockout 4
per sottomissione 3
Sconfitte 4
Pareggi 1
 

Frank James Edgar (Toms River, 16 ottobre 1981) è un lottatore di arti marziali miste statunitense sotto contratto con la Ultimate Fighting Championship, nella quale combatte nella categoria dei pesi piuma; in passato è stato campione dei pesi leggeri tra il 2010 ed il 2012, vincendo il titolo contro B.J. Penn e perdendolo poi contro Ben Henderson, il quale sconfisse Edgar anche nel successivo rematch; è stato anche un contendente al titolo dei pesi piuma nel 2013, venendo sconfitto dal campione in carica José Aldo; ha fatto anche da allenatore nella 19ª stagione del reality show The Ultimate Fighter.

La sua prima sconfitta avvenne nel 2008 per mano di Gray Maynard, la quale diede inizio ad una nota rivalità. Edgar è cintura nera nel jiu jitsu brasiliano.

Per i siti specializzati Sherdog.com e MMAWeekly.com Edgar è il quinto peso piuma più forte del mondo[1][2]; per i ranking ufficiali dell'UFC è il contendente numero 3 nella divisione dei pesi piuma.

Carriera nelle arti marziali miste[modifica | modifica sorgente]

Edgar combatté il suo primo incontro nelle MMA dopo poche settimane di allenamenti specifici oltre al suo background nel wrestling. Inizialmente si allenò con Rob Guarino del Rhino Fight Team, ma oggi si allena con il Gracie team sotto Ricardo Almeida a Hamilton, New Jersey.

Ultimate Fighting Championship[modifica | modifica sorgente]

Edgar mise insieme un record di 5-0 prima dei provini per la quinta stagione del reality The Ultimate Fighter. Edgar fece il provino di fronte a Dana White e Joe Silva ma non fu scelto per partecipare allo show. Ad ogni modo, qualche mese dopo, l'UFC contattò Edgar per un match contro l'imbattuto Tyson Griffin a UFC 67. Durante il match, Griffin intrappolò Frankie con una leva al ginocchio verso la fine dell'incontro ma Egdar rifiutò di cedere, vincendo alla fine per decisione unanime. Il combattimento è stato frequentemente ritrasmesso durante il programma UFC Unleashed.

Nell'incontro seguente Edgar mise a segno un KO al primo round contro Mark Bocek a UFC 73. Il suo debutto nella card principale di uno show avvenne a UFC 78 dove batté il veterano Spencer Fisher per decisione unanime.

Edgar patì la prima sconfitta a UFC Fight Night 13 contro Gray Maynard. Questo combattimento segnò il primo scontro della loro serie. Maynard usò la sua stazza e le sue abilità nel wrestling per superare Edgar per decisione unanime. Frankie si rifece della sconfitta ad un altro Fight of the Night vindedo contro Hermes França a UFC: Silva vs. Irvin. In seguito superò l'ex campione dei pesi leggeri UFC Sean Sherk, dominandolo per tre round e giungendo a una vittoria unanime contro un fighter più forte e pesante.

In seguito Edgar avrebbe dovuto affrontare Kurt Pellegrino il 5 dicembre 2009 nella finale della decima edizione di The Ultimate Fighter ma Pellegrino fu costretto a rinunciare al match a causa di un infortunio, venendo sostituito da Matt Veach. Dopo essere rimasto sulla difensiva per tutto il primo round, Edgar divenne più aggressivo nel secondo round,mettendolo KO con diretto destro e finendolo con una rear naked choke al minuto 2.22 del secondo round.

Ad UFC 112 Edgar sfidò il campione dei pesi leggeri B.J. Penn. Malgrado alla vigilia non godesse dei favori del pronostico, Frankie resistette per tutto il lungo combattimento che si svolse per la maggior parte in piedi, arrivando alla decisione finale dei giudici dopo il quinto round che gli assegnarono una vittoria unanime (50-45, 49-46 e 48-47), facendo di lui il nuovo UFC Lightweight Champion. Il 24 giugno 2010, ESPN annunciò che Edgar aveva ricevuto una nomination come "Sorpresa dell'anno" negli ESPY awards del 2010[3].

La prima difesa del titolo fu un rematch col precedente campione B.J. Penn a UFC 118, il 28 agosto 2010. Edgar sconfisse lo sfidante nuovamente per decisione unanime conservando il titolo, dopo aver portato a terra Penn diverse volte colpendolo col suo striking per tutti i cinque round. Tutti i tre giudici assegnarono un punteggio di 50-45 in favore di Edgar, facendo di lui il secondo fighter a sconfiggere l'hawaiano per due volte, dopo Georges St-Pierre.

La difesa seguente fu contro Gray Maynard, cui Edgar doveva l'unica sconfitta in carriera. Maynard si era guadagnato la title shot dopo la vittoria in un number one contender match contro Kenny Florian. Il combattimento ebbe luogo il primo gennaio 2011 a UFC 125 e terminò con un pareggio (punteggio dei giudici: (48-46 Maynard, 48-46 Edgar, 47-47). Il suo combattimento con Maynard fu il terzo match titolato nella storia dell'UFC a terminare con un pareggio, e venne premiato Fight of the Year ai Fighters Only World MMA Awards del 2011[4].

Durante la conferenza stampa post-combattimento di UFC 125, fu annunciato che l'avversario successivo del campione in carica sarebbe stato Anthony Pettis in un match di unificazione delle cinture. Meno di due ore dopo però, il presidente UFC Dana White annunciò un cambiamento di programma. Edgar era stato inserito in un nuovo match con Maynard, il terzo, ad UFC 130[5]. Il 9 maggio 2011, White confermò che sia Edgar che Maynard avevano riportato degli infortuni nel loro ultimo match e il loro match fu spostato a UFC 136. Durante l'evento, Edgar riuscì finalmente a mettere KO il suo avversario al minuto 3.54 del quarto round conservando il titolo e vincendo il premio per il Knockout of the Night[6].

Dopo ben tre difese del titolo dei pesi leggeri Edgar viene privato della cintura dall'ex campione WEC Ben Henderson in una combattuta gara svoltasi a Saitama nel febbraio 2012: nonostante il punteggio unanime dei giudici di gara, dei quali ben due hanno dato 4 round vinti ad Henderson, Edgar ha messo in dubbio il risultato ed ha preteso una rivincita immediata[7]. Viene così punita per la prima volta la paziente tecnica di combattimento di Edgar, definita dai detrattori point-fight in virtù dell'apparente tendenza del lottatore del New Jersey a voler vincere di scherma ai punti piuttosto che rischiare il colpo da KO o la sottomissione, tendenza sottolineata ulteriormente dal curioso record di lottatore con la più lunga durata media degli incontri.

Si decise per un rematch nell'agosto dello stesso anno, formula quella della rivincita alla quale Edgar era ben abituato: questa volta Edgar perse ancora, ancora una volta ai punti e con un margine ancora più piccolo, in quanto un giudice assegnò la vittoria a lui per 49-46 e gli altri due giudici diedero tre round su cinque a Ben Henderson.

Dopo la duplice sconfitta decide di scendere nella categoria dei pesi piuma, dove grazie all'infortunio capitato allo sfidante Erik Koch ha subito la possibilità di affrontare il campione José Aldo per il titolo; l'incontro doveva tenersi ad ottobre con l'evento UFC 153 in Brasile, ma un mese prima Aldo si infortunò al piede e il match saltò.

Edgar affrontò José Aldo nel febbraio 2013 in un evento tenutosi negli Stati Uniti: Edgar diede filo da torcere al fuoriclasse brasiliano, e alla fine in un match comunque equilibratissimo venne decisa la vittoria di Aldo per decisione unanime; Edgar fu così fautore dell'infausto record in UFC di tre sconfitte consecutive tutte in match validi per una cintura.

Il lottatore del New Jersey torna alla vittoria quasi due anni dopo dall'ultimo successo in un match contro il brasiliano Charles Oliveira.

Nel 2014 venne scelto come allenatore per la 19ᵃ stagione del reality show The Ultimate Fighter opposto a B.J. Penn, e in luglio sfidò l'ex duplice campione UFC per la terza volta, sconfiggendolo nuovamente per KO tecnico.

Risultati nelle arti marziali miste[modifica | modifica sorgente]

Risultato Record Avversario Metodo Evento Data Round Tempo Luogo Note
Vittoria 16-4-1 Stati Uniti B.J. Penn KO Tecnico (colpi) The Ultimate Fighter 19 Finale: Edgar vs. Penn 6 luglio 2014 3 4:16 Stati Uniti Las Vegas, Stati Uniti
Vittoria 15-4-1 Brasile Charles Oliveira Decisione (unanime) UFC 162: Silva vs. Weidman 6 luglio 2013 3 5:00 Stati Uniti Las Vegas, Stati Uniti
Sconfitta 14-4-1 Brasile José Aldo Decisione (unanime) UFC 156: Aldo vs. Edgar 2 febbraio 2013 5 5:00 Stati Uniti Las Vegas, Stati Uniti Per il titolo dei Pesi Piuma UFC
Sconfitta 14-3-1 Stati Uniti Ben Henderson Decisione (non unanime) UFC 150: Henderson vs. Edgar II 11 agosto 2012 5 5:00 Stati Uniti Denver, Stati Uniti Per il titolo dei Pesi Leggeri UFC
Sconfitta 14-2-1 Stati Uniti Ben Henderson Decisione (unanime) UFC 144: Edgar vs. Henderson 26 febbraio 2012 5 5:00 Giappone Saitama, Giappone Perde il titolo dei Pesi Leggeri UFC
Vittoria 14–1–1 Stati Uniti Gray Maynard KO (pugni) UFC 136: Edgar vs. Maynard III 8 ottobre 2011 4 3:54 Stati Uniti Houston, Stati Uniti Difende il titolo dei Pesi Leggeri UFC
Parità 13–1–1 Stati Uniti Gray Maynard Parità UFC 125: Resolution 1 gennaio 2011 5 5:00 Stati Uniti Las Vegas, Stati Uniti Difende il titolo dei Pesi Leggeri UFC
Vittoria 13–1 Stati Uniti B.J. Penn Decisione (unanime) UFC 118: Edgar vs. Penn 2 28 agosto 2010 5 5:00 Stati Uniti Boston, Stati Uniti Difende il titolo dei Pesi Leggeri UFC
Vittoria 12–1 Stati Uniti B.J. Penn Decisione (unanime) UFC 112: Invincible 10 aprile 2010 5 5:00 Emirati Arabi Uniti Abu Dhabi, EAU Vince il titolo dei Pesi Leggeri UFC
Vittoria 11-1 Stati Uniti Matt Veach Sottomissione (rear naked choke) The Ultimate Fighter: Heavyweights Finale 5 dicembre 2009 2 2:22 Stati Uniti Las Vegas, Stati Uniti
Vittoria 10-1 Stati Uniti Sean Sherk Decisione (unanime) UFC 98: Evans vs. Machida 23 maggio 2009 3 5:00 Stati Uniti Las Vegas, Stati Uniti
Vittoria 9-1 Brasile Hermes França Decisione (unanime) UFC: Silva vs Irvin 19 luglio 2008 3 5:00 Stati Uniti Las Vegas, Stati Uniti
Sconfitta 8-1 Stati Uniti Gray Maynard Decisione (unanime) UFC Fight Night: Florian vs. Lauzon 2 aprile 2008 3 5:00 Stati Uniti Broomfield, Stati Uniti
Vittoria 8-0 Stati Uniti Spencer Fisher Decisione (unanime) UFC 78: Validation 17 novembre 2007 3 5:00 Stati Uniti Newark, Stati Uniti
Vittoria 7-0 Canada Mark Bocek KO Tecnico (pugni) UFC 73: Stacked 7 luglio 2007 1 4:55 Stati Uniti Sacramento, Stati Uniti
Vittoria 6-0 Stati Uniti Tyson Griffin Decisione (unanime) UFC 67: All or Nothing 3 febbraio 2007 3 5:00 Stati Uniti Las Vegas, Stati Uniti Debutto in UFC
Vittoria 5-0 Stati Uniti Jim Miller Decisione (unanime) Reality Fighting 14 18 novembre 2006 3 5:00 Stati Uniti Atlantic City, Stati Uniti Vince il titolo dei Pesi Leggeri Reality Fighting
Vittoria 4-0 Lituania Deividas Taurosevičius Decisione (unanime) RF 13: Battle at the Beach 5 agosto 2006 3 5:00 Stati Uniti Wildwood, Stati Uniti
Vittoria 3-0 Stati Uniti Steve Macabe Sottomissione (ghigliottina) Ring of Combat 10 14 aprile 2006 1 2:37 Stati Uniti Atlantic City, Stati Uniti
Vittoria 2-0 Stati Uniti Jay Isip Sottomissione (rear naked choke) SportFighting 2 10 dicembre 2005 1 3:26 Stati Uniti Hoboken, Stati Uniti
Vittoria 1-0 Stati Uniti Mark Getto KO Tecnico (pugni) Ring of Combat 9 29 ottobre 2005 1 4:21 Stati Uniti Asbury Park, Stati Uniti

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ Sherdog’s Official Mixed Martial Arts Rankings.
  2. ^ Sherdog’s Official Mixed Martial Arts Rankings.
  3. ^ "Georges St-Pierre, Frankie Edgar Nominated for ESPY Awards".
  4. ^ 2011 Fighters Only World MMA Awards.
  5. ^ "UFC boss has change of heart, Frankie Edgar vs. Gray Maynard III up next". (archiviato dall'url originale il 2011-01-04).
  6. ^ UFC 136: Edgar e Aldo si confermano campioni.
  7. ^ FRANKIE EDGAR ON UFC 144 TITLE LOSS: ‘I FEEL I WON THAT FIGHT’.

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]