José Aldo

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
José Aldo
José Aldo (30 de dezembro de 2010) (cropped).jpg
Dati biografici
Nazionalità Brasile Brasile
Altezza 170 cm
Peso 65,8 kg
Arti marziali miste MMA pictogram.svg
Dati agonistici
Specialità Jiu jitsu brasiliano, Muay thai
Squadra Brasile Nova União
Brasile Black House
Carriera
Soprannome Scarface
Combatte da Brasile Rio de Janeiro, Brasile
Vittorie 24
per knockout 15
per sottomissione 2
Sconfitte 1
 

José Aldo da Silva Oliveira Júnior, meglio conosciuto come José Aldo (Manaus, 9 settembre 1986), è un lottatore di arti marziali miste brasiliano.

Combatte nella divisione dei pesi piuma per la promozione statunitense UFC nella quale è il primo ed attuale campione di categoria in carica dal 2010 con sei difese del titolo; in precedenza è stato l'ultimo campione WEC di categoria con due difese del titolo e quando l'UFC acquistò la WEC Aldo venne automaticamente promosso campione.

È stato premiato Fighter of the Year ai Fighters Only World MMA Awards nel 2010[1].

Per i ranking ufficiali dell'UFC è il numero 2 pound for pound.

Nel 2009 ha vinto inoltre il premio di lottatore dell'anno[2]. Nel 2010 venne segnalato come il miglior lottatore del mondo under 25[3].

Carriera nelle arti marziali miste[modifica | modifica wikitesto]

Combatte il suo primo incontro da professionista nelle arti marziali miste all'età di diciassette anni a EcoFight 1 il 10 agosto 2004 contro un altro debuttante, Mário Bigola, che sconfigge per KO, con un calcio alla test, in appena 18 secondi dall'inizio del match. Per Bigola, questo è stato il primo e unico incontro da professionista. In seguito sconfigge nell'ordine : il brasiliano Hudson Rocha, il debuttante Luiz de Paula, il veterano del vale tudo e della shooto Aritano Silva Barbosa, che aveva perso quattro degli ultimi cinque incontri, e Anderson Silvério a Meca World Vale Tudo 12 per KO tramite calci alla testa. In seguito Aldo combatte due incontri in Inghilterra dove supera Phil Harris e Mickey Young.

Sconfitta con Azevedo[modifica | modifica wikitesto]

Meno di un mese dopo, Aldo combatte contro il rispettato Luciano Azevedo, cintura nera di Luta livre a Jungle Fight 5. Aldo vince il primo round e la maggior parte degli scambi grazie a intelligenti e solide combinazioni e calci alle gambe, tentando diversi takedown[4] su Azevedo. Nel secondo round invece va a buon fine il primo takedown di Azevedo, ma Aldo riesce a rialzarsi e a tentare a sua volta delle sottomissioni contro l'avversario che non vanno a buon fine, grazie all'abilita di Azevedo a difendersi facilmente. Al minuto 3.37 del secondo round Azevedo intrappola Aldo in una rear-naked choke[5], costringendolo a cedere, ingliggendogli la prima, e finora unica, sconfitta in carriera.

Ritorno alla vittoria e debutto nella Pancrase[modifica | modifica wikitesto]

Aldo si rifà della sconfitta superanno l'imbattuto Thiago "Minu" Meller al Gold Fighters Championship I del 20 maggio 2006, vincendo per maggioranza dei giudizi, un incontro incerto, alla cui fine Aldo arriva visibilmente esausto. Nel suo ultimo incontro prima di accasarsi alla WEC, sconfigge il veterano della Pancrase Shoji Maruyama al Pancrase 2007 Neo-Blood Tournament Finals. Aldo vince per decisione unanime dominando l'avversario in piedi e a terra.

World Extreme Cagefighting[modifica | modifica wikitesto]

Aldo fa il suo debutto alla WEC il 1º luglio 2008 presso l'Arco Arena a Sacramento, California, contro Alexandre Franca Nogueira che sconfigge al WEC 34. Dopo un'altra vittoria contro Cub Swanson al WEC 41, affronta e supera Mike Brown in un match con in palio il WEC Featherweight Championship per KO al secondo round. In seguito alla vittoria e alla conquista del titolo viene nominato fighter dell'anno sia dalla MMA Live che da Sherdog.com[2].

Successivamente, il 24 aprile 2010, Aldo affronta l'ex detentore della cintura Urijah Faber al WEC 48. Josè vince per decisione unanime (49-45, 49-45, 50-45) dopo aver mandato Faber al tappeto diverse volte tramite calci, la prima vittoria professionistica di Aldo per decisione dei giudici. La seguente difesa del titolo arriva contro Manvel Gamburyan al WEC 51 che Aldo manda KO dopo un minuto e 32 secondi, del secondo round. Aldo inizia a manifestare spesso l'idea di poter salire nella categoria di peso successiva (pesi leggeri). Avendo superato tutti gli avversari nella propria categoria di peso nella WEC, l'UFC offre ad Aldo la possibilità di lottare contro Kenny Florian, lottatore dell'UFC lightweight title. Aldo e il suo team però rifiutano la proposta, decidendo di rimanere nella categoria dei pesi piuma per il tempo necessario a difendere la sua cintura di campione della WEC.

Ultimate Fighting Championship[modifica | modifica wikitesto]

Il 28 ottobre 2010, la World Extreme Cagefighting viene fusa con l'Ultimate Fighting Championship. Come previsto dall'accordo, tutti i fighter della WEC vengono trasferiti nel roster UFC. Aldo viene dichiarato l'inaugurale UFC Featherweight Champion, ricevendo la prima cintura dei pesi piuma della storia sabato 20 novembre 2010. La prima difesa sarebbe dovuta avvenire all'UFC 125 contro Josh Grispi ma Josè è costretto a rinunciare a causa di un infortunio al collo subito solo tre gironi dopo aver ricevuto la nuova cintura di campione. Il suo posto nel match viene preso da Dustin Poirier.

La prima difesa avviene quindi contro Mark Hominick il 30 aprile 2011 all'UFC 129, dove sconfigge il canadese per decisione unanime vincendo anche il premio Fight of the Night[6]. La seconda difesa favorevole la disputa contro Kenny Florian l'8 ottobre 2011 all'UFC 136, dove vince per decisione unanime[7].

L'incontro successivo per Aldo si disputò UFC 142, il 14 gennaio 2012, contro l'imbattuto (11-0) Chad Mendes[8]. Prima dell'incontro, Aldo riceve i complimenti del connazionale Shogun Rua, ex campione dei pesi leggeri, che lo definisce "l'Anderson Silva dei pesi piuma"[9]. Nell'incontro, disputato in casa a Rio de Janeiro, Aldo inflisse la prima sconfitta in carriera a Mendes con una spettacolare ginocchiata seguita da una serie di pugni quando mancava solo un secondo alla fine del primo round[10].

Nel 2012 la difficoltà per gli organizzatori nel trovare sfidanti validi per Aldo divenne palese, difficoltà che si accentuarono quando il probabile primo contendente Hatsu Hioki decise di voler combattere almeno un altro incontro prima di un'eventuale sfida per il titolo. A quel punto venne scelto come avversario Erik Koch, decisamente una sorpresa; nel giugno dello stesso anno però Aldo si infortunò e l'incontro per il titolo venne posticipato nell'ottobre 2012 e spostato in Brasile. Successivamente anche Koch s'infortunò e venne sostituito con Frankie Edgar, uno dei più forti campioni dei pesi leggeri UFC appena sceso di categoria dopo la duplice sconfitta patita contro Ben Henderson; incredibilmente Aldo subì un ulteriore acciacco in settembre, questa volta al piede, e la sfida con Edgar a UFC 153 saltò.

Affrontò Frankie Edgar all'evento UFC 156: Aldo vs. Edgar del 2 febbraio 2013: Aldo si trovò di fronte probabilmente il più forte avversario mai affrontato fino a quel momento, ed ebbe dei problemi con la velocità di jab[11] ed il footwork[12] dello statunitense, ma i colpi portati in piedi dal campione brasiliano furono sufficienti per convincere tutti e tre i giudici della sua vittoria, con un punteggio finale di 49-46, 49-46 e 48-47 che gli valse la quarta difesa del titolo.

Nell'agosto del 2013 avrebbe dovuto difendere il titolo contro un altro peso leggero, l'ex campione WEC Anthony Pettis, ma un infortunio al ginocchio costrinsero gli organizzatori a cambiare avversario con Jung "Korean Zombie" Chan-Sung. Aldo vinse per KO tecnico nel corso del quarto round approfittando anche di un infortunio capitato all'avversario. Durante l'incontro Aldo si ruppe un piede e successivamente gli venne riscontrata la presenza di calcoli renali, possibilmente causati dalla disidratazione alla quale si sottopone per tagliare il peso e combattere nei pesi piuma, tant'è che più volte si era parlato di un suo possibile passaggio nella categoria dei pesi leggeri[13].

Difese il proprio titolo per la sesta volta consecutiva nel febbraio 2014 sconfiggendo Ricardo Lamas per decisione unanime dei giudici di gara che assegnarono 4 round su 5 al brasiliano.

La successiva difesa del titolo sarebbe dovuta avvenire in agosto con un rematch contro Chad Mendes, ma ad un mese dall'incontro Aldo s'infortunò e l'intero evento UFC 176 venne cancellato. L'incontro venne quindi spostato il 25 ottobre 2014 all'evento UFC 179: Aldo vs. Mendes.

Risultati nelle arti marziali miste[modifica | modifica wikitesto]

Risultato Record Avversario Metodo Evento Data Round Tempo Luogo Note
Stati Uniti Chad Mendes UFC 179: Aldo vs. Mendes II 25 ottobre 2014 Brasile Rio de Janeiro, Brasile Difende il titolo dei Pesi Piuma UFC
Vittoria 24-1 Stati Uniti Ricardo Lamas Decisione (unanime) UFC 169: Barão vs. Faber 1 febbraio 2014 5 5:00 Stati Uniti Newark, Stati Uniti Difende il titolo dei Pesi Piuma UFC
Vittoria 23-1 Corea del Sud Jung Chan-Sung KO Tecnico (pugni) UFC 163: Aldo vs. Korean Zombie 3 agosto 2013 4 2:00 Brasile Rio de Janeiro, Brasile Difende il titolo dei Pesi Piuma UFC
Vittoria 22-1 Stati Uniti Frankie Edgar Decisione (unanime) UFC 156: Aldo vs. Edgar 2 febbraio 2013 5 5:00 Stati Uniti Las Vegas, Stati Uniti Difende il titolo dei Pesi Piuma UFC
Vittoria 21-1 Stati Uniti Chad Mendes KO Tecnico (ginocchiata e pugni) UFC 142: Aldo vs. Mendes 14 gennaio 2012 1 4:59 Brasile Rio de Janeiro, Brasile Difende il titolo dei Pesi Piuma UFC
Vittoria 20-1 Stati Uniti Kenny Florian Decisione (unanime) UFC 136: Edgar vs. Maynard III 8 ottobre 2011 5 5:00 Stati Uniti Houston, Stati Uniti Difende il titolo dei Pesi Piuma UFC
Vittoria 19-1 Canada Mark Hominick Decisione (unanime) UFC 129: St-Pierre vs. Shields 30 aprile 2011 5 5:00 Canada Toronto, Canada Difende il titolo dei Pesi Piuma UFC
Vittoria 18-1 Armenia Manny Gamburyan KO (pugni) WEC 51: Aldo vs. Gamburyan 30 settembre 2010 2 1:32 Stati Uniti Broomfield, Stati Uniti Difende il titolo dei Pesi Piuma WEC; promosso a campione dei Pesi Piuma UFC
Vittoria 17-1 Stati Uniti Urijah Faber Decisione (unanime) WEC 48: Aldo vs. Faber 24 aprile 2010 5 5:00 Stati Uniti Sacramento, Stati Uniti Difende il titolo dei Pesi Piuma WEC
Vittoria 16-1 Stati Uniti Mike Brown KO (pugni) WEC 44: Brown vs. Aldo 18 novembre 2009 3 1:20 Stati Uniti Las Vegas, Stati Uniti Vince il titolo dei Pesi Piuma WEC
Vittoria 15-1 Stati Uniti Cub Swanson KO Tecnico (doppia ginocchiata in salto e pugni) WEC 41: Brown vs. Faber 2 7 giugno 2009 1 0:08 Stati Uniti Sacramento, Stati Uniti Eliminatoria per il titolo dei Pesi Piuma WEC
Vittoria 14-1 Stati Uniti Chris Mickle KO Tecnico (pugni) WEC 39: Brown vs. Garcia 1 marzo 2009 1 1:39 Stati Uniti Corpus Christi, Stati Uniti
Vittoria 13-1 Stati Uniti Rolando Perez KO (ginocchiata e pugni) WEC 38: Varner vs. Cerrone 25 gennaio 2009 1 4:15 Stati Uniti San Diego, Stati Uniti
Vittoria 12-1 Stati Uniti Jonathan Brookins KO Tecnico (colpi) WEC 36: Faber vs. Brown 5 novembre 2008 3 0:45 Stati Uniti Hollywood, Stati Uniti
Vittoria 11-1 Brasile Pequeno Nogueira KO Tecnico (gomitate) WEC 34: Faber vs. Pulver 1 giugno 2008 2 3:22 Stati Uniti Sacramento, Stati Uniti Debutto in WEC
Vittoria 10-1 Giappone Shoji Maruyama Decisione (unanime) Pancrase: 2007 Neo-Blood Tourn. Finals 27 luglio 2007 3 5:00 Giappone Tokyo, Giappone Debutto in Pancrase
Vittoria 9-1 Brasile Fabio Mello Decisione (unanime) Top Fighting Championships 3 2 maggio 2007 3 5:00 Brasile Rio de Janeiro, Brasile
Vittoria 8-1 Brasile Thiago Meller Decisione (maggioranza) Gold Fighters Championship 1 20 maggio 2006 3 5:00 Brasile Rio de Janeiro, Brasile Passa ai Pesi Piuma
Sconfitta 7-1 Brasile Luciano Azevedo Sottomissione (rear naked choke) Jungle Fight 5 25 novembre 2005 2 3:37 Brasile Manaus, Brasile Passa ai Pesi Leggeri
Vittoria 7-0 Regno Unito Micky Young KO (pugni) FX3: Battle of Britain 15 ottobre 2005 1 1:05 Regno Unito Reading, Regno Unito
Vittoria 6-0 Regno Unito Phil Harris KO Tecnico (stop medico) UK-1: Fight Night 17 settembre 2005 1 - Regno Unito Portsmouth, Regno Unito
Vittoria 5-0 Brasile Anderson Silverio Sottomissione (calci) Meca World Vale Tudo 12 9 luglio 2005 1 8:33 Brasile Rio de Janeiro, Brasile
Vittoria 4-0 Brasile Aritano Silva Barbosa KO (calci) Rio MMA Challenge 1 12 maggio 2005 1 0:20 Brasile Rio de Janeiro, Brasile
Vittoria 3-0 Brasile Luiz de Paula Sottomissione (triangolo di braccio) Shooto: Brazil 7 19 marzo 2005 1 1:54 Brasile Rio de Janeiro, Brasile
Vittoria 2-0 Brasile Hudson Rocha KO Tecnico (stop medico) Shooto Brazil: Never Shake 23 ottobre 2004 1 5:00 Brasile San Paolo, Brasile
Vittoria 1-0 Brasile Mario Bigola KO (calcio alla testa e soccer kick) EcoFight 1 10 agosto 2004 1 0:18 Brasile Amapà, Brasile

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ 2010 Fighters Only World MMA Awards.
  2. ^ a b "Sherdog’s Fighter of the Year".
  3. ^ The Top 25 MMA Fighters Under The Age Of 25.
  4. ^ Trad : tecnica di proiezione dell'avversario a terra, generalmente effettuata sulle gambe o sul busto del rivale
  5. ^ Trad : Strangolamento posteriore
  6. ^ UFC 129: Aldo e St. Pierre si confermano campioni.
  7. ^ UFC 136: Edgar e Aldo si confermano campioni.
  8. ^ UFC 142: l’ Ultimate Fighting Championship torna a Rio!.
  9. ^ “Shogun” Rua: Jose Aldo è l’Anderson Silva dei pesi piuma.
  10. ^ UFC 142 “Aldo vs. Mendes”: risultati rapidi.
  11. ^ Trad : pugno diretto
  12. ^ Trad : lavoro di passi
  13. ^ Jose Aldo infortunio al piede e calcolo renale.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]