Ducato della Mirandola

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Ducato della Mirandola
Ducato della Mirandola - Stemma
Ducato della Mirandola - Localizzazione
Dati amministrativi
Lingue ufficiali italiano, dialetto locale
Lingue parlate
Capitale Mirandola
Politica
Forma di governo monarchia assoluta
(ducato)
Capo di Stato signore, poi conte e duca
Nascita 1310 con Francesco I Pico
Causa investitura imperiale
Fine 1711 con Francesco Maria Pico
Causa annessione al Ducato di Modena e Reggio
Territorio e popolazione
Religione e società
Religione di Stato Cattolicesimo
Classi sociali nobili, clero, contadini
Ducato della Mirandola - Mappa
Evoluzione storica
Preceduto da Sacro Romano Impero
Succeduto da Ducato di Modena e Reggio

Il Ducato della Mirandola fu uno Stato italiano esistito dal 1310 al 1711 con capitale Mirandola e governato dalla famiglia Pico, cui appartenne Giovanni II Pico della Mirandola. Mirandola passò poi al Ducato di Modena e Reggio.[1]

Nel 1432 Giovanni I Pico ricevette dall'imperatore Sigismondo il titolo di conte di Concordia

Nel corso della propria storia Mirandola, potentemente fortificata (era celebre l'alto e possente torrione, ora scomparso), fu oggetto di due assedi, il primo nel 1510 durante il papato di Giulio II e il secondo sotto Giulio III, nel 1551.[2]

Reggenti di Mirandola[modifica | modifica wikitesto]

Signori di Mirandola[modifica | modifica wikitesto]

Signori di Mirandola e Concordia[modifica | modifica wikitesto]

Signori di Mirandola e conti di Concordia[modifica | modifica wikitesto]

Conti di Mirandola e Concordia[modifica | modifica wikitesto]

Principi di Mirandola e Marchesi di Concordia[modifica | modifica wikitesto]

Duchi della Mirandola e Marchesi di Concordia[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Litta, p. 1
  2. ^ Litta, p. 3

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Pompeo Litta, Famiglie celebri d'Italia: Pico della Mirandola, Torino 1835.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]