Ducati Multistrada

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Ducati Multistrada
Ducati Multistrada 1000DS vs the 1100DS-S.jpg
Costruttore Flag of Italy.svg Ducati
Tipo enduro stradale
Produzione dal 2003
Stessa famiglia Ducati Hypermotard
Modelli simili BMW R1200 GS
Honda Transalp
Yamaha Superténéré 1200
Honda Crosstourer

La Ducati Multistrada è una moto di categoria on/off prodotta da Ducati a partire dal 2003.

Descrizione[modifica | modifica sorgente]

Al momento della presentazione l'unica cilindrata offerta era di 1 000 cm³, è stata affiancata nel 2005 dalla versione minore di 620 cm³, prodotte entrambe fino al 2006. Nel catalogo del 2007 sono presenti due versioni della Multistrada: la 1100 e la 1100 S che verranno prodotte fino al 2009.

Entrambe montano un motore bicilindrico a L di 1078 cm³ da 95 CV. Lo stesso motore equipaggia la Ducati Hypermotard, con la differenza che nel motore di quest'ultima la frizione è a secco. La versione base è disponibile in una sola colorazione, rossa, mentre per la versione S esistono anche le colorazioni nera e bianco perla.

La versione S si differenzia dalla base nel reparto sospensioni e in alcuni dettagli della carenatura realizzati in fibra di carbonio. Le sospensioni della versione S sono prodotte dalla Öhlins (produttore di fama mondiale nel settore delle sospensioni).

Le sue caratteristiche principali sono l'agilità e la facilità di guida che ne fanno una "regina dei tornanti", le strade di montagna sono il suo ambiente naturale tanto che per promuoverla Ducati ha inventato la Centopassi, sorta di raduno itinerante che per due o tre giorni porta su e giù per le Alpi i partecipanti.

La Ducati Multistrada 1200

Nel 2010 è stata presentata la seconda serie, con un design completamente rivisto e nella nuova cilindrata da 1200 cm³, questa nuova serie viene sempre presentata nelle due versioni "base" e "S". Per quanto riguarda un particolare il Multistrada torna al passato, utilizzando 1 candela per cilindro anziché il sistema dual spark; inoltre guadagna il basamento Vacural che le fa perdere qualche kg, più altre parti che limano ancora il peso, inoltre la strumentazione è come quella della Ducati Streetfighter.

Le migliorie apportate sono state diverse: il motore, lo stesso che equipaggia la ducati da corsa 1198, rivisto nell'angolo di apertura delle valvole per fornire un'erogazione e una potenza più gestibile, fornisce ora una potenza di a 110,3 kW - 150 cv a 9250 giri con una coppia di 118,7 Nm - 12,1 Kgm a 7500 giri. La grande innovazione però è stata l'equipaggiamento di una centralina sofisticata, capace di selezionare 4 modi di funzionamento differenti: permette di selezionare le configurazioni "Sport", "Touring", "Urban" ed "Enduro" intervenendo sulle sospensioni, sulla sensibilità dell'ABS, del controllo di trazione e sull'erogazione della potenza del motore, dove, nel caso della configurazione Enduro, la potenza viene ad esempio ridotta a 100  CV. Tutte queste configurazioni sono attivabili con una semplice pressione su un tasto del manubrio.

Sono disponibili inoltre svariati accessori, come le borse laterali e centrali (nella versione Touring) per permettere lunghi viaggi, anche in coppia. Si tratta anche dell'unica Ducati che prevede il tagliando ogni 25000 km, ad indicare il livello di affidabilità raggiunta. La sua diretta concorrente, seppur meno sportiva, rimane la BMW R1200 GS, moto storica per affrontare viaggi e di indiscussa affidabilità. La trasmissione nel caso della moto tedesca è a cardano, quella della Ducati a catena; inoltre, seppur affidandosi entrambe ad un motore bicilindrico, ne usano due tipologie completamente diverse, il classico motore boxer per la BMW e la disposizione ad L per la Ducati.

Dati tecnici[modifica | modifica sorgente]

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]