Ducati 888

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Ducati 888
Ducati888.jpg
Ducati 888 stradale
Costruttore Flag of Italy.svg Ducati
Tipo Sportiva stradale
Produzione dal 1992 al 1993
Sostituisce la Ducati 851
Sostituita da Ducati 916
Modelli simili Yamaha YZF 750
Honda VFR750R (RC 30)
Kawasaki ZXR 750

La Ducati 888 è una motocicletta prodotto dalla casa motociclistica bolognese Ducati a partire dal 1992.

Storia[modifica | modifica sorgente]

La 888 è fondamentalmente una evoluzione della 851, di cui conserva il telaio e gran parte della componentistica[1]. Anche il motore non era una novità, in quanto aveva già fatto equipaggiato le versioni più spinte della 851 a partire dalla 851 SP2 del 1990[2].

La denominazione 888 fu quindi dapprima utilizzata per le versioni più prestazionali (anche se già da 2 anni la cilindrata reale era quella[2]), quali la SP4 e la SPS indirizzate entrambe all'uso agonistico, poi venne impiegata anche per le versioni Strada e Biposto della 851 quando anch'esse adottarono la nuova cilindrata di 888cc.

Tecnica[modifica | modifica sorgente]

Questo modello, come da tradizione Ducati, è spinto da un motore bicilindrico a V di 90° dotato di distribuzione desmodromica, la cui disposizione con il cilindro anteriore pressoché orizzontale e quello posteriore quasi verticale è universalmente conosciuta come motore a L. Tale scelta tecnica, riselante a più di venti anni prima, favorisce il controllo della temperatura nei motori raffreddati ad aria ed era stata mantenuta anche con l'adozione del raffreddamento a liquido e della testata plurivalvole da parte della 851. Il telaio è un traliccio di tubi di acciaio al cromo-molibdeno, anch'esso un marchio di fabbrica dell'azienda bolognese, il cambio è a 6 marce e la trasmissione finale è a catena. La veste estetica era identica alla 851, sottoposta a restyling proprio nell'anno in cui venne lanciata la 888[1].

Uso agonistico[modifica | modifica sorgente]

Modello di punta della produzione sportiva Ducati, nel 1991 ha partecipato al campionato mondiale Superbike sostituendo la 851, continuando le vittorie Ducati nel campionato per altri due anni con Doug Polen, senza stravolgere troppo le linee da modello precedente, infatti inizialmente l'unica vera differenza tra i due modelli era solo la cilindrata del propulsore, innalzata appunto a 888cm³. All'arrivo nel 1994 della sua sostituta, la totalmente nuova Ducati 916, fu ancora adoperata in gara dai piloti che non erano ancora passati al modello più recente, che la sostituì gradualmente sui campi di gara. Da notare che nel 1994 il pilota motociclistico austriaco Andreas Meklau in sella alla sua 888 n°11[3][4] siglò il giro più veloce in gara in entrambe le manches[5][6] della gara del mondiale Superbike del 1994 in quella che fu l'ultima gara della categoria svoltasi all'Österreichring (ristrutturato l'anno seguente come A1-Ring) e, pur classificandosi entrambe le volte secondo alle spalle di Carl Fogarty, risultò più rapido del britannico in sella alla 916.

Caratteristiche tecniche[modifica | modifica sorgente]

Caratteristiche tecniche - Ducati 888
Dimensioni e pesi
Ingombri (lungh.×largh.×alt.) 2.000 × 670 × 1.120 mm
Altezze Sella: 760 mm - Minima da terra: 150 mm
Interasse: 1.430 mm Massa a vuoto: 188 kg Serbatoio: 19 l
Meccanica
Tipo motore: Bicilindrico a 4 tempi a L di 90° Raffreddamento: a liquido
Cilindrata 888 cm³ (Alesaggio 94,0 x Corsa 64,0 mm)
Distribuzione: DOHC desmodromico a 4 valvole cilindro Alimentazione: iniezione elettronica e corpi farfallati "Weber"
Potenza: 120 cv a 9.000 giri Coppia: Rapporto di compressione:
Frizione: multidisco a secco Cambio: sequenziale a 6 marce (sempre in presa)
Accensione elettronica CDI
Trasmissione a catena
Avviamento elettrico
Ciclistica
Telaio tubolare a traliccio
Sospensioni Anteriore: forcella oleodinamica "Showa GD061-USD" / Posteriore: monoammortizzatore progressivo "Ohlins DU8071"
Freni Anteriore: doppio disco da 320 mm / Posteriore: disco singolo da 245 mm
Pneumatici anteriore 120/70 ZR 17; posteriore 180/55 ZR 17 Michelin su cerchi Marchesini
Prestazioni dichiarate
Velocità massima oltre 260 km/h
Altro
Rapporto di compressione 11:1
Fonte dei dati: [senza fonte]

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ a b (EN) Ducati 888 Strada, www.motorcyclespecs.co.za. URL consultato il 27-05-2011.
  2. ^ a b (EN) Ducati 851 SP2, www.motorcyclespecs.co.za. URL consultato il 27-05-2011.
  3. ^ video: Superbike 1994 Austrian Round - Race 1 Recap. URL consultato il 27-05-2011.
  4. ^ video: Superbike 1994 Austrian Round - Race 2 recap. URL consultato il 27-05-2011.
  5. ^ Superbike Results: 1994 Austrian Round - Race 1, sbk.perugiatiming.com. URL consultato il 27-05-2011.
  6. ^ Superbike Results: 1994 Austrian Round - Race 2, sbk.perugiatiming.com. URL consultato il 27-05-2011.

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]