Detective Conan: La mappa del mistero

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Se riscontri problemi nella visualizzazione dei caratteri, clicca qui.
Detective Conan: La mappa del mistero
La mappa del mistero.png
Conan e Heiji
Titolo originale 名探偵コナン 迷宮の十字路(クロスロード)
Lingua originale giapponese
Paese di produzione Giappone
Anno 2003
Durata 107 min
Colore colore
Audio sonoro
Genere animazione, giallo
Regia Kenji Kodama
Sceneggiatura Kazunari Kōchi
Produttore Michihiko Suwa, Masahito Yoshioka
Casa di produzione TMS Entertainment, Shogakukan, Yomiuri TV, Nippon Television
Distribuzione: Toho
Distribuzione (Italia) Mediaset
Storyboard Kenji Kodama, Akira Nishimori
Art director Yukihiro Shibutani
Character design Masatomo Sudō
Animatori Masatomo Sudō, Junko Yamanaka
Fotografia Takashi Nomura
Musiche Katsuo Ōno
Sfondi Kayoko Nishi
Episodi

Detective Conan: La mappa del mistero (名探偵コナン 迷宮の十字路(クロスロード) Meitantei Konan - Meikyū no kurosurōdo?, letteralmente "Detective Conan - L'incrocio del labirinto"), conosciuto anche con il titolo internazionale Detective Conan: Crossroad in the Ancient Capital, è il settimo lungometraggio d'animazione dedicato alla serie anime Detective Conan, uscito in Giappone il 19 aprile 2003[1]. In Italia è stato trasmesso per la prima volta sul canale Hiro il 5 ottobre 2009 e poi replicato su Italia 1 ed Italia 2. È l'ultimo film di Detective Conan diretto dal primo regista, Kenji Kodama.

Titolo[modifica | modifica sorgente]

Come avviene per tutti i film da questo in poi, escluso il sedicesimo, e per il secondo, il titolo originale è formato da una parola in giapponese, dalla particella no (?) e da una in inglese, scritta però con i kanji della parola giapponese corrispondente ed un furigana che ne modifica la pronuncia. In questo caso, la parola giapponese è "jūjiro" (十字路? "incrocio") e la pronuncia è "crossroad" (クロスロード kurosurōdo?).

Trama[modifica | modifica sorgente]

Un giorno di primavera, un misterioso assassino uccide cinque degli otto membri di un'organizzazione criminale chiamata Genjibotaru (源氏蛍?), che si è sciolta da tempo. Ogni membro prendeva il nome di uno dei discepoli di Minamoto no Yoshitsune e possedeva una copia del testo "Le cronache di Yoshitsune". I libri vengono rubati e con essi anche i fogli che compongono un misterioso codice cifrato.

Kogoro Mori viene ingaggiato da un gruppo di monaci di Kyoto per ritrovare la statua del Buddha curativo, rubata otto anni prima. Pochi giorni prima di ingaggiare Kogoro, al tempio era arrivata una lettera con un enigma che permetterebbe di ritrovare la statua. L'enigma consiste in un codice cifrato, identico a quello rubato dall'assassino. Così Kogoro, aiutato da Conan, comincia ad investigare.

Più tardi, Conan incontra Heiji Hattori, che si trova anch'egli a Kyoto per indagare sulla morte di uno dei componenti della banda, che era un suo conoscente. Heiji rivela a Conan che sta cercando anche il suo primo amore, incontrato in un tempio lì vicino otto anni prima. Il ragazzo mostra anche una sferetta di cristallo trovata nel tempio. I ragazzi si recano nei luoghi legati a Yoshitsune e qui vengono aggrediti dall'assassino.

Successivamente, un altro componente della banda viene ucciso. Tuttavia, in questo caso, Conan ed Heiji riescono a recuperare il libro ed il codice.

Personaggi[modifica | modifica sorgente]

Personaggi principali[modifica | modifica sorgente]

Personaggio Ruolo Età Doppiatore giapponese Doppiatore italiano
Conan Edogawa Protagonista, piccolo detective 7 anni Minami Takayama Irene Scalzo
Shinichi Kudo Studente e detective liceale trasformato in Conan 17 anni Kappei Yamaguchi Davide Garbolino
Ran Mori Amica d'infanzia di Shinichi innamorata di lui, studentessa liceale 17 anni Wakana Yamazaki Debora Magnaghi
Kogoro Mori Detective privato, padre di Ran 38 anni Akira Kamiya Oliviero Corbetta
Ai Haibara Ex scienziata dell'Organizzazione tornata bambina 7 anni Megumi Hayashibara Tosawi Piovani
Ayumi Yoshida Studentessa elementare 7 anni Yukiko Iwai Patrizia Scianca
Mitsuhiko Tsuburaya Studente elementare 7 anni Ikue Ōtani Cinzia Massironi
Genta Kojima Studente elementare 7 anni Wataru Takagi Luca Bottale
Heiji Hattori Studente e detective liceale di Osaka 17 anni Ryō Horikawa Simone D'Andrea
Kazuha Toyama Amica d'infanzia di Heiji innamorata di lui, studentessa liceale di Osaka 17 anni Yuko Miyamura Elisabetta Spinelli
Renata Bertolas (da bambina)
Hiroshi Agasa Inventore, amico di Shinichi 52 anni Ken'ichi Ogata Maurizio Scattorin
Sonoko Suzuki Migliore amica d'infanzia di Ran, studentessa liceale 17 anni Naoko Matsui Laura Brambilla
Juzo Megure Ispettore della prima squadra investigativa della polizia metropolitana di Tokyo 40/50 anni Chafūrin Riccardo Rovatti
Ninzaburo Shiratori Ispettore della prima squadra investigativa della polizia metropolitana di Tokyo 26 anni Kazuhiko Inoue Claudio Moneta
Wataru Takagi Agente della prima squadra investigativa della polizia metropolitana di Tokyo 26 anni Wataru Takagi Francesco Orlando
Miwako Sato Agente della prima squadra investigativa della polizia metropolitana di Tokyo 28 anni Atsuko Yuya Paola Della Pasqua
Goro Otaki Ispettore della polizia di Osaka non specificata Norio Wakamoto Marco Balzarotti

Personaggi originali del film[modifica | modifica sorgente]

Personaggio Ruolo Età Doppiatore giapponese Doppiatore italiano
Fumimaro Ayanokoji Ispettore della prima divisione investigativa della polizia di Kyoto, innamorato di Chikasuzu 26 anni Ryōtarō Okiayu Gabriele Marchingiglio
Enkai Capo sacerdote del tempio Sannō in via Rokkaku, ragazzo-padre di Chikasuzu 65 anni Keisuke Ihara
Ryūen Monaco del tempio Sannō in via Rokkaku 34 anni Daiki Nakamura Claudio Moneta
Shuntarō Mizuo Attore di teatro Nō, single 33 anni Kōji Yusa
Chikasuzu Maiko della casa da tè Sakuraya nel quartiere Ponto 19 anni Mari Adachi Lorella De Luca
Ichikayo Geisha della casa da tè Sakuraya nel quartiere Ponto non specificata Rei Sakuma
Tae Yamakura Proprietaria di una casa da tè nel quartiere di Miyagawa, madre adottiva di Chikasuzu da quattordici anni 52 anni Hiroko Suzuki
Yoshitsune[nota 1] Capo sacerdote del tempio Gyokuryū sul monte Kurama, defunto leader della Genjibotaru [nota 2]
non parla
Taiga Saijō/Benkei Musashibō[nota 3] Proprietario di un negozio di libri usati in via Teramachi a Kyoto, omicida 35 anni Hirotaka Suzuoki Diego Sabre
Shōzō Sakura/Saburō Ise[nota 4] Proprietario di un negozio di antiquario in via Teramachi a Kyoto, ladro, sesta vittima sgozzata 51 anni Saburō Kamei Riccardo Rovatti
Hachirō Kataoka[nota 5] Ladro, prima vittima 34 anni Kiyomitsu Mizuuchi
Shichirō Washio[nota 6] Ladro, seconda vittima 35 anni Shinobu Satouchi
Rokurō Kamei[nota 7] Ladro, terza vittima 35 anni Kōzō Mito
Heishirō Bizen[nota 8] Vecchio conoscente di Heiji, ladro, quarta vittima pugnalata 35 anni
non parla
Jirō Suruga[nota 9] Proprietario dello Snack Jirō nel quartiere Higashiyama di Kyoto, ladro, quinta vittima 32 anni
non parla
  1. ^ Il nome in codice è quello di Minamoto no Yoshitsune.
  2. ^ Il leader della Genjibotaru è morto nel suo tempio tre mesi prima a causa di una grave malattia.
  3. ^ Il nome in codice è quello di Saitō Musashibō Benkei, uno dei discepoli di Minamoto no Yoshitsune.
  4. ^ Il nome in codice è quello di Ise Saburō Yoshimori, uno dei discepoli di Minamoto no Yoshitsune. Il nome "Saburō" (三郎?) contiene l'ideogramma del numero 3 (三).
  5. ^ Il cognome usato nell'organizzazione criminale deriva da quello di Kataoka Tsuneharu, uno dei discepoli di Minamoto no Yoshitsune. Il nome "Hachirō" (八郎?) contiene l'ideogramma del numero 8 ( hachi?). Nella versione italiana del film viene chiamato "Akira".
  6. ^ Il cognome usato nell'organizzazione criminale deriva da quello di Washio Yoshihisa, uno dei discepoli di Minamoto no Yoshitsune. Il nome "Shichirō" (七郎?) contiene l'ideogramma del numero 7 (? si può pronunciare anche "shichi").
  7. ^ Il cognome usato nell'organizzazione criminale deriva da quello di Kamei Shigekiyo, uno dei discepoli di Minamoto no Yoshitsune. Il nome "Rokurō" (六郎?) contiene l'ideogramma del numero 6 ( roku?).
  8. ^ "Heishirō Bizen" (備前平四郎 Bizen no Heishirō?) contiene l'ideogramma del numero 4 (? si può pronunciare anche "shi"). Heishirō Bizen è l'unico membro dell'organizzazione Genjibotaru a non avere un nome in codice relativo a Minamoto no Yoshitsune.
  9. ^ Sia il nome che il cognome sono nomi in codice usati nell'organizzazione criminale, derivati da quelli di Suruga Jirō, uno dei discepoli di Minamoto no Yoshitsune. Benché la sillaba ji nel nome sia scritta con l'ideogramma 次 ("prossimo"), vi è comunque un riferimento ad un numero perché "ji" è una delle possibili pronunce dell'ideogramma del numero 2 (二).

Nota: tutti i nomi di battesimo che fanno parte dei nomi in codice delle vittime assassinate terminano in "rō" (? "figlio").

Collegamenti con altri casi[modifica | modifica sorgente]

  • Nel terzo OAV, uscito lo stesso anno, compare Heishiro Bizen, la quarta vittima, pugnalata al cuore dall'omicida: qui ha 34 anni, mentre nel film ne ha compiuti 35.
  • Nel film vi è un riferimento al secondo film: quando Heiji rivela che Shōzō Sakura è il ladro Saburō Ise, Kogoro afferma che di sicuro lui stesso non è una vittima, benché il suo nome, "Kogorō" (小五郎?), contenga l'ideogramma del numero 5 ( go?) e le vittime abbiano nel nome i numeri da 2 a 8 tranne appunto il 5. Il suo nome inoltre termina con l'ideogramma "rō" come quelli delle vittime, anche se lui non lo dice. Conan commenta dicendo che "quello successe molto tempo fa", riferendosi al secondo film, in cui l'assassino uccide vittime i cui nomi sono collegati a delle carte da gioco e quindi per la maggior parte contengono ideogrammi e/o pronunce di numeri. Nella versione italiana questo riferimento non è stato mantenuto: Kogoro dice solo che aveva già sospettato che Sakura fosse il ladro, causando un'incoerenza con gli ideogrammi dei nomi delle vittime che appaiono in sovrimpressione.

Colonna sonora[modifica | modifica sorgente]

Exquisite-kfind.png Per approfondire, vedi Colonne sonore di Detective Conan.

Per questo film il musicista Katsuo Ōno ha composto trentuno nuove tracce che sono poi state usate anche nella serie televisiva. La sigla finale è Time After Time ~ Hana mau machi de ~ (Time after time〜花舞う街で〜? lett. "Volta dopo volta - Nella strada dei fiori turbinanti"), di Mai Kuraki.

Versione italiana[modifica | modifica sorgente]

In Italia il film è stato solo trasmesso in televisione, in una versione intera e in una divisa in cinque parti da venti minuti circa, entrambe senza censure video e con lo stesso doppiaggio non censurato.

La versione intera è stata trasmessa per la prima volta su Hiro il 5 ottobre 2009 e replicata per la prima volta in chiaro su Italia 1 domenica 11 settembre 2011, alle ore 14:30. Questa versione mantiene la sigla finale originale con le relative immagini e l'introduzione che riassume l'inizio della storia del manga, presente in ogni film seppur con qualche differenza. L'epilogo è dopo la sigla finale come in originale. Alla trasmissione su Italia 1, finora l'unica in chiaro per questa versione, non sono state trasmesse né la sigla finale né l'epilogo.

La versione divisa in parti è stata trasmessa su Italia 2 dal 1º al 5 agosto 2012. Per questa versione è stata utilizzata come sigla sia iniziale che finale di ogni parte la prima sigla italiana della serie televisiva, Detective Conan di Giorgio Vanni, con le immagini della sigla di apertura dell'episodio speciale 479, in cui sono presenti quindi anche alcuni personaggi comparsi solo in quell'episodio. Per la prima parte della sigla finale, le immagini sono spostate sulla destra ed i titoli internazionali in inglese scorrono su sfondo nero sulla parte sinistra dello schermo. La versione divisa in parti è priva dell'introduzione e ha l'epilogo collocato prima della sigla finale anziché dopo.

Nel doppiaggio italiano, solo in questo film, Kogoro viene erroneamente chiamato "ispettore". Inoltre, sempre solo in questo film, viene detto "Giovane Squadra dei Detective", invece che "Squadra dei Giovani Detective" come avviene di solito nella traduzione dell'anime, ma sono comunque entrambe traduzioni corrette di "Shōnen Tanteidan" (少年探偵団?).

Altre informazioni[modifica | modifica sorgente]

  • Questo è l'unico film in cui Conan ritorna momentaneamente Shinichi. Ci riesce grazie al paikal, un liquore cinese simile al whisky. Conan aveva già usato questo liquore, ma, dopo la prima volta, non aveva più funzionato perché il suo corpo aveva sviluppato gli anticorpi.[2] Tuttavia, in questo film Ai gli dà una pillola che causa il raffreddore e, in questo modo, le sue difese immunitarie diventano più deboli e quindi il liquore funziona di nuovo.

Incassi[modifica | modifica sorgente]

Il film ha incassato circa tre miliardi e 200 milioni di yen, ovvero circa 21 milioni di euro, classificandosi al terzo posto dei film giapponesi con il maggior incasso in patria nel 2003.[3]

Home video[modifica | modifica sorgente]

In Giappone il film è stato pubblicato da Universal Music Japan in DVD il 17 dicembre 2003[4] e in VHS il 7 aprile 2004[5]. Dopodiché, il film è stato pubblicato da Being con l'etichetta B-vision in Blu-ray Disc il 24 dicembre 2010[6]. Being ha pubblicato anche una nuova edizione in DVD il 25 febbraio 2011[7]. In Italia non è mai stato pubblicato per l'home video.

Versione a fumetti[modifica | modifica sorgente]

Con i fotogrammi di questo film è stato prodotto un anime comic in due volumi dal titolo Gekijōban Meitantei Conan - Meikyū no crossroad (劇場版 名探偵コナン 迷宮の十字路(クロスロード) Gekijōban Meitantei Konan - Meikyū no kurosurōdo?, "Detective Conan - Il film - L'incrocio del labirinto"). La "prima parte" ( ?) è stata pubblicata da Shogakukan il 18 novembre 2003[8] (ISBN 4-09-127751-9), la "seconda parte" ( ge?) il 18 dicembre dello stesso anno[9] (ISBN 4-09-127752-7). Un'edizione in volume unico è stata poi pubblicata sempre da Shogakukan il 15 aprile 2006[10] (ISBN 4-09-120518-6).

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ (JA) Detective Conan - L'incrocio del labirinto in allcinema. URL consultato il 25 settembre 2010.
  2. ^ Manga, volume 10, file 2-8; episodi da 48 a 50 della serie televisiva, da 49 a 51 secondo la numerazione italiana
  3. ^ (JA) Film con il maggior incasso nel 2003, Associazione dei produttori cinematografici giapponesi. URL consultato il 13 maggio 2008 (archiviato dall'url originale il 15 dicembre 2009).
  4. ^ (JA) Detective Conan - L'incrocio del labirinto [DVD] in Amazon.co.jp. URL consultato il 3 aprile 2014.
  5. ^ (JA) Detective Conan - L'incrocio del labirinto [VHS] in Amazon.co.jp. URL consultato il 3 aprile 2014.
  6. ^ (JA) Film - Detective Conan - L'incrocio del labirinto (Blu-ray) in Amazon.co.jp. URL consultato il 3 aprile 2014.
  7. ^ (JA) Film - Detective Conan - L'incrocio del labirinto [DVD] in Amazon.co.jp. URL consultato il 3 aprile 2014.
  8. ^ (JA) Detective Conan - Il film - L'incrocio del labirinto - Prima parte, Shogakukan. URL consultato il 21 febbraio 2010 (archiviato dall'url originale il 3 gennaio 2011).
  9. ^ (JA) Detective Conan - Il film - L'incrocio del labirinto - Seconda parte, Shogakukan. URL consultato il 21 febbraio 2010 (archiviato dall'url originale il 3 gennaio 2011).
  10. ^ (JA) Detective Conan - Il film - L'incrocio del labirinto, Shogakukan. URL consultato il 21 febbraio 2014.

Voci correlate[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]