Dafni (mitologia)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Pan insegna a Dafni a suonare il "Flauto di Pan", Napoli, Museo Archeologico (proveniente dalla Collezione Farnese).

Dafni è una figura della mitologia greca, figlio della ninfa Dafnide e del dio Ermes, nato in un bosco di alloro vicino alla vallata del fiume Irminio nel ragusano.

In certe versioni del mito diventa l'amato pederastico di Hermes, piuttosto che suo figlio: Dafni è descritto e mostrato allora come un eromenos. Famoso per la sua bellezza, di lui si presero cura Apollo, Pan e Artemide e dagli stessi apprese molte cose, fra le altre a comporre poesie bucoliche.

Divenne un pastore esperto e fu amato dalla ninfa Achenais. In una versione della sua leggenda, si narra della sua infedeltà, tanto che la ninfa, ingelosita, lo accecò.

Dafni concluse i propri giorni intonando tristi pastorali, di cui è considerato l'inventore. Cercò di uccidersi buttandosi da una rupe, ma il dio Dioniso lo salvò trasformandolo in pietra.

Omonimia[modifica | modifica wikitesto]

Questo Dafni non va confuso con l'omonimo protagonista del romanzo Amori pastorali di Dafni e Cloe di Longo Sofista tradotto da Annibal Caro.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Anna Ferrari, Dizionario di mitologia greca e latina, Torino, UTET, 2002 ISBN 88-7750-754-3

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

mitologia greca Portale Mitologia greca: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di mitologia greca