Claire Trevor

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Claire Trevor in un'immagine promozionale degli anni 30.
Statuetta dell'Oscar Oscar alla miglior attrice non protagonista 1949

Claire Trevor, pseudonimo di Claire Wemlinger (New York, 8 marzo 1910Newport Beach, 8 aprile 2000), è stata un'attrice cinematografica, teatrale e televisiva statunitense.

Fu soprannominata "La regina del film noir" per aver interpretato molte volte la parte di "cattiva ragazza" in film noir o thriller.

Biografia[modifica | modifica sorgente]

Claire Trevor nacque da una famiglia di origini tedesche, irlandesi e francesi. In passato la sua data di nascita veniva accreditata erroneamente al 1909, infatti per un certo periodo si pensò che la Trevor fosse morta a 91 anni anziché a 90.

Claire Trevor nel trailer de L'ombra del passato (1944)

Iniziò a recitare dopo aver frequentato la Columbia University e aver studiato recitazione all'Accademia Americana di Arti Drammatiche[1]. Dopo aver lavorato a Broadway, esordì nel cinema recitando in alcuni cortometraggi girati a Brooklyn con il sistema Vitaphone[2], dopodiché si trasferì a Hollywood[1], dove esordì nel western Life in the Raw (1933).

Tra il 1933 e il 1938, Claire Trevor recitò in 29 film, il più importante dei quali fu il dramma sociale Strada sbarrata (1937) di William Wyler, a fianco di Humphrey Bogart, dove interpretò il ruolo di Francie, l'ex-fidanzata di un gangster divenuta una prostituta malata di sifilide. Per questo film, la Trevor ottenne una nomination all'Oscar alla miglior attrice non protagonista, in una delle più brevi performance mai candidate al premio: l'attrice comparve nella pellicola per soli 4 minuti.

Nel 1939 si fece notare nel western Ombre rosse di John Ford, a fianco di John Wayne, nel ruolo della prostituta Dallas, che viene cacciata dai cittadini benpensanti e si unisce ai passeggeri di una diligenza, rivelando un'anima nobile e un cuore tenero dietro le maniere rudi[1][2].

Durante la sua carriera, che conta oltre 60 titoli, Claire Trevor interpretò molto spesso ruoli di aristocratiche decadute o donne di malaffare[1], e in genere di femme fatale in film come L'ombra del passato (1944), a fianco di Dick Powell e Perfido inganno (1947) accanto a Lawrence Tierney, riconosciuti tra i film più importanti della carriera dell'attrice. Nel 1949 vinse l'Oscar alla miglior attrice non protagonista per la sua interpretazione della disperata Gaye Dawn, l'amante alcolizzata di uno spietato gangster (Edward G. Robinson), nel film L'isola di corallo (1948), di nuovo a fianco di Humphrey Bogart.

Claire Trevor tornò a lavorare con John Wayne nel film Prigionieri del cielo (1954). La sua interpretazione della frivola May Holst le portò la sua terza e ultima nomination all'Oscar alla miglior attrice non protagonista.

Recitò fino al 1987 e presenziò alla cerimonia di consegna dei Premi Oscar 1998.

Vita privata[modifica | modifica sorgente]

Claire Trevor si sposò tre volte: prima con Clark Andrews (1938-1942), poi con Cylos William Dunsmoore (1943-1947) e infine con Milton Bren nel 1948. Il figlio Charles morì in un incidente aereo nel 1978, e l'anno dopo Bren morì di tumore al cervello.

Morì l'8 aprile 2000 per un'insufficienza respiratoria.

Ha una stella sulla Hollywood Walk of Fame.

Premi e candidature[modifica | modifica sorgente]

Claire Trevor nel trailer di Prigionieri del cielo (1954)

Premio Oscar.

Premio Emmy.

  • Nomination Miglior Attrice in un Film Televisivo o Mini-Serie per Producers' Showcase.

Filmografia[modifica | modifica sorgente]

Doppiatrici italiane[modifica | modifica sorgente]

Claire Trevor è stata doppiata da:

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ a b c d Il chi è del cinema, De Agostini, 1984, Vol. II, pag. 529
  2. ^ a b Le Garzantine - Cinema, Garzanti, 2000, pag. 1165

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

Predecessore Oscar alla miglior attrice non protagonista Successore
Celeste Holm
per Barriera invisibile
1949
per L'isola di corallo
Mercedes McCambridge
per Tutti gli uomini del re

Controllo di autorità VIAF: 32197544 LCCN: n86075579