Chiesa di Saint-Eustache

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Coordinate: 48°51′48″N 2°20′42″E / 48.863333°N 2.345°E48.863333; 2.345

Chiesa di Sant'Eustachio
Église Saint-Eustache
Esterno
Esterno
Stato Francia Francia
Regione France moderne.svg Île-de-France
Località Grandes armes de la ville de Paris.svg Parigi
Religione Cristiana cattolica di rito romano
Diocesi Arcidiocesi di Parigi
Stile architettonico Tardo gotico, rinascimentale, neoclassico
Inizio costruzione 1532
Completamento 1637
(FR)
« Il y a bien dans tout cet intérieur une affectation théâtrale, le désir évident de surprendre, et, si ce vaisseau était entièrement recouvert de peintures, si les fenêtres étaient garnies de vitraux légèrement coloriés, l'intérieur de l'église Saint-Eustache aurait toute l'apparence d'un palais de fées, sinon d'une église catholique. »
(IT)
« Ben si nota in tutto l'interno un'ostentazione teatrale, il desiderio evidente di sorprendere e se questa navata fosse stata completamente coperta di pitture e se le finestre fossero state ornate da vetrate leggermente colorate, l'interno della chiesa di Sant'Eustachio avrebbe tutta l'apparenza di un palazzo fatato, e non di una chiesa cattolica. »
(Eugène Viollet-le-Duc)

La chiesa di Sant'Eustachio (in francese église Saint-Eustache) è un luogo di culto cattolica situata nel I arrondissement di Parigi, una delle chiese più famose della città.

Storia[modifica | modifica sorgente]

La chiesa in un disegno del XVII secolo

La chiesa di Saint-Eustache fu costruita per iniziativa del re Francesco I di Francia fra il 1532 e il 1633 sul luogo di una chiesa più antica costruita nel 1214. La struttura era basata su quella delle grandi cattedrali gotiche francesi con aggiunte in stile rinascimentale. La chiesa venne solennemente consacrata il 26 aprile 1637 dall'arcivescovo di Parigi Jean-François de Gondi. Tuttavia la costruzione fu tutt'altro che tranquilla: a causa di problemi economici fu bloccata più volte e la facciata ovest, quella principale, rimase incompiuta all'altezza del rosone e senza torri campanarie.

Già nel 1665 il contrôleur général des finances (in italiano: controllore generale delle finanze) Jean-Baptiste Colbert aveva richiesto all'architetto regio Louis Le Vau il progetto per una nuova facciata, ma soltanto nel 1754 cominciarono i lavori per volere di Luigi Filippo II di Borbone-Orléans sotto la direzione di Jean Mansart de Jouy. La costruzione di protrasse sino alla mancanza di fondi, a causa della quale non fu mai realizzato il campanile di destra.

Questa fu la chiesa in cui il Re Sole ricevette la prima comunione; sempre in questa chiesa sono sepolti noti personaggi come Jean-Baptiste Colbert, Madame de Pompadour e Anna Maria Mozart.

Descrizione[modifica | modifica sorgente]

Esterno[modifica | modifica sorgente]

Il fianco e il transetto destro

La chiesa, con la sua lunghezza di 100 metri, la larghezza di 43 metri e l'altezza della navata centrale di 33,5 volta, è la più grande chiesa rinascimentale della Francia.

All'esterno, si presenta come una grande chiesa in stile gotico, però con rifiniture e particolari in stile rinascimentali. Caratterizzano la struttura gli archi rampanti privi di guglie e le grandi quadrifore dalle forme tondeggianti. Le due facciate del transetto sono, nella struttura, uguali fra di loro. Nel timprano della facciata del transetto di destra, si trova una meridiana.

La facciata principale, rivolta verso ovest, è opera degli architetti Jean Mansart de Jouy e Pierre-Louis Moreau-Desproux. In stile neoclassico e rimasta priva del campanile di destra, è preceduta da un ampio protiro a due ordini sorretto da colonne ioniche nell'ordine inferiore, corinzie in quello superiore.

Una scultura, chiamata Écoute, è presente dal 1989 di fronte alla chiesa sulla Piazza René Cassin.

Interno[modifica | modifica sorgente]

L'interno
L'organo

L'interno della chiesa di Sant'Eustachio è a forma di croce latina con cinque navate coperte da volte a crociera e separate da esili pilastri polistili. Qui domina sul rinascimentale delle rifiniture il tardogotico della struttura.

La navata centrale, come anche il transetto e il profondo coro terminante con abside poligonale, ha sia il triforio che il cleristorio. All'interno della grande chiesa c'è l'alternanza di archi a tutto sesto (triforio volte, quadrifore, arcate della navata centrale) e di archi a sesto acuto (arcate dell'abside, cappelle laterali).

Nella chiesa vi sono alcune opere d'arte di notevole importanza. Fra queste, di Rubens vi è il quadro raffigurante la Cena di Emmaus; è invece di Antoine Coysevox la Tomba di Colbert, severo monumento funerario in marmi policromi costruito nel 1687. Non mancano pregevoli opere di artisti italiani, come Tobia e Tobiolo del fiorentino Santi di Tito, l'Estasi di Santa Maddalena del senese Rutilio Manetti e una tela del napoletano Luca Giordano. In Sant'Eustachio sono sepolti anche Scaramouche, Rameau e Montesquieu.

Organo a canne[modifica | modifica sorgente]

Nella chiesa di Sant'Eustachio è conservato uno degli organi a canne più grandi e importanti di Parigi. Lo strumento, conservato dentro l'artistica cassa lignea barocca, è stato costruito dall'olandese J. L. van den Heuvel Orgelbouw nel 1989. A trasmissione meccanica con leva Barker per la consolle in cantoria ed elettronica per la consolle in navata, lo strumento ha 101 registri suddivisi fra le cinque tastiere di 61 note ciascuna e la pedaliera di 32. La sua disposizione fonica è la seguente:

Prima tastiera - Positif
Quintaton 16'
Montre 8'
Salicional 8'
Unda-Maris 8'
Bourdon 8'
Prestant 4'
Flûte à Fuseau 4'
Nasard 2.2/3'
Doublette 2'
Tierce 1.3/5'
Larigot 1.1/3'
Septième 1.1/7'
Fourniture V
Cymbale II
Douçaine 16'
Trompette 8'
Cromorne 8'
Clairon 4'
Trémolo


Seconda tastiera - Grand-Orgue
Montre 32'
Montre 16'
Principal 8'
Flûte à Cheminée 8'
Violoncelle 8'
Grosse Flûte I–II 8'
Prestant 4'
Flûte 4'
Doublette 2'
Grande Fourniture IV–VIII
Plein-Jeu IV–V
Sesquialtera II
Grand Cornet III–V
Bombarde 16'
Trompette 8'
Clairon 4'
Terza tastiera - Récit Expressif
Flûte à Cheminée 16'
Principal 8'
Cor de Nuit 8'
Flûte Traversière 8'
Viole de Gambe 8'
Voix Céleste 8'
Octave 4'
Flûte Octaviante 4'
Octavin 2'
Carillon III
Plein-Jeu VI
Contrebasson 32'
Bombarde 16'
Trompette Harmonique 8'
Basson-Hautbois 8'
Voix Humaine 8'
Clairon Harmonique 4'
Trémolo


Quarta tastiera - Grand-Chœur
Violonbasse 16'
Bourdon 16'
Diapason 8'
Flûte Majeure 8'
Violon 8'
Principal 4'
Grande Quinte 5.1/3'
Flûte Conique 4'
Grande Tierce 3.1/5'
Quinte 2.2/3'
Grande Septième 2.2/7'
Fifre 2'
Grande Neuvième 1.7/9'
Plein-Jeu Harmonique II–VIII
Clarinette 16'
Cor de Basset 8'
Tuba Magna 16'
Tuba Mirabilis 8'
Cor Harmonique 4'
Quinta tastiera - Solo
Flûte Harmonique 8'
Flûte Octaviante 4'
Nasard Harmonique 2.2/3'
Octavin 2'
Tierce Harmonique 1.3/5'
Piccolo Harmonique 1'
Harmoniques III
Ranquette 16'
Chalumeau 8'
Trompeteria II
Trompette en Chamade I–III 8'
Trémolo


Pédale
Principale basse 32'
Flûte 16'
Contrebasse 16'
Soubasse 16'
Grande Quinte 10.2/3'
Flûte 8'
Violoncelle 8'
Grande Tierce 6.2/5'
Quinte 5.1/3'
Flûte 4'
Flûte 2'
Théorbe II
Mixture V
Contre-Bombarde 32'
Contre-Trombone 32'
Bombarde 16'
Basson 16'
Trompette 8'
Baryton 8'
Clairon 4'

Altre immagini[modifica | modifica sorgente]

Voci correlate[modifica | modifica sorgente]

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]