Che pasticcio, Bridget Jones!

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
bussola Disambiguazione – Se stai cercando il romanzo omonimo, vedi Che pasticcio, Bridget Jones! (romanzo).
Che pasticcio, Bridget Jones!
PasticcioBridgetJones.jpg
Bridget Jones (Renee Zellweger) in una scena del film
Titolo originale Bridget Jones: The Edge of Reason
Paese di produzione Gran Bretagna
Anno 2004
Durata 103 min
Colore colore
Audio sonoro
Genere commedia romantica
Regia Beeban Kidron
Soggetto Helen Fielding
Sceneggiatura Helen Fielding, Andrew Davies, Richard Curtis, Adam Brooks
Produttore Tim Bevan, Jonathan Cavendish, Eric Fellner
Fotografia Adrian Biddle
Interpreti e personaggi
Doppiatori italiani

Che pasticcio, Bridget Jones è un film del 2004 seguito del film Il diario di Bridget Jones, girato da Beeban Kidron. Protagonista del film è Renée Zellweger nel ruolo di Bridget Jones. Il film è basato sul romanzo omonimo.

Ci sono sensibili cambiamenti fra il romanzo di Helen Fielding e il suo adattamento cinematografico, nonché fra la versione americana del film e la sua controparte europea, compreso un finale alternativo.

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Dopo una notte di sesso con il fidanzato, con il quale è insieme da 6 settimane 4 giorni e 7 ore, Bridget mentre è sul posto di lavoro decide di chiamarlo per ricordargli come è stata passionale la loro notte insieme, per poi scoprire che era in vivavoce e che Mark era in riunione di lavoro.

Dopo un servizio nel quale deve gettarsi da 6000 metri d'altezza con un paracadute (dove poi atterrerà in un porcile) viene chiamata dal suo capo. Bridget pensa che la sua carriera sia finita, ma il suo capo Richard le dirà che il servizio è stato apprezzato ai piani alti, che le vogliono affidare una nuova rubrica fissa. Proprio mentre è in quell'ufficio, Bridget vede Daniel Cleaver in televisione nel programma "La furbissima guida" e viene invitata dal capo a cena, ma rifiuterà a causa di un altro impegno, una cenetta romantica con Mark, che tuttavia verrà smentita per telefono l'istante successivo, così uscirà con i suoi tre amici single. Qui incontrerà Janey Osborne, soprannominata Medusa per la sua capacità di essere particolarmente "tagliente" con le sue parole: infatti rivelerà a Bridget che un'ora prima l'ha visto rientrare in casa con una ragazza ventiduenne dalle gambe lunghe di nome Rebecca Gillies. Per scoprire se Mark la sta tradendo, farà incursione a casa sua, scoprendo che era solo una riunione di lavoro.

Il giorno seguente mentre è al lavoro, Bridget incontra Daniel Cleaver il quale le farà un invito a cena, che verrà rifiutato perché Bridget sarà al ricevimento dell'Ordine degli Avvocati. Al ricevimento Mark non le rivolgerà quasi la parola e Bridget insulterà uno dei presenti, così all'uscita i due litigano, per poi riconciliarsi la sera stessa e lui la invita, con tanta enfasi da far sembrare che voglia chiederle di sposarlo deludendo l'aspettativa di lei, in settimana bianca con lui. Lei non gli dirà che non sa sciare, lui non le ha detto che sarebbero venuti anche gli altri avvocati, tra cui Rebecca. Bridget mentre scia fino a una farmacia e, credendo di essere incinta, compra un test. Quando Mark scopre questa possibilità ne è entusiasta, tuttavia si ritrovano a discutere sull'istruzione del bambino, ma infine il test risulta negativo.

Al loro ritorno, saranno invitati a pranzo dai genitori di lei. Tra i vari argomenti, salterà fuori quello del matrimonio e Mark affermerà che non è al momento una loro priorità. A casa di Mark, mentre lui è in bagno, Bridget sente un messaggio da parte di Rebecca che le fa pensare che lui abbia una relazione con lei e lo lascia. Poco dopo viene a sapere che i suoi genitori stanno per risposarsi e lei sarà la damigella.

Sul lavoro, le viene proposto di essere la Ragazza Guida insieme a La furbissima guida (Daniel Cleaver) per aumentare gli ascolti. Dovranno andare in Thailandia, ma li accompagnerà anche un'amica di Bridget, Shazzer. Qui Daniele e Bridget si riscoprono, ma mentre è sono in camera dell'uomo insieme arriva una prostituta thailandese che lui aveva prenotato e Bridget decide di tornare in Inghilterra, ma verrà arrestata all'aeroporto. Mark, che si trovava lì per lavoro, andrà a trovarla e le assicurerà di essere liberata entro una settimana. Parlando con le sue compagne di cella che hanno subito maltrattamenti gravi da parte dei loro compagni, Bridget si accorge di essere stata troppo esigente con Mark.

Mark troverà Daniel e gli chiederà se aveva visto Bridget mentre la arrestavano. Daniel afferma che l'aveva vista e i due iniziano una rissa.

Bridget torna a Londra e i suoi genitori la accompagnano a casa, dove la accolgono con sorpresa i suoi amici, compresa Shazzer, che si scusa (infatti la cocaina che avevano trovato nella sua valigia, gliel'aveva data lei dicendo che era un regalo di Jed, un giovane ragazzo che Shazzer aveva incontrato in Thailandia). I suoi amici le dicono che grandi cose Mark ha fatto per riuscire a tirarla fuori di prigione. Così corre subito a casa sua, dove però trova Rebecca, la quale le confessa che non è assolutamente innamorata di Mark, ma è innamorata di lei e la bacia. Bridget, che non ricambia il suo amore, glielo dice e prende un taxi per raggiungere Mark; lo trova in riunione e gli dichiara il suo amore e lui, usciti dalla sala, le chiede di sposarla.

Nel finale, i genitori di Bridget si risposano e Mark e Bridget si baciano.

Box Office[modifica | modifica wikitesto]

Il film ha incassato $262,520,724.

Colonna sonora[modifica | modifica wikitesto]

  1. Will Young - Your Love Is King
  2. Jamelia - Stop!
  3. Kylie Minogue - Can't Get You out of My Head
  4. Joss Stone - Super Duper Love
  5. Mary J. Blige - Sorry Seems to Be the Hardest Word
  6. Robbie Williams - Misunderstood
  7. Love Affair - Everlasting Love (nel CD compare la versione di Jamie Cullum)
  8. Barry White - You're the First, the Last, My Everything
  9. Beyoncé featuring Jay Z - Crazy in Love
  10. Rufus Wainwright featuring Dido - I Eat Dinner
  11. 10cc - "'m Not in Love
  12. Carly Simon - Nobody Does It Better
  13. Primal Scream - Loaded
  14. The Darkness - I Believe in a Thing Called Love
  15. Amy Winehouse - Will You Still Love Me Tomorrow?
  16. Minnie Riperton - Lovin' You
  17. Aretha Franklin - Think
  18. Leona Naess - Calling
  19. Sting & Annie Lennox - We'll Be Together
  20. Harry Gregson-Williams - Bridget's Theme

Riconoscimenti[modifica | modifica wikitesto]

Curiosità[modifica | modifica wikitesto]

  • In una delle scene del film, Hugh Grant, in una galleria d'arte, fa un servizio televisivo sul pittore americano d'arte contemporanea John Currin.
  • Il libro che Shazzer e Jad leggono sull'aereo è "The beach" di Alex Garland.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

cinema Portale Cinema: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di cinema