Campionato italiano di hockey su ghiaccio 2005-2006

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Il campionato italiano maschile di hockey su ghiaccio 2005-2006 era articolato in Serie A, Serie A2, Serie C Under 26 e serie C Interregionale.

Serie A[modifica | modifica wikitesto]

Per l'accordo con il noto marchio di articoli sportivi, la denominazione ufficiale del massimo campionato è Rbk Hockey Cup.

Per la stagione 2005/06 sono iscritte 8 società: Alleghe H.C., Asiago Hockey A.S., H.C. Bolzano Foxes, S.G. Cortina, S.H.C. Fassa, H.C.J. Milano Vipers, Renon Ritten Sport Hockey e H.C. Valpusteria Lupi Brunico.

Le squadre si sono affrontate in un triplo girone di andata e ritorno, con tre interruzioni, la più lunga delle quali - a febbraio - in vista dei XX Giochi olimpici invernali. Al termine della regular season, le otto squadre furono divise in due gironi: nel girone A le squadre classificate al 1º, 4º, 5º e 8º posto, nel girone B quelle classificate al 2º, 3º, 6º e 7º posto. Le squadre si sono portate in eredità un terzo dei punti conquistati nella stagione regolare.

La fase intermedia (Master Round) è durata 6 giornate (girone di andata e ritorno). Le prime due di ogni girone hanno avuto accesso ai play-off: semifinali e finali sono state giocate con una serie al meglio delle cinque.

Regular Season[modifica | modifica wikitesto]

Classifica finale

Squadra Pt. Vinte Nulle Perse GF GS
Milano 54 24 6 12 143 104
Alleghe 49 19 11 12 132 104
Renon 48 19 10 13 122 113
Cortina 45 19 7 16 122 104
Asiago 44 18 8 16 113 109
Bolzano 40 15 10 17 115 110
Val Pusteria 34 12 10 20 114 154
Fassa 22 8 6 28 103 166

Master Round[modifica | modifica wikitesto]

Girone A[modifica | modifica wikitesto]

Classifica finale

Squadra Pt. Vinte Nulle Perse GF GS
Milano 25 1 5 0 18 14
Cortina 22 2 3 1 16 14
Asiago 16 0 2 4 12 22
Fassa 15 3 2 1 19 15

Girone B[modifica | modifica wikitesto]

Classifica finale

Squadra Pt. Vinte Nulle Perse GF GS
Renon 25 4 1 1 33 24
Alleghe 24 4 0 2 30 20
Bolzano 16 1 1 4 17 22
Val Pusteria 15 2 0 4 18 32

Semifinali[modifica | modifica wikitesto]

Al meglio delle cinque gare, con la prima, la terza e l'eventuale quinta in casa della meglio classificata al termine della Regular Season.

Gara 1 - 28 marzo 2006
Milano - Alleghe 5-2
Renon - Cortina  2-5
Gara 2 - 30 marzo 2006
Alleghe - Milano 5-4 o.t.
Cortina - Renon  6-4
Gara 3 - 1º aprile 2006
Milano - Alleghe 6-1
Renon  - Cortina 4-3 o.t.
Gara 4 - 4 aprile 2006
Alleghe - Milano 5-6 o.t.
Cortina - Renon  1-3
Gara 5 - 6 aprile 2006
Renon  - Cortina 5-2

Finale[modifica | modifica wikitesto]

Al meglio delle cinque gare, con la prima, la terza e l'eventuale quinta in casa della meglio classificata al termine della Regular Season.

Gara 1 - 8 aprile 2006
Milano - Renon 4-1
Gara 2 - 11 aprile 2006
Renon - Milano 1-3
Gara 3 - 13 aprile 2006
Milano - Renon 4-3 d.r.

Scudetto.svg L'Hockey Club Junior Milano Vipers vince il quinto titolo consecutivo.

Formazione Campione d'Italia: Nicola Barban – Christian Borgatello – Giuseppe Busillo – Giuseppe Chiesa – Mario Brian Chitarroni – Ryan Christie – Paolo Della Bella – Mark Demetz – Michael Di Stefano – Magnus Eriksson – Dino Felicetti – Patrick Frizzera – Armin Helfer – Christopher Joseph – Greg Koehler – Riku Petteri Lehtonen – Alberto Lunini – Brett Lysak – Maurizio Mansi – Ilario Marchetti – Corrado Michael Mezzacane – Tommaso Migliore – Andrea Molteni – Matteo Molteni – Maximillian Oberrauch – Justin Peca – Benedetto Pirro – Marco Pozzi – Marco Raymo – Ryan Savoia – Trevor Sherban – Michele Strazzabosco – Daniel Tkaczuk.
Allenatore: Adolf Insam

Coppa Italia[modifica | modifica wikitesto]

Nella stagione 2005/06 - che prevedeva tre gironi di andata e ritorno per il numero esiguo di squadre iscritte - c'è stato un cambiamento di formula rispetto alla consueta final-four: la finale della Coppa Italia 2005 si è svolta in gara unica tra la prima e la seconda classificata al termine del secondo girone di andata e ritorno.

Gara Unica - 8 gennaio 2006
HC Milano Vipers - HC Cortina 3-0.

Coccarda Coppa Italia.svg L'Hockey Club Junior Milano Vipers si è aggiudicata per la terza volta il trofeo.

Serie A2[modifica | modifica wikitesto]

La seconda divisione è denominata Serie A2. Per la stagione 2005/06 erano iscritte 10 squadre: Appiano Pirats, S.V. Caldaro, Egna Wild Goose, H.C. Merano, Pontebba Aquile, H.C. Settequerce, H.C. Torino Bulls, H.C. Gherdëina - Val Gardena, H.C. Valpellice e W.S.V. Vipiteno Broncos.

La formula: doppio girone di andata e ritorno seguito dai play-off.

La Regular Season ha visto chiudere in testa il Pontebba, seguito da Merano e Vipiteno. Chiudono la classifica le due compagini piemontesi, Valpellice e Torino, che si giocano la salvezza nei play-out, vinti poi dal Valpellice per tre gare a zero.

La finale dei play-off è fra Merano e Pontebba, dopo due serie di semifinali entrambe giunte a gara 7, rispettivamente contro Caldaro e Gherdëina.

Finale[modifica | modifica wikitesto]

Gara 1     - 16 marzo 2006
Pontebba - Merano 5-2
Gara 2     - 18 marzo 2006
Merano - Pontebba 3-2
Gara 3     - 20 marzo 2006
Pontebba - Merano 7-4
Gara 4     - 22 marzo 2006
Merano - Pontebba 0-1

Il Pontebba Aquile è promosso in serie A.

Formazione campione della serie A2:
Andreas Alnered, Fabio Armani, Ulrich Buzzi, Gianluca Canei, Erik Johan Carlsson, Riccardo Cini, Roberto Ciprian, Jan Eriksson, Daniele Fortin, Felice Giugliano, Matt Groman, Adnan Hadzisulejmanovic, Nejc Japelj, Peter Mainer, Sasha Meneghetti, Arno Oberrauch, Joni Petrell, Marco Pietrafesa, Marcello Platè, Omar Dario Prà Floriani, David Stricker, Luca Traverso, Marco Tremolaterra, Nicola Vernaccini, Miha Zbontar.

Serie C Under 26[modifica | modifica wikitesto]

La terza divisione ha una particolarità: le squadre partecipanti possono schierare soltanto giocatori Under 26, tanto che la denominazione ufficiale è Serie C - Under 26. Sono 16 le squadre partecipanti, divise in due gironi:

  • Girone A: All Stars Piemonte Torino, E.V. Bozen 84, H.C. Bressanone, S.V. Caldaro, H.C. Dobbiaco-Icebears, S.C. Ora, S.V. Prad - Prato Stelvio e S.S.I. Vipiteno.
  • Girone B: H.C. Amatori Agordino, Hockey Como, H.C. Feltreghiaccio, S.S.V. Laives, H.C. Junior Milano, A.S. Hockey Pergine, H.C. Pinè e H.C. Valrendena - Malè Pinzolo.

Si può notare che Caldaro e Milano Vipers (che giocherà a Lecco) schierano una seconda squadra in serie C. Lo stesso vale per Vipiteno, che eredita il posto dello WSV Stilfes.

Le squadre qualificate ai quarti di finale sono state: Bressanone, Vipiteno, Caldaro e Ora (Girone A); Milano, Pergine, Feltreghiaccio e Amatori Agordino (Girone B).

La finale (al meglio delle tre gare) si è giocata fra Milano e Feltreghiaccio, con i meneghini vincitori a Milano per 2-1 ed a Feltre per 1-6.

I Vipers Milano si sono dunque aggiudicati sia il campionato maggiore che la Serie C U26.

Serie C Interregionale[modifica | modifica wikitesto]

Esiste inoltre una quarta divisione Interregionale, cui prendono parte compagini provenienti da Lombardia, Piemonte, Valle d'Aosta, Emilia-Romagna. La Serie C Interregionale si compone di due divisioni:

Si noti che l'H.C. Valpellice (Serie A2) schiera la sua seconda squadra nella Prima Divisione. Era previsto un secondo girone della C1 interregionale per le squadre del Nord-Est (avrebbero dovuto partecipare: Admirals Brunico, Alta Badia Corvara, Falchi Boscochiesanuova, Lana Valsura, SC Ritten e Zoldo), che però non è stato disputato.

C1[modifica | modifica wikitesto]

In serie C1, il campionato va ai Les Aigles du Mont Blanc di Courmayeur, che ha chiuso il campionato a pari punti (30) con l'H.C. Bormio, ma con una miglior differenza reti (+122 contro +83).

C2[modifica | modifica wikitesto]

La serie C2 è invece andata ai Wizards Bologna, che nella finale play-off hanno battuto i Black Angels per 11-2.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]