Campionato italiano di hockey su ghiaccio 1988-1989

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Stagione 1988-1989
Campionato Campionato italiano
Sport Ice hockey pictogram.svg Hockey su ghiaccio
Numero squadre 10 serie
9 Serie B1
Stagione regolare
Prima classificata Varese Varese
Top scorer Mario Simioni (Asiago Hockey AS)
Retrocesse in Serie B HC Fiemme Fiemme Cavalese - Cortina Cortina
Scudetto.svg Finale scudetto
Campione italiano Varese Varese
Finalista Val di Fassa Val di Fassa

Il campionato italiano di hockey su ghiaccio 1988-89 è stato organizzato dalla FISG.

Serie A[modifica | modifica sorgente]

La novità più importante, in questo torneo, è il ritorno nella massima serie di una squadra di Milano, il Saima, vincitrice del campionato di Serie B nella stagione precedente.

La formula prevede la disputa di una prima fase, con doppia andata e ritorno, nella quale vengono determinate le posizioni per i raggruppamenti della seconda fase. Le ultime due squadre retrocedono in serie B.

Formazioni[modifica | modifica sorgente]

Risultano iscritte 10 squadre: Varese, Bolzano, Asiago, Milano Saima, Fassa, Alleghe, Brunico, Merano, Fiemme Cavalese e Cortina.

Regular Season[modifica | modifica sorgente]

Teams Punti
1. Varese 57
2. Bolzano 49
3. Asiago 42
4. Milano Saima 37
5. Fassa 37
6. Alleghe 36
7. Brunico 31
8. Merano 29
9. Fiemme Cavalese 26
10. Cortina 16

Fiemme e Cortina retrocedono in serie B.

Master Round[modifica | modifica sorgente]

Nella seconda parte, il campionato si sdoppia in due gruppi per determinare gli accoppiamenti per i playoff, ai quali si qualificano solo le prime due di ogni girone. Le formazioni mantengono i punti acquisiti negli scontri diretti delle fase precedente.

Girone A[modifica | modifica sorgente]

Tra parentesi i punti di bonus derivanti dalla prima fase.

Teams Punti
1. Varese 20 (8)
2. Fassa 11 (5)
3. Milano Saima 10 (4)
4. Merano 1 (1)

Girone B[modifica | modifica sorgente]

Tra parentesi i punti di bonus derivanti dalla prima fase.

Teams Punti
1. Asiago 17 (6)
2. Bolzano 14 (7)
3. Brunico 6 (2)
4. Alleghe 5 (3)

Play-off[modifica | modifica sorgente]

Finali 5º/6º e 7º/8º posto[modifica | modifica sorgente]

Si disputano anche le gare per determinare le posizioni delle squadre non qualificate ai playoff.

Finale 5º/6º posto[modifica | modifica sorgente]
  Finale 5º/6º posto
           
 Milano Saima Milano Saima 8 6
 Bruneck-Brunico Bruneck-Brunico 3 5


†: partita terminata ai tempi supplementari

Finale 7º/8º posto[modifica | modifica sorgente]
  Finale 7º/8º posto
           
 Alleghe Alleghe 8 8
 Merano Merano 3 2


Playoff scudetto[modifica | modifica sorgente]

  Semifinali Finali
                         
  1A  Varese Varese 3 7  
2B  Bolzano Bolzano 2 3  
  1A  Varese Varese 2 6 4
  2A  Val di Fassa Val di Fassa 1 0 2
1B  Asiago Asiago 8 3 2
  2A  Val di Fassa Val di Fassa 7 4 8  

†: partita terminata ai tempi supplementari

I bosini riescono a liquidare i campioni d’Italia in carica del Bolzano in 2 gare; nell’altra semifinale, il Fassa, contro ogni pronostico, supera l’Asiago in tre gare.

Finale 3º/4º posto[modifica | modifica sorgente]
  Finale 3º/4º posto
           
2B  Bolzano Bolzano 6 7
1B  Asiago Asiago 2 6


Il terzo posto è conquistato dal Bolzano che supera l'Asiago in due gare con il punteggio di 6-2 a Bolzano e 7-6 all'Hodegart.


Scudetto.svg L'Associazione Sportiva Mastini Varese Hockey vince il suo secondo scudetto.
Formazione Campione d’Italia: Danilo Bertotto - Cesare Carlacci - James Corsi - Anthony Currie - Vito D’Angelo - Robert De Piero - Robert Di Fazio - Flavio Farè - Andrea Gorini - Fabrizio Kasslatter - Matteo Malfatti - Michael Mastrullo - Patrick Micheletti - Frank Nigro - Luca Orrigoni - Davide Quilici - Bradley Shaw - Guido Tessari - Gabriele Villa - Vittorio Zafalon.
Allenatore: Bryan Lefley.

Classifica finale[modifica | modifica sorgente]

Pos. Squadra
1 Varese Varese
2 Val di Fassa Val di Fassa
3 Bolzano Bolzano
4 Asiago Asiago
5 Milano Saima Milano Saima
6 Bruneck-Brunico Bruneck-Brunico
7 Alleghe Alleghe
8 Merano Merano
9 HC Fiemme Fiemme Cavalese
10 Cortina Cortina

Marcatori[modifica | modifica sorgente]

Il miglior marcatore stagionale è Mario Simioni dell’Asiago che realizza 131 punti (73 gol e 58 assist), seguito da Mustafa Besic (Fassa, 127 p.ti, 45 + 83), Santino Pellegrino (Asiago, 126 p.ti, 66 + 60), Mark Morrison (Merano, 114 p.ti, 38 + 76) e Constant Priondolo (Alleghe, 105 p.ti, 49 + 56).

Serie B[modifica | modifica sorgente]

Prima fase[modifica | modifica sorgente]

Teams Punti
1. Gardena 29
2. Zoldo 24
3. Como 21
4. Renon 17
5. Latemar Bolzano 15
6. Vipiteno 13
7. Auronzo 11
8. Selva 11
9. Appiano 3

Poule finale[modifica | modifica sorgente]

Tra parentesi i punti in bonus derivanti dalla prima fase.

Teams Punti
1. Gardena 20 (5)
2. Como 16 (3)
3. Renon 15 (2)
4. Zoldo 14 (4)
5. Latemar Bolzano 9 (1)
6. Vipiteno 1 (0)

Playoff promozione[modifica | modifica sorgente]

  Semifinali Finali
                                 
  1  Gherdëina-Gardena Gherdëina-Gardena 5 3 5      
4  Zoldo Zoldo 3 4 4      
  1  Gherdëina-Gardena Gherdëina-Gardena 5 4 7 3
  2  Como Como 5 5 4 7
2  Como Como 6 5    
  3  Ritten-Renon Ritten-Renon 1 4      


Il Como ritorna in serie A.

Finale 3º/4º posto[modifica | modifica sorgente]
  Finale 3º/4º posto
           
3  Ritten-Renon Ritten-Renon 3 2
4  Zoldo Zoldo 4 4


Poule retrocessione[modifica | modifica sorgente]

Tra parentesi i punti in bonus derivanti dalla prima fase.

Teams Punti
7. Auronzo 6 (2)
8. Selva 5 (1)
9. Appiano 4 (0)

L'Appiano retrocede in serie B2.

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]


Parte di questo testo è stato preso da hockeytime.net, col consenso dell'autore.