Campionato italiano di hockey su ghiaccio 1999-2000

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Stagione 1999-2000
Campionato Campionato italiano
Sport Ice hockey pictogram.svg Hockey su ghiaccio
Numero squadre 15 serie A1
16 serie A2
Stagione regolare
Prima classificata Asiago Asiago
Top scorer Lucio Topatigh (Asiago Hockey)
Scudetto.svg Finale scudetto
Campione italiano Bolzano Bolzano
Finalista Asiago Asiago

Il campionato italiano maschile di hockey su ghiaccio 1999-2000 è stato come di consueto organizzato dalla FISG.

Serie A[modifica | modifica sorgente]

Squadre[modifica | modifica sorgente]

L'hockey italiano conosce un periodo di crisi e in estate Alleghe, Brunico, Bolzano, Merano e Vipiteno si autoretrocedono in A2 (dove si gioca con un solo straniero tesserabile), il Courmaosta cessa invece l'attività mentre solo tre compagini (Fassa, Asiago e Cortina-Milano) confermano la propria iscrizione al campionato di serie A, ma ancora non si trova un accordo sul numero di transfer card schierabili.

Il Cortina-Milano, data la situazione di stasi, e considerando il campionato italiano di un livello troppo basso, sceglie allora di iscriversi nel campionato francese (rinunciando all'eventuale titolo di campione di Francia e con l'obbligo di tesserare 5 giocatori con passaporto francese).

Per non far disputare un improponibile campionato costituito da sole due squadre (Fassa ed Asiago) vengono fatte salire dalla A2 e dalla B altre compagini, e anche le squadre che in un primo momento avevano deciso di autoretrocedersi nel campionato cadetto disputano quindi la A1. Contestualmente il Cortina, con la dirigenza sempre impegnata nell'accordo col Milano, allestisce una squadra anche per la A2 (il cui livello cala drasticamente per l'abbandono delle squadre più importanti che giocano ora nella A1) così come faranno anche Como e Milano.

Furono pertanto 15 le squadre partecipanti alla serie A in questa stagione: Alleghe, Appiano, Asiago, Auronzo, Bolzano, Como, Fassa, Laces - Val Venosta, Merano, Renon, Valpellice, Brunico, Varese, Vipiteno e Zoldo.

Formula[modifica | modifica sorgente]

Dopo una prima fase che prevedeva un girone di andata e ritorno, il campionato fu spezzato in tre: nel girone A le prime cinque classificate; nel girone B le squadre classificate al 6º, 8º, 10º, 12º e 14º posto; nel girone C quelle piazzatesi al 7º, 9º, 11º, 13º e 15º posto.

Le squadre del girone A e le prime classificate dei gironi B e C avranno accesso ai play-off scudetto. Uno spareggio tra le seconde classificate dei gironi B e C decide invece l'ottava squadra.

Regular Season[modifica | modifica sorgente]

Teams Punti
1. Asiago 80
2. Merano 67
3. Fassa 65
4. Bolzano 64
5. Vipiteno 59
6. Alleghe 56
7. Brunico 53
8. Valpellice 42
9. Como 38
10. Renon 31
11. Auronzo 26
12. Appiano 23
13. Varese 11
14. Laces Val Venosta 9
15. Zoldo 6


  • Squadre che accedono al girone A
  • Squadre che accedono al girone B
  • Squadre che accedono al girone C

Seconda fase[modifica | modifica sorgente]

Girone A[modifica | modifica sorgente]

Le squadre si portano in dote un terzo dei punti (indicati tra parentesi) della fase di qualificazione.

Teams Punti
1. Asiago 49 (26)
2. Bolzano 35 (21)
3. Merano 32 (22)
4. Fassa 28 (21)
5. Vipiteno 25 (19)

Girone B[modifica | modifica sorgente]

Le squadre si portano in dote un terzo dei punti (indicati tra parentesi) della fase di qualificazione.

Teams Punti
1. Alleghe 42 (18)
2. Valpellice 25 (14)
3. Appiano 22 (7)
4. Renon 17 (10)
5. Laces Val Venosta 6 (3)

Alleghe ai play-off, Valpellice allo spareggio.

Girone C[modifica | modifica sorgente]

Le squadre si portano in dote un terzo dei punti (indicati tra parentesi) della fase di qualificazione.

Teams Punti
1. Brunico 37 (17)
2. Como 27 (12)
3. Zoldo 13 (2)
4. Varese 11 (3)
5. Auronzo 6‡ (8)

‡ penalizzato di 8 punti

Brunico ai play-off, Como allo spareggio.

Spareggio playoff[modifica | modifica sorgente]

Gara unica
Valpellice Valpellice 4-0 Como Como

Play-off[modifica | modifica sorgente]

Le serie si sono giocate al meglio delle 5 gare.

  Quarti di finale Semifinali Finali
                                                   
  1  Asiago Asiago 8 8 7      
8  Valpellice Valpellice 2 1 0      
  1  Asiago Asiago 6 3 3  
  4  Val di Fassa Val di Fassa 2 0 2  
4  Val di Fassa Val di Fassa 4 3 8    
  5  Vipiteno Broncos Vipiteno Broncos 1 2 2      
    1  Asiago Asiago 1 2 10 2
  2  Bolzano Bolzano 2 3 0 5
  2  Bolzano Bolzano 9 6 6      
7  Bruneck-Brunico Bruneck-Brunico 1 3 5      
  2  Bolzano Bolzano 4 1 7 1 10
  6  Alleghe Alleghe 5 2 1 0 3  
3  Merano Merano 5 2 8 1 0
  6  Alleghe Alleghe 4 5 7 3 4  


†: partita terminata ai tempi supplementari; ‡: partita terminata ai tiri di rigore

Nonostante il dominio assoluto del campionato da parte dell'Asiago Hockey (che vince tutte le partite della regular season -tranne il match della seconda giornata contro il Vipiteno- della seconda fase, dei quarti di finale e delle semifinali, per un totale di 40 vittorie consecutive) in finale il Bolzano ha la meglio (nonostante una sconfitta per 10-0 in gara-3) e vince il titolo.

Scudetto.svg L'Hockey Club Bolzano vince il suo sedicesimo scudetto.
Formazione Campione d'Italia: Christian Alderucci – Alex Avancini – Gianluca Baggio – Manuel Bergamo – Armando Chelodi – Giorgio Comploi – Alex Egger – Philipp Eheim – Samuel Ermantraud – Michael Forer – Davide Giacomin – Günther Hell – Paolo Lasca – Brian Loney – David Mattevi – Martin Mayr – Mario Nobili – Martin Pavlu – Marco Poulsen – Ruggero Rossi De Mio – Christian Rottensteiner – Roberto Stefani – Christian Timpone – Enrico Turetta – Mikhail Vassilev – Christian Walcher – Harald Zingerle – Stefan Zisser – Demian Zucal.
Allenatore: Bernd Haake.

Classifica finale[modifica | modifica sorgente]

Pos. Squadra
1 Bolzano Bolzano
2 Asiago Asiago
3 Val di Fassa Val di Fassa
4 Alleghe Alleghe
5 Merano Merano
6 Vipiteno Broncos Vipiteno Broncos
7 Bruneck-Brunico Bruneck-Brunico
8 Valpellice Valpellice
9 Como Como
10 Eppan-Appiano Eppan-Appiano
11 Ritten-Renon Ritten-Renon
12 Zoldo Zoldo
13 Varese Varese
14 Auronzo Auronzo
15 Val Venosta Val Venosta

Classifica marcatori[modifica | modifica sorgente]

Regular season[modifica | modifica sorgente]

Squadra Giocatore Punti Gol Assist
Asiago Lucio Topatigh 94 41 53
Vipiteno Alex Gschliesser 78 42 36
Asiago Aleksandr Galchenyuk 71 24 47
Brunico Wladimir Eremin 65 23 42
Bolzano Armando Chelodi 60 25 35

Playoff[modifica | modifica sorgente]

Squadra Giocatore Punti Gol Assist
Asiago Aleksandr Galchenyuk 24 6 18
Bolzano Brian Loney 18 11 7
Bolzano Armando Chelodi 17 8 9
Bolzano Alexander Egger 17 5 12
Bolzano Martin Pavlu 15 9 6

Serie B[modifica | modifica sorgente]

Formazioni[modifica | modifica sorgente]

Sono 16 le squadre iscritte, divise in due gironi.

Regular Season[modifica | modifica sorgente]

Gruppo occidentale[modifica | modifica sorgente]

Teams Punti
1. Varese-Chiavenna 34
2. Milano 34
3. Torino 26
4. Falchi Bosco 25
5. Lariana Como 21
6. Val d'Aosta 16
7. Pinerolo 10
8. Bergamo 2
Seconda fase Gruppo occidentale[modifica | modifica sorgente]

Le squadre si portarono in dote un punteggio relativo alla loro posizione in classifica nella regular season: Varese 4 punti, Milano 3, Torino 2, Falchi Bosco 1.

Teams Punti
1. Varese-Chiavenna 17 (4)
2. Milano 16 (3)
3. Torino 11 (2)
4. Falchi Bosco 2 (1)
  • Altre sfide per determinare la classifica finale:
Val d'Aosta - Bergamo 9-3 (3-2,4-0,2-1)
Bergamo - Val d'Aosta 2-5 (0-2,0-2,2-1)

La formazione del Val d'Aosta termina in quinta posizione. Lariana Como e Pinerolo danno forfait e quindi non partecipano alle sfide, terminano pertanto rispettivamente al settimo ed ottavo posto.

Gruppo orientale[modifica | modifica sorgente]

Teams Punti
1. Settequerce 58
2. Selva 56
3. Caldaro 47
4. Cortina 46
5. Trento-Ora 43
6. Alta Badia 32
7. Egna 30
8. Nuovo Fiemme 21

‡: una partita in meno.

Playoff[modifica | modifica sorgente]

  Quarti di finale Semifinali Finali
                                                   
   Flag of None.svg Varese-Chiavenna 1 0      
 Flag of None.svg Trento-Ora 2 4      
   Flag of None.svg Trento-Ora 3 3  
   Selva Selva 5 7  
 Selva Selva 7 5    
   Flag of None.svg Milano II 1 1      
     Selva Selva 3 3
   Settequerce Settequerce 6 4
   Settequerce Settequerce 9 8      
 Torino Torino 1 1      
   Settequerce Settequerce 1 4 5
   Kaltern-Caldaro Kaltern-Caldaro 6 1 2  
 Cortina Cortina 4 3 1    
   Kaltern-Caldaro Kaltern-Caldaro 0 6 6      


†: partita terminata ai tempi supplementari; ‡: partita terminata ai tiri di rigore

L'Hockey Club Settequerce vince il campionato di serie B 1999-2000.

Serie C[modifica | modifica sorgente]

Gruppo Lombardia - Piemonte - Emilia-Romagna[modifica | modifica sorgente]

Teams Punti
1. Ambrosiana Milano 18
2. Bologna 17
3. Amatori Milano 11
4. Zanica Bergamo 8
5. Giugoma Torino 4
6. Draghi Torino 4
7. Green Waves Milano 0

Altri Gruppi[modifica | modifica sorgente]