Campionato italiano di hockey su ghiaccio 2003-2004

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Il Campionato italiano di hockey su ghiaccio maschile 2003-2004 organizzato dalla FISG, era articolato in Serie A (che dopo un girone di qualificazione venne divisa in A1 e A2) e Serie B.

Serie A[modifica | modifica wikitesto]

Furono 15 le squadre partecipanti: Alleghe HC, HC Appiano, Asiago Hockey AS, HC Bolzano, SV Kaltern Caldaro, SG Cortina, HC Egna, SHC Fassa, H.C. Gherdëina - Val Gardena, H.C. Merano, HCJ Milano Vipers, SV Ritten Renon, Torino-Valpe, HC Val Pusteria Lupi Brunico, AS Mastini Varese.

Dopo un girone di qualificazione di andata e ritorno, le prime 8 squadre in classifica accedevano al Gruppo A1 (Master Round), le restanti 7 al Gruppo A2 (Relegation Round). Al termine di un ulteriore girone di andata e ritorno, le squadre del Gruppo A1 accedevano ai play-off (con serie al meglio delle 7 gare). Anche la Serie A2 affrontava un ulteriore girone di andata e ritorno: le ultime tre classificate risultavano retrocesse, le prime quattro si disputavano la Coppa del presidente. Le squadre sconfitte in semifinale, raggiungevano le squadre già retrocesse.

Girone di qualificazione[modifica | modifica wikitesto]

Classifica finale

Squadra Pt. Vinte Perse Nulle GF GS
Milano 47 20 1 7 175 61
Bolzano 44 20 4 4 140 72
Asiago 43 20 5 3 102 44
Fassa 41 18 5 5 125 56
Alleghe 36 16 8 4 104 78
Merano 35 17 10 1 109 81
Cortina 30 12 10 6 97 89
Renon 27 12 13 3 96 78
Torino-Valpe 27 12 13 3 86 101
Varese 24 10 12 4 85 85
Val Pusteria 22 10 16 2 92 103
Egna 14 6 20 2 69 157
Caldaro 13 5 20 3 65 145
Appiano 13 5 20 3 50 124
Gherdëina 4 1 25 2 53 173

A2 - Relegation Round[modifica | modifica wikitesto]

Le sette squadre qualificate al Gruppo A2 sono state (tra parentesi i punti di bonus "ereditati" dal turno di qualificazione): HC Appiano (+1), SV Kaltern Caldaro (+2), HC Egna (+3), H.C. Gherdëina - Val Gardena (0), Torino-Valpe (+6), HC Val Pusteria Lupi Brunico (+4), AS Mastini Varese (+5).

Classifica finale

Squadra Pt. Vinte Perse Nulle GF GS
Varese 22 8 3 1 50 31
Val Pusteria 22 8 2 2 49 27
Torino-Valpe 20 6 4 2 33 28
Gherdëina 11 4 5 3 35 47
Egna 11 2 6 4 31 46
Caldaro 10 3 7 2 35 39
Appiano 9 4 8 0 39 53

HC Egna, SV Kaltern Caldaro e HC Appiano sono retrocesse.

AS Mastini Varese, HC Val Pusteria Lupi Brunico, Torino-Valpe e H.C. Gherdëina - Val Gardena accedono ai play-out, validi anche per l'assegnazione della Coppa del Presidente.

Play-out[modifica | modifica wikitesto]

Semifinali[modifica | modifica wikitesto]

Le serie sono al meglio delle tre gare.

Gara 1 - 26 febbraio 2004
Val Pusteria - Torino-Valpe 1-0
Varese - Gherdëina          6-3
Gara 2 - 28 febbraio 2004
Torino-Valpe - Val Pusteria 6-5
Gherdëina - Varese          2-5
Gara 3 - 2 marzo 2004
Val Pusteria - Torino-Valpe 6-1

Torino-Valpe e H.C. Gherdëina - Val Gardena retrocedono.

Finale[modifica | modifica wikitesto]

Serie al meglio delle tre gare.

Gara 1 - 6 marzo 2004
Varese - Val Pusteria 3-2
Gara 2 - 9 marzo 2004
Val Pusteria - Varese 1-2
Gara 3 - 11 marzo 2004
Varese - Val Pusteria 5-4

AS Mastini Varese si aggiudica la Coppa del presidente.

A1 - Master Round[modifica | modifica wikitesto]

Le otto squadre qualificate al Gruppo A1 sono state (tra parentesi i punti di bonus "ereditati" dal turno di qualificazione): Alleghe HC (+3), Asiago Hockey AS (+5), HC Bolzano (+6), SG Cortina (+1), SHC Fassa (+4), H.C. Merano (+2), HCJ Milano Vipers (+7) e SV Ritten Renon (0).

Classifica finale

Squadra Pt. Vinte Perse Nulle GF GS
Asiago 29 10 0 4 52 20
Milano 28 9 2 3 57 35
Bolzano 22 6 4 4 49 35
Fassa 18 5 5 4 45 42
Alleghe 13 4 8 2 40 58
Cortina 11 4 8 2 30 52
Merano 10 2 8 4 49 58
Renon 9 3 8 3 34 56

Play-off[modifica | modifica wikitesto]

Le serie si sono giocate al meglio delle 5 gare, ad eccezione della finale, giocata al meglio delle 7.

Quarti di finale[modifica | modifica wikitesto]
Gara 1 - 26 febbraio 2004
Asiago - Renon    6-1
Milano - Merano   4-0
Bolzano - Cortina 8-2
Fassa - Alleghe   4-1
Gara 2 - 28 febbraio 2004
Alleghe - Fassa   2-5
Cortina - Bolzano 3-2
Renon - Asiago    2-4
Merano - Milano   2-3
Gara 3 - 2 marzo 2004
Asiago - Renon    5-1
Milano - Merano   4-2
Bolzano - Cortina 2-4
Fassa - Alleghe   2-1
Gara 4 - 4 marzo 2004
Cortina - Bolzano 6-1
Semifinali[modifica | modifica wikitesto]
Gara 1 - 9 marzo 2004
Milano - Cortina  7-1
Asiago - Fassa    2-1
Gara 2 - 11 marzo 2004
Cortina - Milano  2-4
Fassa - Asiago    3-5
Gara 3 - 13 marzo 2004
Milano - Cortina  3-1
Asiago - Fassa    7-2
Finale[modifica | modifica wikitesto]
Gara 1 - 20 marzo 2004
Asiago - Milano       2-4
Gara 2 - 23 marzo 2004
Milano - Asiago       4-5
Gara 3 - 25 marzo 2004
Asiago - Milano       3-1
Gara 4 - 27 marzo 2004
Milano - Asiago       2-1
Gara 5 - 30 marzo 2004
Asiago - Milano       1-2
Gara 6 - 1º aprile 2004
Milano - Asiago       5-2


Scudetto.svg L'Hockey Club Junior Milano Vipers sotto 0-2 in gara 6, ribalta le sorti della partita mettendo a segno 5 reti e si aggiudica il terzo scudetto consecutivo.

Formazione Campione d'Italia: Scott Beattie – Giuseppe Busillo – Mario Brian Chitarroni – Robert Cowie – Mark Demetz – Dino Felicetti – Armin Helfer – Leo Insam – Patrice Lefebvre – Andrea Molteni – Matteo Molteni – Jason Mark Muzzatti – Justin Peca – Alessandro Re – Alessandro Rotolo – Marc Andrè De Carvalho Sarazin – Thomas Sjögren – Matthew Smith – Massimo Stevanoni – Gianluca Tomasello – Jason Trinetti – Viatcheslav Uvaev – Chris Wells – Bruno Zarrillo.
Allenatore: Adolf Insam

Coppa Italia e Supercoppa Italiana[modifica | modifica wikitesto]

Coppa Italia[modifica | modifica wikitesto]

La Coppa Italia 2003 si è svolta con il sistema della final-four tra le prime quattro squadre classificate al termine del primo girone di andata e ritorno del campionato di Serie A: HCJ Milano Vipers, HC Bolzano, SHC Fassa e Asiago Hockey AS.

Semifinali[modifica | modifica wikitesto]

Gara Unica - 6 dicembre 2003
Milano - Asiago        6-3
Bolzano - Fassa        4-3

Finale[modifica | modifica wikitesto]

Gara Unica - 7 dicembre 2003
Milano - Bolzano       2-4

Coccarda Coppa Italia.svg L'Hockey Club Bolzano si aggiudica la sua prima Coppa Italia.

Supercoppa Italiana[modifica | modifica wikitesto]

Gara Unica - 23 settembre 2003
Milano - Asiago       0-1
Marcatore:  56'57" Vitalijs Galuzo (Maurizio Bortolussi)

Supercoppaitaliana.png L'Asiago Hockey Associazione Sportiva si aggiudica la sua prima Supercoppa Italiana.

Serie B[modifica | modifica wikitesto]

Furono sei le squadre iscritte al campionato di Serie B: AS Hockey Pergine, HC All Stars Piemonte, HC Amatori Agordino, HC Bressanone, HC Settequerce e USG Zoldo.

Al termine di un doppio girone di andata e ritorno, le prime quattro squadre qualificate avevano accesso ai play-off.

Regular Season[modifica | modifica wikitesto]

Classifica Finale

Squadra Pt. Vinte Perse Nulle GF GS
Settequerce 32 14 2 4 88 30
Bressanone 23 10 7 3 66 49
Amatori Agordino 23 10 7 3 73 50
Pergine 22 9 7 4 78 60
Zoldo 20 9 9 2 80 54
All Stars Piemonte 0 0 20 0 26 165

Play-off[modifica | modifica wikitesto]

Si sono svolti con serie al meglio delle tre gare

Semifinali[modifica | modifica wikitesto]

Gara 1 - 2 marzo 2004
Settequerce - Pergine          7-2
Bressanone - Amatori Agordino  1-0
Gara 2 - 4 marzo 2004
Pergine - Settequerce          0-3
Amatori Agordino - Bressanone  10-3
Gara 3 - 6 marzo 2004
Bressanone - Amatori Agordino  4-2

Finale[modifica | modifica wikitesto]

Derby altoatesino nella finale di play-off tra la squadra di Settequerce (frazione di Terlano) e quella di Bressanone, conclusa con tre vittorie in trasferta.

Gara 1 - 11 marzo 2004
Settequerce - Bressanone  2-3
Gara 2 - 13 marzo 2004
Bressanone - Settequerce  3-4
Gara 3 - 16 marzo 2004
Settequerce - Bressanone  1-2

L'HC Bressanone vince la serie B.

Formazione campione della serie B:
Nils Bertol, Gunnar Braito, Werner Fissneider, Markus Gufler, Alex Gusella, Martin Haller, Peter Holzmann, Alexander Kinkelin, Riccardo Laurenzi, Matthias Lazzeri, Ewald Mitterrutzner, Andrea Mosele, Armin Oberhofer, Arno Oberrauch, Christof Petriffer, Hans Jörg Pircher, Daniel Ploner, Ilijtsch Prinoth, Daniel Rossaro, Oliver Schenk, Amadeus Schifferle, Martin Schwitzer, Christian Sottsas, Simon Steiner, Marco Tremolaterra.