Bianca d'Artois

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Bianca d'Artois, Blanca in spagnolo, asturiano, in catalano, in aragonese e in fiammingo, Branca in galiziano, in portoghese, Blanka in basco, e in tedesco Blanche in francese e in inglese. Blanca in latino (1248Parigi, 2 maggio 1302), contessa consorte di Champagne e Brie e regina consorte di Navarra dal 1270 al 1274; fu inoltre reggente, per conto della figlia, Giovanna, del regno di Navarra e delle contee di Champagne e di Brie dal 1274 al 1284. Fu quindi contessa consorte di Lancaster dal 1276 al 1296.

Sigillo della contessa di Champagne, Bianca d'Artois

Origine[1][2][modifica | modifica wikitesto]

Figlia del conte di Artois, Roberto I (figlio del re di Francia Luigi VIII e di Bianca di Castiglia) e Matilde del Brabante (1248-1302), figlia del conte del Brabante, Enrico II e di Maria di Svevia. Suo padre era fratello del re di Francia Luigi IX il Santo).

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

A Melun (Senna e Marna), nel 1269, Bianca sposò il fratello del re di Navarra (Tebaldo II) e conte di Champagne e di Brie (Tebaldo V), Enrico il Grasso, figlio maschio ultimogenito di Tebaldo il Saggio, re di Navarra (Tebaldo I) e conte di Champagne (Tebaldo IV), e della sua terza moglie Margherita di Borbone-Dampierre (†1256), figlia secondogenita del signore di Borbone, Arcimbaldo VIII e di Guigone de Forez. Secondo la Cronaca di Guglielmo di Nangis[3], il re di Navarra, Enrico I (Henricus rex Navarræ comesque Campaniæ) sposò Bianca, sorella del conte di Artois, Roberto II (sorore comitis Attrebatensis Roberti).

L'anno dopo, nel 1270, alla morte del fratello del marito Enrico, Tebaldo II di Navarra, a Trapani, durante il viaggio di ritorno dall'ottava crociata, senza discendenza legittima, Enrico divenne Enrico I di Navarra ed Enrico III di champagne e di Brie e Bianca regina e contessa consorte[1].

Enrico morì, sembra a causa dell'obesità, nel 1274, all'età di trent'anni e poiché il suo primogenito, Tebaldo, era morto alcuni mesi prima, per una caduta nel castello di Estella, lasciò il regno e le contee di Champagne e di Brie, ad una bambina di tre anni, Giovanna e Bianca venne nominata tutrice, quindi reggente per conto della figlia[1].

A quel tempo Giovanna era fidanzata con Enrico di Windsor (1267-1274) uno dei figli del re d'Inghilterra Edoardo I[4].

Bianca d'Artois, che era cugina prima del re di Francia Filippo III l'Ardito, portò Giovanna con sé alla corte di Francia, a Parigi, dove, annullato il fidanzamento inglese per la morte di Enrico di Windsor, nel maggio del 1275, a Orleans, Giovanna fu fidanzata all'erede al trono di Francia, Filippo il Bello[1].
In conseguenza al nuovo fidanzamento le truppe francesi occuparono il regno di Navarra, che fu governato da funzionari francesi, anche se nominalmente il regno era retto da Bianca.
Le contee di Champagne e di Brie, invece continuarono ad essere governate dalla reggente, la madre di Giovanna, Bianca.

Bianca d'Artois, nel 1276, si sposò in seconde nozze col primo conte di Lancaster, anche lui vedovo da due anni, Edmondo di Woodstock, il figlio secondogenito maschio del re d'Inghilterra e duca d'Aquitania, Enrico III e di Eleonora di Provenza[5], quindi fratello del re d'Inghilterra, Edoardo I e continuarono a governare le due contee anche dopo che Giovanna aveva raggiunto la maggiore età. Il matrimonio è ricordato nelle cronache di Thomas Wykes[6] (dominus Edmundus frater domini regis Anglorum e dominam reginam Naveriæ) ed in quella di Guglielmo di Nangis[3] (comes Attrebati Robertus...sororem...relictam regis Navarræ Henrici e Edmundo fratri regis Angliæ Edoardi)[1].

Il 16 agosto del 1284, la figlia Giovanna, all'età di 13 anni, sposò, nella cattedrale di Parigi, Notre-Dame, Filippo il Bello, e l'anno seguente, nel 1285, Giovanna divenne regina di Francia, assieme al marito, che, oltre che Filippo IV di Francia divenne Filippo I di Navarra, per cui i regni di Francia e Navarra rimasero uniti per circa cinquant'anni, mentre le contee di Brie e di Champagne continuarono ad essere governate da Bianca e furono annesse alla Francia nel 1316, alcuni anni dopo la sua morte.

Scudo di Navarra, dopo che le contee di Brie e di Champagne furono annesse alla Francia nel 1316

Bianca morì a Parigi, il 2 maggio del 1302, a 54 anni di età.

Figli[modifica | modifica wikitesto]

Bianca diede ad Enrico due figli[4][7][8]:

Bianca diede ad Edmondo quattro figli[9][10][11]:

  • Tommaso, (1278-1322), secondo conte di Lancaster
  • Enrico (1281-1345), terzo conte di Lancaster
  • Giovanni Plantageneto (circa 1282 - 1327), signore di Beaufort-en-Champagne e di Nogent-Lartauld, dal 1302. Sposò Alice di Joinville, nel 1310 circa.
  • Maria Plantageneta (circa 1284 - circa 1289)

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b c d e (EN) Nobiltà del Nord della Francia
  2. ^ (EN) Capetingi-genealogy
  3. ^ a b Il titolo esatto della Cronaca di Guglielmo di Nangis è Chronique des rois de France et de Vies de Saint Louis et de ses frères, Philippe le Hardi et Robert.
  4. ^ a b (EN) Dinastie reali di Navarra
  5. ^ Eleonora di Provenza era figlia del conte di Provenza, Raimondo Berengario IV e di Beatrice di Savoia (12061266), figlia a sua volta del conte Tommaso I di Savoia (11771233) e di Beatrice Margherita di Ginevra (?-1257)
  6. ^ Thomas Wykes (1222-ca. 1293) fu un canonico regolare, autore di una cronaca del regno d'Inghilterra, dal 1066 al 1289.
  7. ^ (EN) Casa di Blois-genealogy
  8. ^ (DE) Enrico I di Navarra genealogie mittelalter
  9. ^ (EN) Dinastie reali d'Inghilterra
  10. ^ (EN) Plantageneti-genealogy
  11. ^ (DE) Edmondo I di Lancaster genealogie mittelalter

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Hilda Johnstone, Francia: gli ultimi Capetingi, in Storia del mondo medievale, vol. VI, 1999, pp. 569–607

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]