Amorgos

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Amorgos
comune
Αμοργός/Amorgos
Amorgos – Veduta
Localizzazione
Stato Grecia Grecia
Periferia Egeo Meridionale
Unità periferica Nasso
Territorio
Coordinate 36°50′00″N 25°54′00″E / 36.833333°N 25.9°E36.833333; 25.9 (Amorgos)Coordinate: 36°50′00″N 25°54′00″E / 36.833333°N 25.9°E36.833333; 25.9 (Amorgos)
Superficie 126,3 km²
Abitanti 1 859 (2001)
Densità 14,72 ab./km²
Altre informazioni
Cod. postale 840 08
Fuso orario UTC+2
Cartografia
Mappa di localizzazione: Grecia
Amorgos
Amorgos – Mappa
Sito istituzionale

Amorgo (in greco Αμοργός, Amorgos) è un'isola dell'arcipelago delle Isole Cicladi nel Mar Egeo della Grecia.

È la più orientale dell'arcipelago e dista dal porto del Pireo (Atene) 138 miglia marine. La popolazione è di circa 1600 abitanti suddivisi in alcune località: la capitale Chora (o Amorgos), Katapola, Aegiali, Arkesimi (Kastri).

Geografia[modifica | modifica sorgente]

L'isola è a 36° 49' 60 di latitudine Nord e 25° 53' 60 di longitudine Est. Di forma oblunga (con lunghezza massima di 32 km e larghezza minima di 1 km) ha un perimetro di 112 km. L'isola è montagnosa e scoscesa. I rilievi sono rocciosi, ripidi privi di alberi. La cima più alta è quella del monte Krikelos 821 m.

Storia[modifica | modifica sorgente]

Amorgo è stata abitata fin da epoca preistorica come è dimostrato da ritrovamenti del tardo periodo cicladico. Successivamente ha attraversato il periodo minoico (cretese), ateniese e poi romano. Successivamente la dominazione veneziana si è protratta per tre secoli dal XIII secolo e poi quella turca si è conclusa con l'indipendenza e l'unione allo Stato greco nel 1832.

Monumenti[modifica | modifica sorgente]

Moni Panagia Hozoviotissas (translitterato anche in Chozoviotissa), monastero del 1099 (XI secolo) dai muri imbiancati a calce, posto in una zona impervia a strapiombo sul mare sul lato Sud dell'isola. L'edificio è praticamente invisibile se non da una barca o dall'inizio della lunga e ripida scalinata di accesso. Il Monastero di Moni Panagia Hozoviotissas di Amorgos è il principale esempio di architettura monacale di religione greco-ortodossa esistente nell'Egeo. La costruzione sorge solitaria in un contesto paesaggistico di impressionante suggestione. I caratteri morfologici e distributivi assunti nel tempo sono unici al mondo. I caratteri di architettura cicladica uniti alla geniale adesione alle condizioni ambientali rappresentano un costante riferimento nella storia dell'architettura come massimo esempio di sintesi architettura/funzione/natura. La facciata, con gli spazi pieni sovrabbondanti rispetto ai vuoti delle piccole finestre asimmetriche, ha ispirato architetti, ingegneri e artisti di cui l'esempio più evidente è rappresentato dalle pareti laterali e dalle aperture della Chiesa di Ronchamp di Le Corbusier, uno dei primi visitatori (1916) del Monastero dopo gli sconvolgimenti politici e militari della Grande Guerra. Dal 2012 un team di tre professionisti, Giovanni Perotti (architetto e scrittore), Giorgio Martino (esploratore e architetto) e Dimitris Pikionis (architetto) stanno lavorando per l'inserimento del monastero di Panagia Hozoviotissas nel Patrimonio dell'UNESCO quale 18° sito per la Grecia.

Amministrazione[modifica | modifica sorgente]

Dal punto di vista amministrativo l'isola costituisce un comune nella periferia dell'Egeo Meridionale (unità periferica di Nasso). Il territorio comunale comprende, oltre all'isola omonima, anche numerose isolotti disabitati nella vicinanze tra cui l'isola di Nikouria.

Località[modifica | modifica sorgente]

Al censimento del 2001 il comune ha 1.859 abitanti[1] diviso nelle seguenti località:

  • Aigiali (487 abitanti)
  • Amorgos (414 abitanti)
  • Arkesini (218 abitanti)
  • Katapola (485 abitanti)
  • Tholaria (173 abitanti)
  • Vroutsis (82 abitanti)

Personalità celebri[modifica | modifica sorgente]

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ Censimento 2001. URL consultato il 4 aprile 2011.

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

  • Sito ufficiale
  • [1] MediterraNew - Architectura Workshop Competition - Workshop di tutela e riqualificazione territoriale dell'isola di Amorgos
  • [2] Amorgos-Island-Magazine - social-media website dell'isola di Amorgos
Grecia Portale Grecia: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Grecia