Kimolos

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Argentièra o Cimòlo
comune
(GR) Κίμωλος - Kìmolos
rovine di un antico mulino
rovine di un antico mulino
Localizzazione
Stato Grecia Grecia
Periferia Egeo Meridionale
Unità periferica Milo
Territorio
Coordinate 36°48′00″N 24°33′00″E / 36.8°N 24.55°E36.8; 24.55 (Argentièra o Cimòlo)Coordinate: 36°48′00″N 24°33′00″E / 36.8°N 24.55°E36.8; 24.55 (Argentièra o Cimòlo)
Altitudine 345 m s.l.m.
Superficie 53,3 km²
Abitanti 769 (2001)
Densità 14,43 ab./km²
Altre informazioni
Cod. postale 840 04
Prefisso 22870
Fuso orario UTC+2
Cartografia
Mappa di localizzazione: Grecia
Argentièra o Cimòlo
Argentièra o Cimòlo – Mappa

Argentièra[1][2][3][4] o Cimòlo[5][6][7] (in greco Κίμωλος - Kimolos) è un'isola delle Cicladi vicinissima a Milo. Amministrativamente è un comune della periferia dell'Egeo Meridionale (unità periferica di Milo). È di origine vulcanica, dal clima è secco e salubre ma il suo terreno non è adatto per coltivazioni di alcun genere. I suoi abitanti sono dediti alla pastorizia ed alla pesca. Era conosciuta nell'antichità per le sue riserve di gesso e di caolino che veniva usato per fare porcellane. Il suo nome antico era Echinousa. Argentiera seguì sempre le sorti della vicina Milo. Fu feudo veneziano e soffrì numerose incursioni dei pirati che la distrussero completamente nel XVIII secolo.
Sta a 86 miglia nautiche da Il Pireo.

Amministrazione[modifica | modifica wikitesto]

Il comune omonimo copre il territorio dell'isola più le isole disabitate di Polyaigos, Agios Efstathios e Agios Georgios. La popolazione, al censimento 2001 era di 769 abitanti[8]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Cfr. il lemma Argentièra sulla Nuova Enciclopedia Universale Rizzoli-Larousse, vol. II a p. 124.
  2. ^ Atlante Geografico d'Europa - Touring Club, 2007, p. 54
  3. ^ Cfr. il nome Argentiera al lemma Cicladi, su Sapere.it
  4. ^ Cfr. il nome Argentiera al lemma Sifno, su Sapere.it
  5. ^ Cfr. il lemma Cimolo sul DOP.
  6. ^ Cfr. il lemma Cimòlo sulla Nuova Enciclopedia Universale Rizzoli-Larousse, vol. V a p. 91.
  7. ^ Cfr. il nome Cimolo al lemma Cicladi sull'Enciclopedia dell'Arte Medievale della Treccani (1993).
  8. ^ Censimento 2001. URL consultato il 4 aprile 2011.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Grecia Portale Grecia: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Grecia