Keros

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Keros
Κέρος
veduta a nord dell'isola
veduta a nord dell'isola
Geografia fisica
Localizzazione Mar Egeo
Coordinate 36°53′00″N 25°39′00″E / 36.883333°N 25.65°E36.883333; 25.65Coordinate: 36°53′00″N 25°39′00″E / 36.883333°N 25.65°E36.883333; 25.65
Arcipelago Cicladi
Geografia politica
Stato Grecia Grecia
Periferia Egeo meridionale
Unità periferica Cicladi
Cartografia
Mappa di localizzazione: Grecia
Keros

[senza fonte]

voci di isole della Grecia presenti su Wikipedia
Testa di figurina - Museo del Louvre

Keros è un'isola greca delle piccole Cicladi, disabitata e sconosciuta alla grande maggioranza del pubblico italiano. Ciò nonostante, Keros è fra le più importanti isole delle Cicladi per ricchezza di reperti archeologici. Essa fu tale che in passato, un decreto dello Stato ellenico vietava la residenza stabile a Keros. L'"editto", ancora vigente non valse a preservarla da furti archeologici che hanno arricchito sia collezioni private (soprattutto in Germania e USA), sia collezioni dei principali musei del mondo. Anzi, paradossalmente il decreto incentivò il contrabbando. Alcune sepolture della prima età del bronzo e i loro ricchi corredi erano note fin dal XIX secolo. In seguito altri ritrovamenti effettuati nelle isole circostanti (Piccole Cicladi) produssero abbondante materiale del periodo protocicladico 2.600 a.C. - 2200 a.C. (solitamente denominato civiltà di Syros-Keros).

Keros si raggiunge preferibilmente da Ano Koufonissi, tramite imbarcazioni private.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Nell'antichità l'isola era denominata Kereia. Il primo riferimento storico data il 425 a.C. e appare in una epigrafe fra i nomi degli alleati della Lega delio-attica. Nel medioevo costituì un covo di pirati mentre in tempi più recenti fu proprietà privata del monastero della Madonna Chozoviotissa di Amorgos fino al 1952.

Daskaleiò[modifica | modifica wikitesto]

Daskaleiò è il nome di una piccola isola che nell'antichità era unita a Kero e nel cui golfo esisteva il principale centro dell'isola le cui rovine sono oggi visibili nel fondo del mare. L'isola di Daskaleiò dista oggi 50 metri da Keros.