Adam Małysz

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Adam Małysz
Adam Malysz (2).jpg
Adam Małysz a Holmenkollen nel 2006
Dati biografici
Nazionalità Polonia Polonia
Altezza 170 cm
Peso 55 kg
Salto con gli sci Ski jumping pictogram.svg
Dati agonistici
Squadra Wisła Gwardia Zakopane
KS Wisła Ustronianka
Ritirato 2011
Palmarès
Olimpiadi 0 3 1
Mondiali 4 1 1
Coppa del Mondo 4 trofei
Torneo dei quattro trampolini 1 trofeo
Per maggiori dettagli vedi qui
 

Adam Małysz (Wisła, 3 dicembre 1977) è un ex saltatore con gli sci polacco, primo atleta ad aver vinto la Coppa del Mondo per tre anni di seguito, nel 2001, nel 2002 e nel 2003. Con la quarta coppa di cristallo vinta nel 2007 ha eguagliato il primato di Matti Nykänen del maggior numero di trofei conquistati. Grazie ai suoi successi, il salto con gli sci è diventato uno degli sport più seguiti in Polonia[senza fonte].

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Stagioni 1995-2000[modifica | modifica wikitesto]

Dopo l'esordio internazionale nel 1995 a diciassette anni, nella gara di Coppa del Mondo di Innsbruck del 4 gennaio (17°), Małysz ottenne i primi risultati di alto livello nella stagione 1995-1996, con il primo podio - il 18 febbraio 1996 a Iron Mountain (2°) - e la prima vittoria in sul trampolino di Holmenkollen di Oslo, uno dei templi del salto con gli sci, il 16 marzo successivo. L'anno seguente vinse due gare di Coppa e altre due volte arrivò sul podio.

Ai XVIII Giochi olimpici invernali di Nagano 1998 fu 51° nel trampolino normale, 52° nel trampolino lungo e 8° nella gara a squadre. Dopo un paio di stagioni tra i primi dieci della classifica di Coppa del Mondo, Małysz entrò in un lungo periodo di crisi: nei tre anni seguenti non riuscì a salire sul podio di una gara di Coppa del Mondo nemmeno una volta.

Stagioni 2001-2003[modifica | modifica wikitesto]

Małysz si ripresentò ai vertici del salto con gli sci all'inizio del 2001, con la vittoria del prestigioso Torneo dei quattro trampolini. In quella stagione arrivò a vincere undici gare di Coppa del Mondo, conquistando la coppa di cristallo davanti al tedesco Martin Schmitt, che era stato il dominatore delle due stagioni precedenti. Anche i Mondiali di quell'anno, che si svolsero in febbraio a Lahti in Finlandia, riproposero il duello agonistico tra Małysz e Schmitt: nel trampolino lungo il polacco vinse l'oro davanti al tedesco, mentre nel trampolino normale le posizioni vennero invertite, con Schmitt oro e Małysz argento.

L'anno seguente Małysz si trovò ad affrontare la concorrenza di un altro tedesco, Sven Hannawald, ma alla fine riuscì a vincere nuovamente la Coppa del Mondo. Ai XIX Giochi olimpici invernali di Salt Lake City 2002 si aggiudicò due medaglie, l'argento nel trampolino lungo e il bronzo nel trampolino normale; nella gara a squadre fu sesto.

Nella prima parte stagione 2002-2003 Małysz ottenne vari piazzamenti a podio, ma nessuna vittoria; ai Mondiali della Val di Fiemme, sui trampolini Giuseppe Dal Ben di Predazzo, si laureò campione del mondo in entrambe le gare individuali, K90 e K120. Con una rimonta nel finale della stagione riuscì a vincere anche la Coppa del Mondo, per il terzo anno consecutivo, primo saltatore ad aver vinto il trofeo per tre volte di seguito.

Stagioni 2004-2011[modifica | modifica wikitesto]

L'anno dopo Małysz non riuscì a ripetersi. Collezionò quattro secondi posti, me nessuna vittoria, e finì dodicesimo nella classifica finale di Coppa del Mondo, vinta dal finlandese Janne Ahonen. Nella stagione 2004-2005 concluse la Coppa del Mondo al quarto posto, con quattro vittorie, ma ai Mondiali del 2005, dove si presentava come bi-campione uscente, non ottenne medaglie.

Ai XX Giochi olimpici invernali di Torino 2006 fu 7° nel trampolino normale, 14° nel trampolino lungo e 5° nella gara a squadre. Nel 2006-2007 si aggiudicò per la quarta e ultima volta la Coppa del Mondo, eguagliando il record del finlandese Matti Nykänen, e vinse l'oro nel trampolino normale ai Mondiali di Sapporo.

Ai XXI Giochi olimpici invernali di Vancouver 2010 conquistò due medaglie d'argento, dal trampolino normale e da quello lungo, arrivando entrambe le volte alle spalle dello svizzero Simon Ammann; nella gara a squadre fu sesto.

Ritornò alla vittoria in Coppa del Mondo nella stagione 2010-2011, dopo quattro anni di assenza dal gradino più alto del podio, con la vittoria ottenuta nel trampolino di casa Wielka Krokiew di Zakopane. Ai Mondiali 2011 vinse la medaglia di bronzo nella gara individuale dal trampolino normale. Si è ritirato dalle competizioni alla fine della stessa stagione, congedandosi con il terzo posto ottenuto nell'ultima prova di Coppa del Mondo disputata a Planica.

Palmarès[modifica | modifica wikitesto]

Olimpiadi[modifica | modifica wikitesto]

Campionati del mondo[modifica | modifica wikitesto]

Coppa del Mondo[modifica | modifica wikitesto]

Coppa del Mondo - vittorie[modifica | modifica wikitesto]

Data Località Nazione Trampolino
16 marzo 1996 Oslo Norvegia Norvegia Holmenkollen K110
18 gennaio 1997 Sapporo Giappone Giappone Miyanomori K90
26 gennaio 1997 Hakuba Giappone Giappone Hakuba K120
4 gennaio 2001 Innsbruck Austria Austria Bergisel K110[1]
6 gennaio 2001 Bischofshofen Austria Austria Paul Ausserleitner K120[1]
13 gennaio 2001 Harrachov Rep. Ceca Rep. Ceca Čerťák K185
14 gennaio 2001 Harrachov Rep. Ceca Rep. Ceca Čerťák K185
20 gennaio 2001 Park City Stati Uniti Stati Uniti Utah Olympic Park K120
27 gennaio 2001 Sapporo Giappone Giappone Ōkurayama K120
28 gennaio 2001 Sapporo Giappone Giappone Ōkurayama K120
4 febbraio 2001 Willingen Germania Germania Mühlenkopf K20
7 marzo 2001 Falun Svezia Svezia Lugnet K115[2]
9 marzo 2001 Trondheim Norvegia Norvegia Granåsen K120[2]
11 marzo 2001 Oslo Norvegia Norvegia Holmenkollen K115[2]
23 novembre 2001 Kuopio Finlandia Finlandia Puijo K120
1º dicembre 2001 Titisee-Neustadt Germania Germania Hochfirst K120
8 dicembre 2001 Villaco Austria Austria Villacher Alpenarena K90
16 dicembre 2001 Engelberg Svizzera Svizzera Gross-Titlis-Schanze K120
21 dicembre 2001 Predazzo Italia Italia Giuseppe Dal Ben K120
22 dicembre 2001 Predazzo Italia Italia Giuseppe Dal Ben K120
20 gennaio 2002 Zakopane Polonia Polonia Wielka Krokiew K116
9 marzo 2003 Oslo Norvegia Norvegia Holmenkollen K115[2]
14 marzo 2003 Lahti Finlandia Finlandia Salpausselkä K116[2]
15 marzo 2003 Lahti Finlandia Finlandia Salpausselkä K116[2]
11 dicembre 2004 Harrachov Rep. Ceca Rep. Ceca Čerťák HS142
16 gennaio 2005 Tauplitz Austria Austria Kulm HS200
29 gennaio 2005 Zakopane Polonia Polonia Wielka Krokiew HS134
30 gennaio 2005 Zakopane Polonia Polonia Wielka Krokiew HS134
12 marzo 2006 Oslo Norvegia Norvegia Holmenkollen HS128[2]
27 gennaio 2007 Oberstdorf Germania Germania Schattenberg HS137
3 febbraio 2007 Titisee-Neustadt Germania Germania Hochfirst HS142
4 febbraio 2007 Titisee-Neustadt Germania Germania Hochfirst HS142
11 marzo 2007 Lahti Finlandia Finlandia Salpausselkä HS130[2]
13 marzo 2007 Kuopio Finlandia Finlandia Puijo HS127[2]
17 marzo 2007 Oslo Norvegia Norvegia Holmenkollen HS128[2]
23 marzo 2007 Planica Slovenia Slovenia Letalnica HS215
24 marzo 2007 Planica Slovenia Slovenia Letalnica HS215
25 marzo 2007 Planica Slovenia Slovenia Letalnica HS215
21 gennaio 2011 Zakopane Polonia Polonia Wielka Krokiew HS134

Torneo dei quattro trampolini[modifica | modifica wikitesto]

Nordic Tournament[modifica | modifica wikitesto]

Riconoscimenti[modifica | modifica wikitesto]

Nel 2001 venne premiato con la medaglia Holmenkollen, uno dei riconoscimenti più prestigiosi dello sci nordico.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b Gara valida anche ai fini del Torneo dei quattro trampolini.
  2. ^ a b c d e f g h i j Gara valida anche ai fini del Nordic Tournament.
  3. ^ a b Gare valide anche ai fini della Coppa del Mondo.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autorità VIAF: 162054984