Campionati mondiali di sci nordico 2001

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

I Campionati mondiali di sci nordico 2001, quarantatreesima edizione della manifestazione, si svolsero dal 15 al 25 febbraio a Lahti, in Finlandia. Vennero assegnati diciotto titoli.

Rispetto all'edizione precedente furono introdotte numerose novità nel programma. Nella combinata nordica la prova di salto della gara sprint si effettuò dal trampolino lungo anziché da quello normale; nel salto con gli sci fu introdotta la gara a squadre dal trampolino normale. Nello sci di fondo debuttarono due gare sprint sulla distanza di 1 km, una maschile e una femminile, mentre mutarono la distanza le prove brevi a tecnica classica (da 10 km a 15 km per gli uomini e da 5 km a 10 km per le donne) e quelle a inseguimento (da 10 km + 15 km a 10 km + 10 km per gli uomini e da 5 km + 10 km a 5 km + 5 km per le donne; inoltre in entrambi i casi la prima frazione non coincise più con la gara che assegnava il relativo titolo iridato, ma fu disputata una prova apposita nello stesso giorno della frazione a tecnica libera). Cambiò anche la ripartizione delle gare tra tecnica libera e tecnica classica: in campo maschile la 30 km fu a tecnica classica e la 50 km a tecnica libera; in campo femminile la 15 km divenne a tecnica classica e la 30 km a tecnica libera. Il programma non venne tuttavia completato, poiché la 30 km di fondo femminile fu annullata a causa del troppo freddo (-23 °C)[senza fonte].

La rassegna iridata, che per la sesta volta era ospitata dalla città finlandese (dopo i Mondiali del 1926, del 1938, del 1958, del 1978 e del 1989), fu segnata dallo scandalo del doping in cui furono coinvolti sei fondisti finlandesi (Mika Myllylä, Virpi Kuitunen, Harri Kirvesniemi, Janne Immonen, Jari Isometsä e Milla Jauho), risultati positivi all'amido idrossietilico, con la squalifica anche della staffetta maschile (giunta prima) e di quella femminile (giunta seconda)[1].

Risultati[modifica | modifica wikitesto]

Uomini[modifica | modifica wikitesto]

Combinata nordica[modifica | modifica wikitesto]

Sprint[modifica | modifica wikitesto]
Posizione Atleta Nazione Tempo
1 Marko Baacke Germania Germania 19:40,3
2 Samppa Lajunen Finlandia Finlandia + 6,2
3 Ronny Ackermann Germania Germania + 9,7
4 Jaakko Tallus Finlandia Finlandia + 35,1
5 Kenji Ogiwara Giappone Giappone + 42,6
6 Hannu Manninen Finlandia Finlandia + 50,2

24 febbraio
Trampolino: Salpausselkä K116
Fondo: 7,5 km

Individuale[modifica | modifica wikitesto]
Posizione Atleta Nazione
1 Bjarte Engen Vik Norvegia Norvegia 39:26,7
2 Samppa Lajunen Finlandia Finlandia + 1:04,6
3 Felix Gottwald Austria Austria + 1:10,3
4 Hannu Manninen Finlandia Finlandia + 1:55,0
5 Kristian Hammer Norvegia Norvegia + 2:21,1
6 Ladislav Rygl Rep. Ceca Rep. Ceca + 2:22,1

16 febbraio
Trampolino: Salpausselkä K90
Fondo: 15 km

Gara a squadre[modifica | modifica wikitesto]
Posizione Nazione Atleti
1 Norvegia Norvegia Kenneth Braaten
Sverre Rotevatn
Bjarte Engen Vik
Kristian Hammer
48:54,1
2 Austria Austria Christoph Eugen
Mario Stecher
David Kreiner
Felix Gottwald
+ 0:10,9
3 Finlandia Finlandia Jari Mantila
Hannu Manninen
Jaakko Tallus
Samppa Lajunen
+ 0:29,4
4 Germania Germania Marko Baacke
Jens Deimel
Ronny Ackermann
Sebastian Haseney
+ 0:43,5
5 Giappone Giappone Satoshi Mori
Daito Takahashi
Gen Tomii
Kenji Ogiwara
+ 1:04,8
6 Russia Russia Aleksej Fadeev
Aleksej Barannikov
Valerij Stoljarov
Denis Tišagin
+ 3:52,0

20 febbraio
Trampolino: Salpausselkä K90
Fondo: 4x5 km

Salto con gli sci[modifica | modifica wikitesto]

Trampolino normale[modifica | modifica wikitesto]
Posizione Atleta Nazione Punti
1 Adam Małysz Polonia Polonia 246,0
2 Martin Schmitt Germania Germania 233,0
3 Martin Höllwarth Austria Austria 223,0
4 Stefan Horngacher Austria Austria 219,0
5 Masahiko Harada Giappone Giappone 217,5
6 Janne Ahonen Finlandia Finlandia 216,5
Andreas Goldberger Austria Austria 216,5

23 febbraio
Trampolino: Salpausselkä K90

Trampolino lungo[modifica | modifica wikitesto]
Posizione Atleta Nazione Punti
1 Martin Schmitt Germania Germania 276,3
2 Adam Małysz Polonia Polonia 273,5
3 Janne Ahonen Finlandia Finlandia 267,4
4 Martin Höllwarth Austria Austria 251,4
5 Stefan Horngacher Austria Austria 238,9
6 Sven Hannawald Germania Germania 236,9

19 febbraio
Trampolino: Salpausselkä K116

Gara a squadre dal trampolino normale[modifica | modifica wikitesto]
Posizione Nazione Atleti Punti
1 Austria Austria Wolfgang Loitzl
Andreas Goldberger
Stefan Horngacher
Martin Höllwarth
953,5
2 Finlandia Finlandia Matti Hautamäki
Risto Jussilainen
Ville Kantee
Janne Ahonen
951,5
3 Germania Germania Sven Hannawald
Michael Uhrmann
Alexander Herr
Martin Schmitt
911,5
4 Giappone Giappone Hideharu Miyahira
Takanobu Okabe
Noriaki Kasai
Masahiko Harada
886,5
5 Polonia Polonia Robert Mateja
Tomasz Pochwała
Wojciech Skupień
Adam Małysz
849,5
6 Slovenia Slovenia Damjan Fras
Primož Urh-Zupan
Igor Medved
Jure Radelj
838,5

25 febbraio
Trampolino: Salpausselkä K90

Gara a squadre dal trampolino lungo[modifica | modifica wikitesto]
Posizione Nazione Atleti Punti
1 Germania Germania Sven Hannawald
Michael Uhrmann
Alexander Herr
Martin Schmitt
939,8
2 Finlandia Finlandia Jani Soininen
Risto Jussilainen
Ville Kantee
Janne Ahonen
900,2
3 Austria Austria Wolfgang Loitzl
Andreas Goldberger
Stefan Horngacher
Martin Höllwarth
880,2
4 Giappone Giappone Hideharu Miyahira
Kazuya Yoshioka
Masahiko Harada
Noriaki Kasai
837,9
5 Slovenia Slovenia Damjan Fras
Primož Urh-Zupan
Igor Medved
Jure Radelj
701,3
6 Rep. Ceca Rep. Ceca Jakub Janda
Jakub Hlava
Michal Doležal
Jaroslav Sakala
692,2

24 febbraio
Trampolino: Salpausselkä K116

Sci di fondo[modifica | modifica wikitesto]

15 km[modifica | modifica wikitesto]
Posizione Atleta Nazione Tempo
1 Per Elofsson Svezia Svezia 39:26,0
2 Mathias Fredriksson Svezia Svezia 39:42,5
3 Odd-Bjørn Hjelmeset Norvegia Norvegia 39:49,3
4 Harri Kirvesniemi Finlandia Finlandia 40:06,3
5 Andrus Veerpalu Estonia Estonia 40:06,5
6 Frode Estil Norvegia Norvegia 40:21,1

15 febbraio
Tecnica classica

30 km[modifica | modifica wikitesto]
Posizione Atleta Nazione Tempo
1 Andrus Veerpalu Estonia Estonia 1:14:17,9
2 Frode Estil Norvegia Norvegia 1:14:18,1
3 Michail Ivanov Russia Russia 1:14:49,1
4 Erling Jevne Norvegia Norvegia 1:14:57,2
5 Odd-Bjørn Hjelmeset Norvegia Norvegia 1:15:15,7
6 Mathias Fredriksson Svezia Svezia 1:15:21,5

19 febbraio
Tecnica classica

50 km[modifica | modifica wikitesto]
Posizione Atleta Nazione Tempo
1 Johann Mühlegg Spagna Spagna 2:05:27,2
2 René Sommerfeldt Germania Germania 2:07:23,4
3 Sergej Krjanin Russia Russia 2:07:28,4
4 Andrej Nutrichin Russia Russia 2:08:30,3
5 Christian Hoffmann Austria Austria 2:08:50,5 h
6 Per Elofsson Svezia Svezia 2:08:51,9

25 febbraio
Tecnica libera

Sprint 1 km[modifica | modifica wikitesto]
Posizione Atleta Nazione
1 Tor-Arne Hetland Norvegia Norvegia
2 Cristian Zorzi Italia Italia
3 Håvard Solbakken Norvegia Norvegia
4 Ari Palolahti Finlandia Finlandia
5 Anders Högberg Svezia Svezia
6 Peter Schlickenrieder Germania Germania

21 febbraio
Tecnica libera

Inseguimento 20 km[modifica | modifica wikitesto]
Posizione Atleta Nazione Tempo
1 Per Elofsson Svezia Svezia 47:15,5
2 Johann Mühlegg Spagna Spagna 47:42,0
3 Vitalij Denisov Russia Russia 47:49,5
4 Mathias Fredriksson Svezia Svezia 47:56,3
5 Thomas Alsgaard Norvegia Norvegia 47:59,0
6 Markus Hasler Liechtenstein Liechtenstein 47:59,5

17 febbraio
10 km a tecnica classica + 10 km a tecnica libera
La medaglia d'argento era stata inizialmente assegnata al finlandese Jari Isometsä (47:24,9[senza fonte]), poi squalificato per doping[1]

Staffetta 4x10 km[modifica | modifica wikitesto]
Posizione Nazione Atleti Tempo
1 Norvegia Norvegia Frode Estil
Odd-Bjørn Hjelmeset
Thomas Alsgaard
Tor-Arne Hetland
1:36:42,0
2 Svezia Svezia Urban Lindgren
Mathias Fredriksson
Magnus Ingesson
Per Elofsson
1:37:24,7
3 Germania Germania Jens Filbrich
Andreas Schlütter
Ron Spanuth
René Sommerfeldt
1:37:30,0
4 Russia Russia Vitalij Denisov
Michail Ivanov
Nikolaj Bol'šakov
Vladimir Vilisov
1:38:02,2
5 Austria Austria Gerhard Urain
Michail Botvinov
Achim Walcher
Christian Hoffmann
1:38:15,8
6 Italia Italia Fulvio Valbusa
Fabio Maj
Pietro Piller Cottrer
Cristian Zorzi
1:38:50,6

22 febbraio
2 frazioni a tecnica classica + 2 frazioni a tecnica libera
La medaglia d'oro era stata inizialmente assegnata alla nazionale finalndese, poi squalificata per il doping riscontrato in Mika Myllylä, Harri Kirvesniemi, Janne Immonen e Jari Isometsä[1]

Donne[modifica | modifica wikitesto]

Sci di fondo[modifica | modifica wikitesto]

10 km[modifica | modifica wikitesto]
Posizione Atleta Nazione Tempo
1 Bente Skari Norvegia Norvegia 26:55,5
2 Ol'ga Danilova Russia Russia 27:08,4
3 Larisa Lazutina Russia Russia 27:27,0
4 Stefania Belmondo Italia Italia 27:40,5
5 Virpi Kuitunen Finlandia Finlandia 27:43,4
6 Hilde Gjermundshaug Pedersen Norvegia Norvegia 27:56,3

20 febbraio
Tecnica classica

15 km[modifica | modifica wikitesto]
Posizione Atleta Nazione Tempo
1 Bente Skari Norvegia Norvegia 43:54,8
2 Ol'ga Danilova Russia Russia 44:02,5
3 Kaisa Varis Finlandia Finlandia 44:57,5
4 Hilde Gjermundshaug Pedersen Norvegia Norvegia 45:20,4
5 Virpi Kuitunen Finlandia Finlandia 45:25,7
6 Milla Jauho Finlandia Finlandia 45:39,1

15 febbraio
Tecnica classica

30 km[modifica | modifica wikitesto]

25 febbraio
Tecnica libera
Annullata a causa delle cattive condizioni meteorologiche[senza fonte]

Sprint 1 km[modifica | modifica wikitesto]
Posizione Atleta Nazione
1 Pirjo Muranen Finlandia Finlandia
2 Kati Venäläinen Finlandia Finlandia
3 Julija Čepalova Russia Russia
4 Sabina Valbusa Italia Italia
5 Nina Gavryljuk Russia Russia
6 Elena Buruchina Russia Russia

21 febbraio
Tecnica libera

Inseguimento 10 km[modifica | modifica wikitesto]
Posizione Atleta Nazione Tempo
1 Virpi Kuitunen Finlandia Finlandia 28:06,1
2 Larisa Lazutina Russia Russia 28:08,9
3 Ol'ga Danilova Russia Russia 28:09,3
4 Stefania Belmondo Italia Italia 28:23,3
5 Bente Skari Norvegia Norvegia 28:24,3
6 Kaisa Varis Finlandia Finlandia 28:26,2

18 febbraio
5 km a tecnica classica + 5 km a tecnica libera

Staffetta 4x5 km[modifica | modifica wikitesto]
Posizione Nazione Atlete Tempo
1 Russia Russia Ol'ga Danilova
Larisa Lazutina
Julija Čepalova
Nina Gavryljuk
53:01,6
2 Norvegia Norvegia Anita Moen
Bente Skari
Elin Nilsen
Hilde Gjermundshaug Pedersen
54:01,9
3 Italia Italia Gabriella Paruzzi
Sabina Valbusa
Cristina Paluselli
Stefania Belmondo
54:23,3
4 Germania Germania Viola Bauer
Manuela Henkel
Claudia Nystad
Evi Sachenbacher-Stehle
55:44,5
5 Svezia Svezia Carin Holmberg
Elin Ek
Mariana Handler
Jenny Olsson
55:47,0
6 Canada Canada Beckie Scott
Milane Thériault
Jaime Fortier
Sara Renner
55:47,4

23 febbraio
2 frazioni a tecnica classica + 2 frazioni a tecnica libera
La medaglia d'argento era stata inizialmente assegnata alla nazionale finalndese, poi squalificata per il doping riscontrato in Virpi Kuitunen[1]

Medagliere per nazioni[modifica | modifica wikitesto]

Posizione Nazione Oro Argento Bronzo Totale
1 Norvegia Norvegia 6 2 2 10
2 Germania Germania 3 2 3 8
3 Finlandia Finlandia 2 5 3 10
4 Svezia Svezia 2 2 0 4
5 Russia Russia 1 3 6 10
6 Austria Austria 1 1 3 5
7 Spagna Spagna 1 1 0 2
Polonia Polonia 1 1 0 2
9 Estonia Estonia 1 0 0 1
10 Italia Italia 0 1 1 2

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b c d Nuova bufera doping sul fondo finlandese in Wintersport-news.it, 28 ottobre 2010. URL consultato il 5 agosto 2011.
    (FI) Paavo Rytsä - Jukka Lindfors, Lahden kohukisat 2001 in Yle.fi, 8 settembre 2006. URL consultato il 5 agosto 2011.
    (FI) Jukka Lindfors, Miesten suruviesti Lahdessa 2001 in Yle.fi, 2 agosto 2008. URL consultato il 5 agosto 2011.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

sport invernali Portale Sport invernali: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di sport invernali