Achille Serra

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
sen. Achille Serra
Bandiera italiana
Parlamento italiano
Senato della Repubblica
Titolo di studio Laurea in giurisprudenza
Professione Poliziotto, Prefetto
Partito Partito Democratico, Unione di Centro
Legislatura XVI
Gruppo Partito Democratico, Unione di Centro
Regione Toscana
Incarichi parlamentari
  • Vice Presidente della Commissione Difesa
Pagina istituzionale
on. Achille Serra
Bandiera italiana
Parlamento italiano
Camera dei deputati
Partito Forza Italia
Legislatura XIII
Gruppo Forza Italia
Coalizione con AN, CCD e CDU
Circoscrizione Lombardia 1
Collegio Milano 6
Incarichi parlamentari
  • Vicepresidente della Commissione speciale per l'esame dei progetti di legge recanti misure per la prevenzione e la repressione dei fenomeni di corruzione
  • Componente della I Commissione permanente Affari Costituzionali
Pagina istituzionale

Achille Serra (Roma, 16 ottobre 1941) è un poliziotto, funzionario e politico italiano. È stato prefetto di Ancona, Palermo, Firenze e Roma.

È stato deputato di Forza Italia nella XIII legislatura durante la quale si dimise. Dopo essere stato eletto al Senato per il Partito Democratico alle elezioni politiche del 2008, ha aderito al gruppo dell'Udc.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Ha conseguito la maturità classica presso il liceo "Augusto" di Roma. Laureatosi in Giurisprudenza, entra nelle file della Corpo delle guardie di Pubblica Sicurezza nel 1968, come vice-commissario a Milano.

Successivamente ricopre gli incarichi di dirigente della squadra mobile, capo della DIGOS e della Criminalpol. Sotto la sua gestione furono sgominate, fra le altre, le bande di Renato Vallanzasca, Angelo Epaminonda e Francis Turatello.

Nominato questore nel 1991, dirige le questure di Sondrio e Cremona e il S.C.O. (Servizio Centrale Operativo). Appartengono a quel periodo importanti operazioni, fra le quali Green Ice, che vide coinvolti 12 paesi esteri, con l'arresto di centinaia di trafficanti di droga, e che assestò un colpo durissimo al cartello di Medellín.

Nel 1993 è nominato questore di Milano, e nel 1994 prefetto di prima classe e vice capo vicario della Polizia, quindi prefetto di Ancona, Palermo e Firenze. Eletto alla Camera dei deputati nelle liste di Forza Italia nella XIII legislatura (collegio 6, Lombardia 1) a partire dal 9 maggio 1996, si dimette da deputato il 31 marzo 1998 e gli subentra Gaetano Pecorella.

Dal 2003 è prefetto di Roma, incarico che ricopre sino al 3 settembre 2007, per assumere il ruolo di "Alto commissario per la prevenzione e il contrasto della corruzione nella Pubblica amministrazione".

Il nome di Serra balzò alle cronache durante i gravissimi incidenti di Roma-Manchester United del 4 aprile 2007 - partita valida per i quarti di finale del torneo di Champions League - quando la polizia attaccò il settore dello stadio Olimpico dove erano stipati i tifosi inglesi, ferendone molti che non avevano alcuna responsabilità per gli incidenti scoppiati fra opposte tifoserie fuori dell'impianto. Serra giustificò l'operato dei poliziotti. Il governo inglese chiese spiegazioni per l'accaduto e anche l'UEFA aprì un'inchiesta, ma le autorità italiane non presero provvedimenti contro il prefetto.

Deputato nella XIII legislatura eletto nelle liste di Forza Italia nelle elezioni politiche del 1996, si dimise nella primavera del 1998. Eletto al Senato in Toscana per il Partito Democratico alle elezioni politiche del 2008 è Vice Presidente della Commissione Difesa. Il 30 settembre 2010 il senatore Achille Serra ha lasciato il Pd e si è iscritto al gruppo Udc a Palazzo Madama diventando vice capogruppo dell'Udc al Senato dopo l'abbandono di Dorina Bianchi verso il Pdl.[1][2].

Onorificenze[modifica | modifica wikitesto]

Gran Croce dell'Ordine dell'Infante Dom Henrique (Portogallo) - nastrino per uniforme ordinaria Gran Croce dell'Ordine dell'Infante Dom Henrique (Portogallo)
— 31 gennaio 2005

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Achille Serra passa da Pd a Udc in ANSA, 30 settembre 2010. URL consultato il 24 febbraio 2011.
  2. ^ PD. Serra lascio e vado all'UDC. Non mi vendo per tre mozzarelle in Asca, 30 settembre 2010. URL consultato il 24 febbraio 2011.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]