50 volte il primo bacio

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
50 volte il primo bacio
50 volte il primo bacio.jpg
Drew Barrymore e Adam Sandler in una scena del film
Titolo originale 50 First Dates
Paese di produzione Stati Uniti
Anno 2004
Durata 99 min
Colore colore
Audio sonoro
Rapporto 2.40 : 1
Genere commedia romantica
Regia Peter Segal
Sceneggiatura George Wing
Fotografia Jack N. Green
Montaggio Jeff Gourson
Musiche Teddy Castellucci
Interpreti e personaggi
Doppiatori italiani
Premi
« Niente batte il primo bacio... »
(Lucy al fidanzato Henry)

50 volte il primo bacio (50 First Dates) è un film del 2004 diretto da Peter Segal, con Adam Sandler e Drew Barrymore.

Trama[modifica | modifica sorgente]

La vita da dongiovanni di Henry Roth (Adam Sandler), veterinario delle Hawaii, viene sconvolta dall'incontro con Lucy Whitmore (Drew Barrymore), giovane insegnante d'arte. Il protagonista s'innamora all'istante di lei durante il primo incontro a una tavola calda. Il giorno dopo Henry la rincontra ma la ragazza non si ricorda affatto di lui. Questo è dato dal fatto che, a seguito di un incidente, da circa un anno Lucy soffre di una grave forma di malattia cerebrale: la notte, mentre dorme, dimentica tutto quello che è avvenuto avendo la memoria per i fatti recenti danneggiata (sindrome amnesica anterograda). Il padre, con il supporto del figlio Doug e tutti gli amici, per evitarle lo choc di trovarsi in una condizione ignota, ogni mattina fa rivivere alla figlia l'ultimo giorno prima dell'incidente, ossia il suo compleanno. Venutone a conoscenza, Henry cerca di incontrare ancora Lucy, ripresentandosi e cercando di conquistarla ogni giorno in modo diverso.

Sulle prime la sua insistenza scatena le ire del padre (Blake Clark) che, solo appurate le buone intenzioni di Henry, gli si dimostra favorevole, constatando come la figlia appaia visibilmente più allegra e solare nei giorni in cui lo incontra (in particolare, usa cantare la canzone Wouldn't It Be Nice dei Beach Boys).

La menzogna in cui Lucy vive, però, è un peso gravoso per i familiari che devono stare al "gioco" cercando di non smascherarsi. Henry decide allora di registrare per lei un video su cassetta con cui spiegarle ogni mattina, in modo leggero e ironico, quanto accadutole. Tutto sembra procedere al meglio quando la ragazza manifesta la decisione di troncare il loro rapporto, affermando che la propria situazione impedisce a lui di realizzare i suoi progetti ed avere una vita “piena e felice”, come è capitato a suo padre e suo fratello.

I due continuano così la propria esistenza separati, fino a che il padre di lei induce Henry a rincontrarla. La ragazza, pur ammettendo di non ricordare chi egli sia, riconosce nel suo il volto che sogna ogni notte. Nonostante il destino avverso, la coppia può allora iniziare una nuova vita. Nell'ultima scena si vede Lucy che si risveglia in una barca in mare e, dopo aver visto la videocassetta, sale sul ponte a far colazione dove ritrova suo padre, Henry e la loro figlioletta Nicole.

Accoglienza[modifica | modifica sorgente]

La reazione della critica al film è stata varia. I maggiori esperti che hanno gradito il film (come il critico del New York Times A. O. Scott) hanno elogiato la trama brillante, denunciando allo stesso tempo l'apparentemente eccessiva quantità di umorismo volgare e riferimenti alla droga. Schneider e il personaggio di Ula hanno attirato l'ira della critica in quanto distrazioni dalla storia (sebbene una delle scene preferite sia invariabilmente quella della mazza da baseball).

Sandler e Barrymore hanno vinto il premio come Miglior Team sullo schermo agli MTV Movie Awards. I due attori, che avevano già lavorato insieme nel famoso film The Wedding Singer, hanno detto di considerare 50 Volte il Primo Bacio come uno dei loro film preferiti.

Sorpassato dagli eventi[modifica | modifica sorgente]

Una notevole coincidenza nel primo video di Henry, si ha quando sullo schermo appare "I Red Sox vincono la serie mondiale" seguito da un "stavamo scherzando". Questo è un riferimento al Campionato della Lega Americana del 2003, poiché il film è stato realizzato nel febbraio 2004. Più tardi in quell'anno i Red Sox di Boston hanno effettivamente vinto il Campionato mondiale 2004. Accidentalmente, il film successivo della Barrymore è stato L'amore in gioco, nel quale il coprotagonista, interpretato da Jimmy Fallon, è un fanatico dei Boston Red Sox e il film si svolge durante la stagione di baseball del 2004.

L'ospedale dei pazienti senza memoria è costituito da un fondo finanziato dalla Auto Callahan (fuori di Sandusky, Ohio), che è la fabbrica di proprietà di Chris Farley nel film "Tommy Boy" ed è stato quasi del tutto svenduto dal personaggio di Dan Aykroyd (in "Tommy Boy").

Luoghi[modifica | modifica sorgente]

La maggior parte del film è stata girata a Kaneohe, Kaaawa, Wahiawa, Kualoa, Makapu'u, Waimanalo, O'ahu, e nella Kaneohe Bay. La vasca del tricheco si trova al Six Flags Marine World di Vallejo, California mentre il campo da golf è a Los Angeles, California.

Colonna sonora[modifica | modifica sorgente]

La colonna sonora include le cover di canzoni originali degli anni ottanta. Fra queste molte di genere reggae o ska, così da enfatizzare l'ambientazione hawaiana.

La colonna sonora è collegata al precedente film di Adam Sandler e Drew Barrymore "Il cantante di matrimoni/The Wedding Singer", che ha luogo negli anni '80 e la cui colonna sonora è piena di canzoni originali anni '80.

Tracce[modifica | modifica sorgente]

  1. Wayne WonderHold Me Now (canzone originale di Thompson Twins)
  2. 311Love Song (canzone originale dei The Cure)
  3. Seal featuring Mikey DreadLips Like Sugar (canzone originale degli Echo and the Bunnymen)
  4. Wyclef Jean featuring EveYour Love (L.O.V.E. Reggae Mix) (canzone originale dei The Outfield)
  5. Ziggy MarleyDrive (canzone originale dei The Cars)
  6. will.i.am & FergieTrue (canzone originale degli Spandau Ballet)
  7. Elan Atias (backing vocals by Gwen Stefani) — Slave to Love (canzone originale di Bryan Ferry)
  8. UB40Every Breath You Take(canzone originale di Sting e dei Police)
  9. Mark McGrath di Sugar RayGhost in You (canzone originale degli Psychedelic Furs)
  10. Dryden MitchellFriday, I'm in Love (canzone originale dei The Cure)
  11. Nicole KeaBreakfast in Bed (canzone originale degli UB40 con Chrissie Hynde)
  12. Jason MrazI Melt With You (canzone originale della band Modern English)
  13. Adam Sandler — Forgetful Lucy

Canzoni presenti all'interno del film:

  1. The Maile SerenadersMy Sweet Sweet
  2. Nicole KeaBreakfast in Bed (canzone originale degli UB40)
  3. The VenturesHawaii Five-O
  4. Harve PresnellThey Call the Wind Mariah
  5. Bob Marley & The Wailers — Could You Be Loved
  6. Manfred MannBlinded By The Light
  7. Toots & the MaytalsPressure Drop
  8. Wayne WonderHold Me Now (canzone originale dei the Thompson Twins)
  9. 311Rub A Dub
  10. O-ShenThrow Away The Gun
  11. Elan Atias (backing vocals by Gwen Stefani) — Slave To Love (canzone originale dei Roxy Music)
  12. Leon Redbone & Ringo StarrMy Little Grass Shack (In Kealakekua Hawaii)
  13. The Flaming LipsDo You Realize
  14. Paul McCartneyAnother Day
  15. 311 — Amber
  16. No DoubtUnderneath It All
  17. Jason MrazI Melt With You (canzone originale dei Modern English)
  18. The English BeatHands Off She's Mine
  19. Seal (featuring Mikey Dread) — Lips Like Sugar (canzone originale degli Echo and the Bunnymen)
  20. Dryden MitchellFriday, I'm In Love (canzone originale dei The Cure)
  21. The Beach BoysWouldn't It Be Nice
  22. Adam Sandler e Rob Schneider — Ula's Luau Song
  23. Wyclef Jean (featuring Eve) — Your Love (L.O.V.E. Reggae Mix) (canzone originale degli The Outfield)
  24. Wyclef Jean — Baby
  25. Adam Sandler — Forgetful Lucy
  26. Ziggy MarleyDrive (canzone originale dei The Cars)
  27. Israel Kamakawiwo'oleSomewhere Over the Rainbow
  28. UB40Every Breath You Take (canzone originale di Sting e dei Police)
  29. 311 — Love Song (canzone originale dei The Cure)
  30. Mark McGrath (of Sugar Ray) — Ghost In You (canzone originale degli Psychedelic Furs)
  31. Bob Marley & The Wailers — Is This Love
  32. Will.I.Am & Fergie — True (canzone originale degli Spandau Ballet)
  33. The Makaha Sons Of Ni'IhauAloha Ka Manini
  34. Snoop DoggFrom Tha Chuuuch To Da Palace

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

cinema Portale Cinema: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di cinema