Valorugby Emilia

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Valorugby Emilia S.S.D. a r.l.
Rugby a 15 Rugby union pictogram.svg
«I Diavoli»
Uniformi di gara
Manica sinistra
Maglietta
Maglietta
Manica destra
Pantaloncini
Calzettoni
Manica sinistra
Maglietta
Manica destra
Pantaloncini
Calzettoni
Colori rosso e nero
Dati societari
Città Reggio Emilia
Paese Italia Italia
Sede via A. Assalini 7, 42123 Reggio Emilia
Federazione Federazione Italiana Rugby
Fondazione 1945
Storico nomi Sempre Avanti
(1945-1948)
Rugby Reggio
(1948-1960)
U.S. La Torre
(1960-1970)
Rugby Reggio
(1970-2018)
Valorugby Emilia
(2018-)
Presidente Enrico Grassi
Allenatore Roberto Manghi
Palmarès
Coppa Italia
1 Campionati serie A
1 Coppe Italia
Stadio
Reggio Emilia, Stadio Mirabello, 2010.jpg
Stadio Mirabello
(4 400 posti)
Impianto alternativo:
Centro sportivo Crocetta Canalina
(600 posti)
Dati aggiornati al 18 agosto 2020

Il Valorugby Emilia è un club italiano di rugby a 15 con sede a Reggio Emilia.

Fondato nel 1945 come Sempre Avanti, nel 1970 acquisisce l'effettiva autonomia con il nome di Rugby Reggio. Dopo quasi cinque decadi, nel 2018, con la nuova proprietà societaria, assunse la denominazione attuale.

Attualmente il club milita dal 2016 in TOP12, il massimo campionato nazionale italiano, dopo avervi disputato una prima volta tre campionati consecutivi dal 2011 al 2014 a seguito dell'acquisizione del titolo sportivo dal GranDucato di Parma.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Gli inizi[modifica | modifica wikitesto]

Il Rugby Reggio nasce nel 1945 quando un gruppo di pionieri della palla ovale reggiana fonda la “Sempre Avanti”. Dopo sette stagioni la Società si scioglie, ma nel 1960, per volontà di alcuni di quegli ex giocatori, tra i quali Ovilio Montanari in primis, si ridà vita ad una nuova società che muove i primi passi sotto le insegne della U.S. La Torre, per acquisire nel 1970 l'effettiva autonomia con la denominazione di Società Sportiva Rugby Reggio[1].

Anni settanta ed ottanta[modifica | modifica wikitesto]

Dopo alcune stagioni, verso la metà degli anni settanta, il club ottiene la promozione in serie B, allora il secondo campionato nazionale, dopo essersi classificata al prima nel girone D della serie C 1973-74. Nella stagione 1980-81, dopo la retrocessione dell'anno precedente e sotto la guida tecnica di Gian Battista Castagnetti, la squadra si laurea campione d’Italia serie C. Il campionato era suddiviso in sette gironi e le prime di ciascuno di essi si sarebbero poi incontrate nella fase a play-off. La finale che assegnava il titolo di campione d’Italia fu Reggio Emilia — Montebelluna, disputata allo stadio Mario Battaglini di Rovigo e vinta dagli emiliani con il punteggio di 4 a 3[1].

Anni novanta e duemila[modifica | modifica wikitesto]

Nella stagione 1993-94, ancora con Gian Battista Castagnetti sulla panchina, la squadra ottiene la prima promozione dalla serie B alla A2, vincendo in finale a Pieve contro i veneti del Rugby Frassinelle guidati da Isidoro Quaglio. La stagione successiva, la prima in serie A2 nella storia del club, termina con l'immediata retrocessione[1].

Nella stagione di serie B 2000-01 il Reggio Emilia ottiene la promozione in serie A, alla quale partecipa per le tre successive stagioni 2001-02, 2002-03 e 2003-04, con la denominazione di Majorca Rugby Reggio per motivi di sponsorizzazione. Nell'estate 2004, a causa di una crisi societaria, il club rinuncia all'iscrizione in serie A ripartendo dalla serie C. Grazie a due promozioni consecutive, nel 2006-07 l'Exagerate Rugby Reggio partecipa nuovamente al campionato di serie A, per poi essere retrocessa nuovamente in B due anni più tardi, prima di una nuova promozione in serie A2 al termine della stagione 2009-10, sotto la denominazione di Cosmo Haus Rugby Reggio.

Anni duemiladieci[modifica | modifica wikitesto]

Nel 2010-11, in serie A2 da neopromossa, la formazione della Cosmo Haus, title sponsor del cub, mantiene l'imbattibilità nelle gare casalinghe della stagione regolare conquistando con cinque giornate di anticipo la promozione in serie A1. Durante i play-off 2010-11 per la promozione in Eccellenza, il Rugby Reggio esce sconfitto dalle semifinali contro Calvisano ma, vista la decisione maturata all'interno del GranDucato di non prendere parte all'Eccellenza per la stagione sportiva 2011-12, il Reggio Emilia, acquistando il titolo sportivo da quest'ultimo, ebbe il diritto di parteciparvi al suo posto.

Nella stagione 2011-12, la prima di massima divisione nella storia della Società, il club si aggiudica entrambi i derby contro i Crociati di Parma e altre partite con L’Aquila, San Gregorio e S.S. Lazio; queste vittorie portano al raggiungimento della salvezza matematica alla penultima giornata di campionato. Nel Trofeo Eccellenza il Reggio conquista una vittoria storica: la prima contro il Calvisano, poi vincitore sia dello scudetto sia del Trofeo Eccellenza, sconfitto tra le mura amiche della Canalina per 15-10. Nella stagione successiva il Rugby Reggio raggiunge nuovamente la salvezza, classificandosi al 10º posto davanti a Crociati e L’Aquila con diverse giornate d'anticipo. Nel 2013-14 la squadra si classifica nuovamente decima, penultima, venendo retrocessa in serie A a causa dell'aumento del numero delle retrocessioni da una a due squadre.

Nella stagione 2014-15 i Diavoli partecipano al campionato italiano di serie A; la prima squadra è nota come Conad Reggio per ragioni di sponsorizzazione legate al main sponsor Conad. Nella stagione successiva, dopo aver vinto quasi tutte le gare di campionato, la squadra si aggiudica anche le semifinali play-off contro la Capitolina, centrando la promozione in Eccellenza e l'accesso alla finale per il titolo. Il 22 maggio 2016, allo stadio Luigi Zaffanella di Viadana, il Conad Reggio guidato da Roberto Manghi si laurea campione d’Italia serie A, superando in finale il Pro Recco col punteggio netto di 33-5.

Dalla stagione 2016-17 la squadra fa il suo ritorno in prima divisione dopo due anni di assenza, grazie alla promozione conquistata sul campo l'anno precedente, classificandosi al 7º posto sia nel 2017 sia nel 2018.

Nel luglio del 2018 un nuovo assetto societario subentra ai sessant'anni di storia della vecchia gestione del presidente Giorgio Bergonzi; la neonata Valorugby Emilia si pone di portare avanti il testimone dell'ex presidente con la mission di rilanciare il club con un progetto solido che guardi al futuro del club stesso, ma soprattutto a quello dei giovani e della loro valorizzazione, tenendo insieme crescita umana e risultati sportivi, mettendo in luce il valore sociale che il rugby ha per il territorio. Al timone della nuova Società gli esponenti di due importanti realtà imprenditoriali emiliane, Elettric80 e BEMA, aziende specializzate nel campo dell'automazione integrata; il nuovo presidente è Enrico Grassi, imprenditore emiliano patron delle due società[2].

Nel 2018-19, stagione d'esordio della nuova Società, la squadra approda per la prima volta alle semifinali scudetto dopo il 4º posto della stagione regolare, uscendo sconfitta dal doppio confronto con Calvisano. In Coppa Italia, il Valorugby si classifica al primo posto nel girone 2, qualificandosi per la finale. Il 30 marzo, allo stadio Sergio Lanfranchi di Parma, si aggiudica il titolo contro il Valsugana imponendosi per 32 a 10 grazie alle mete di Gennari, Amenta e Fusco e ai piazzati di Gennari.

Cronologia[modifica | modifica wikitesto]

Cronistoria del Valorugby Emilia
  • 1945 · Fondazione della società Sempre Avanti
  • 1946-47 · Serie B
  • 1947-48 · Prima Divisione
  • 1948 · Assunzione della denominazione Rugby Reggio
  • 1948-49 · Promozione
  • 1949-50 · Promozione
  • 1950-51 · Promozione
    Retrocessione retrocessione in serie C
  • 1951-52 · girone D serie C
  • 1952-53 · 3º girone D serie C
  • 1953-54 · 4º girone D serie C
  • 1954-55 · serie C
    1uparrow green.svg promozione in Promozione
  • 1955-56 · Promozione
  • 1956-57 · Promozione
  • 1957-58 · Promozione
  • 1958-59 · Promozione
  • 1959-60 · Promozione
  • 1960 · Scioglimento del club; nascita della sezione rugby in seno alla polisportiva U.S. La Torre
  • 1960-61 · Promozione
    Retrocessione retrocessione in serie C
  • 1961-62 · Serie C
  • 1962-63 · girone D serie C
  • 1963-64 · girone D serie C
  • 1964-65 · girone E serie C
  • 1965-66 · girone A serie C
  • 1966-67 · girone E serie C
  • 1967-68 · 1º girone C serie C; finale promozione
  • 1968-69 · 3º girone D serie C
  • 1969-70 · 5º girone D serie C
  • 1970 · Istituzione della società sportiva autonoma Rugby Reggio
  • 1970-71 · Serie C
  • 1970-71 · 1º girone D serie C; finale promozione
  • 1971-72 · 5º girone C serie C
  • 1972-73 · 4º girone C serie C
  • 1973-74 · 1º girone D serie C; 1º girone promozione
    1uparrow green.svg promozione in serie B
  • 1974-75 · 6º girone B serie B
  • 1975-76 · 7º girone A serie B
  • 1976-77 · 8º girone A serie B
  • 1977-78 · 9º girone A serie B
  • 1978-79 · 6º girone B serie B
  • 1979-80 · 8º girone B serie B
    Retrocessione retrocessione in serie C
  • 1980-81 · 1º girone E serie C
    Campione d’Italia serie C
    1uparrow green.svg promozione in serie B
  • 1981-82 · 3º girone E serie B; 5º girone C salvezza
    Retrocessione retrocessione in serie C1
  • 1982-83 · 3º girone C serie C1
  • 1983-84 · 3º girone D serie C1
  • 1984-85 · 2º girone C serie C1; finale promozione
  • 1985-86 · 1º girone C serie C1
    1uparrow green.svg promozione in serie B
  • 1986-87 · 1º girone C serie B; 2º girone B promozione
  • 1987-88 · 6º girone B serie B
  • 1988-89 · 9º girone A serie B
  • 1989-90 · 12º girone B serie B
    Retrocessione retrocessione in serie C1
  • 1990-91 · 5º girone D serie C1
  • 1991-92 · 1º girone A serie C1
    1uparrow green.svg promozione in serie B
  • 1992-93 · 3º girone A serie B
  • 1993-94 · 2º girone A serie B
    1uparrow green.svg promozione in serie A2
  • 1994-95 · 4º girone D serie A2; 5º girone B salvezza
    Retrocessione retrocessione in serie B
  • 1995-96 · 2º girone A serie B
  • 1996-97 · 7º girone A serie B
  • 1997-98 · 6º girone A serie B
  • 1998-99 · 2º girone A serie B
  • 1999-2000 · 4º girone A serie B
  • 2000-01 · 1º girone A serie B
    1uparrow green.svg promozione in serie A
  • 2001-02 · 5ª serie A
  • 2002-03 · 5ª serie A
  • 2003-04 · 4º girone A serie A
  • 2004 · Rinuncia alla serie A; iscrizione in serie C
  • 2004-05 · 1º girone Emilia serie C
    1uparrow green.svg promozione in serie B
  • 2005-06 · 2º girone B serie B
    1uparrow green.svg promozione in serie A
  • 2006-07 · 10º girone A serie A
  • 2007-08 · 10ª serie A2
    Retrocessione retrocessione in serie B
  • 2008-09 · 2º girone B serie B; play-off promozione
  • 2009-10 · 3º girone B serie B
    1uparrow green.svg promozione in serie A2
  • 2010-11 · 1ª serie A2
  • 2010 · Acquisizione del titolo sportivo del GranDucato; iscrizione in Eccellenza
  • 2011-12 · 7ª Eccellenza
  • 2012-13 · 10ª Eccellenza
  • 2013-14 · 10ª Eccellenza
    Retrocessione retrocessione in serie A
  • 2014-15 · 1º girone 1 serie A; 4º girone A promozione
  • 2015-16 · 1º girone 2 serie A
    Campione d’Italia serie A (1º titolo)
    1uparrow green.svg promozione in Eccellenza
  • 2016-17 · 7ª Eccellenza
  • 2017-18 · 7ª Eccellenza
  • 2018 · Nuovo assetto societario sotto la denominazione Valorugby Emilia
  • 2018-19 · 4º TOP12; semifinale scudetto
    Coccarda Coppa Italia.svg Coppa Italia (1º titolo)
  • 2019-20 · 2º TOP12
    Annullamento per pandemia di COVID-19

Allenatori e presidenti[modifica | modifica wikitesto]

Allenatori
Presidenti
  • 1945-1970 non conosciuta ...
  • 1970-2018 Italia Giorgio Bergonzi
  • 2018- Italia Enrico Grassi

Palmarès[modifica | modifica wikitesto]

Stagioni sportive[modifica | modifica wikitesto]

Arrows-folder-categorize.svg Le singole voci sono elencate nella Categoria:Stagioni del Valorugby Emilia

Stagione attuale[modifica | modifica wikitesto]

Magnifying glass icon mgx2.svgLo stesso argomento in dettaglio: Valorugby Emilia 2020-2021.

Giocatori di rilievo[modifica | modifica wikitesto]

Di seguito elencati i giocatori di maggiore rilievo internazionale che hanno indossato la maglia del club reggiano:

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b c STORIA – Dal 1945 Sempre Avanti, su valorugby.it. URL consultato il 14 gennaio 2020.
  2. ^ Nasce Valorugby Emilia, nuovo riferimento ovale di Reggio, su onrugby.it, 6 luglio 2018. URL consultato il 17 agosto 2020.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Rugby Portale Rugby: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di rugby