Targhe automobilistiche serbe

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Targa posteriore di una Renault Twingo immatricolata in Serbia (NS = Novi Sad)

Le targhe automobilistiche della Serbia sono costruite in conformità alla "Legge sull'immatricolazione dei veicoli a motore e dei rimorchi" (Pravilnik o registraciji motornih i priključnih vozila)[1], che ne stabilisce la forma, la dimensione e la combinazione dei caratteri.

Tipi di targhe con caratteri disposti su una riga[modifica | modifica wikitesto]

Targa standard con formato attuale (520,5 × 112,9 mm)
Targa di un rimorchio
Targa serba con formato emesso dal 1992 al 31/12/2010

Le attuali targhe serbe sono in circolazione dal 1º gennaio 2011 e adottano il formato europeo: sono di forma rettangolare, di colore bianco con caratteri neri, e presentano una bordatura nera. Sul lato sinistro hanno una banda di colore azzurro, alla cui base è impressa in bianco la sigla internazionale della Serbia (SRB). Da febbraio del 2003 a settembre del 2006 il codice internazionale era SCG (Srbija i Crna Gora = Serbia e Montenegro). Dal 1992 al 2011 la sigla della provincia era seguita dalla bandiera dello Stato, fino al 1992 dalla stella rossa, stemma della ex Jugoslavia.

I caratteri sono di tipo alfanumerico: le prime due lettere in alfabeto latino indicano l'area d'immatricolazione della targa, a destra della sigla c'è lo scudo serbo sotto il quale è impressa nuovamente la sigla dell'area in caratteri cirillici di dimensioni ridotte. A destra dello scudo compare una combinazione di tre numeri, seguita da due lettere precedute da un trattino. Le lettere adoperate nelle targhe sono quelle latine usate dalla lingua serba, comprese quelle che presentano segni diacritici (Ć, Č, Ž, Š, Ð), alle quali sono stati aggiunti i caratteri X, Y e W, sconosciuti al serbo. Nel caso dei rimorchi l'ordine è ribaltato: il blocco di lettere e cifre precede lo stemma nazionale e la sigla della provincia. Le targhe dei rimorchi di massa eccezionale si distinguono per i caratteri bianchi su fondo rosso scuro.

Struttura e dimensioni delle targhe su doppia linea[modifica | modifica wikitesto]

Targa di un ciclomotore
Targa di una macchina agricola

Gli autoveicoli, gli autocarri, i pullman e gli autobus hanno due targhe delle dimensioni di 520,5 × 112,9 millimetri; per i veicoli con particolari caratteristiche costruttive, la cui targa posteriore non possa essere della forma standard, è possibile applicare una placca di 341,8 × 202,8 millimetri che presenta i caratteri disposti su due righe.

I motoveicoli hanno una targa a sfondo bianco delle dimensioni di 153,3 × 153,3 millimetri con caratteri disposti su due righe; i ciclomotori presentano una piastra di colore giallo, di 153,3 × 153,3 mm. Motoveicoli e ciclomotori, oltre alla sigla dell'area di immatricolazione, presentano solo caratteri numerici, divisi in due serie separate da un trattino.

Le targhe delle macchine agricole hanno lettere e cifre nere su fondo verde; misurano 341,8 × 202,8 mm sia quelle dei trattori sia quelle degli autocarri; la disposizione dei caratteri è su doppia linea.

Aree di immatricolazione[modifica | modifica wikitesto]

Mappa delle zone di immatricolazione delle targhe serbe e (fino al 2012) kosovare

Le aree di immatricolazione (registarske oznake) corrispondono, in linea di massima, ai comuni della Serbia o, in alcuni casi, a un raggruppamento di comuni limitrofi. Nei casi di Belgrado e Novi Sad, le regioni di immatricolazione coincidono con un distretto (okrug) paragonabile ad una provincia italiana.

Sigla Area Note
AC Aleksandrovac Da settembre 2010
AL Aleksinac Da settembre 2010
AR Aranđelovac
BB Bajina Bašta Presumibilmente dal 2015
Bečej Da luglio 2008
Bogatić Da settembre 2010
BG Belgrado (Beograd) La sigla era BGD dal 1960 al 1961. Comprende anche i comuni di Barajevo, Voždovac, Vračar, Grocka, Zvezdara, Zemun, Lazarevac, Mladenovac, Novi Beograd, Obrenovac, Palilula, Rakovica, Savski Venac, Sopot, Stari Grad, Surčin e Čukarica.
BO Bor Comprende anche il comune di Majdanpek.
BP Bačka Palanka Da luglio 2008
BT Bačka Topola Da luglio 2008
BU Bujanovac Da settembre 2010
ČA Čačak
ĆU Ćuprija Da luglio 2008
DE Despotovac Da settembre 2010
GM Gornji Milanovac
IC Ivanjica Da settembre 2010
IN Inđija Da luglio 2008
JA Jagodina Ha sostituito la sigla SV (Svetozarevo) dal 1992; comprende anche il comune di Rekovac.
KA Kanjiža Da luglio 2008
KG Kragujevac Comprende anche i comuni di Batočina, Knić, Lapovo e Rača.
KI Kikinda Emissione iniziata nel 1979 in sostituzione della sigla KK; comprende anche i comuni di Čoka e Novi Kneževac.
KK Kikinda Dal 1977 al 1979
KL Kladovo Da settembre 2010
KO Kovin Da luglio 2008
Kruševac Comprende anche i comuni di Brus, Varvarin e Ćićevac.
KV Kraljevo
Knjaževac Da luglio 2008
LB Lebane Da settembre 2010
LE Leskovac Comprende anche i comuni di Bojnik, Medveđa e Crna Trava.
LO Loznica Comprende anche i comuni di Krupanj, Ljubovija e Mali Zvornik.
LU Lučani Da settembre 2010
NG Negotin Da luglio 2008
NI Niš Comprende anche i comuni di Doljevac, Gadžin Han, Merošina, Ražanj e Svrljig.
NP Novi Pazar
NS Novi Sad Comprende anche i comuni di Bač, Bački Petrovac, Beočin, Žabalj, Srbobran, Sremski Karlovci, Temerin e Titel.
NV Nova Varoš Dal 16 gennaio 2011
PA Pančevo Ha sostituito la sigla PČ nel 1992. Comprende anche i comuni di Alibunar, Kovačica e Opovo.
PB Priboj
Pančevo Dal 1961 al 1992, quando è stata introdotta la sigla PA (vedi sopra).
PI Pirot Comprende anche i comuni di Babušnica, Bela Palanka e Dimitrovgrad.
PK Prokuplje Comprende anche i comuni di Blace, Žitorađa e Kuršumlija.
PN Paraćin
PO Požarevac Comprende anche i comuni di Veliko Gradište, Golubac, Žabari, Žagubica, Kučevo e Malo Crniće.
PP Prijepolje Da luglio 2008
PT Petrovac na Mlavi Da luglio 2008
Požega Da settembre 2010
RA Raška Da settembre 2010
RU Ruma Comprende anche i comuni di Irig e Pećinci.
SA Senta Da settembre 2010, comprende anche il comune di Ada.
ŠA Šabac Comprende anche i comuni di Vladimirci e Koceljeva.
SC Surdulica Dal 2011
SD Smederevo
ŠI Šid Da luglio 2008
SJ Sjenica Dal 20 agosto 2011
SM Sremska Mitrovica
SO Sombor Comprende anche i comuni di Apatin, Kula e Odžaci.
SP Smederevska Palanka Da luglio 2008
ST Stara Pazova Da luglio 2008
SU Subotica Comprende anche il comune di Mali Iđoš.
SV Svilajnac Da luglio 2008; era la sigla di Svetozarevo fino al 1992 (oggi JA = Jagodina, vedi sopra).
TO Topola Da settembre 2010
TS Trstenik
TT Tutin Dal 2011
TU Titovo Užice Dal 1961 al 1992 (vedi UE)
TVS Titov Vrbas Dal 1961 al 1992; oggi la città si chiama Vrbas (vedi VS).
UB Ub Da settembre 2010
UE Užice Dal 1992 ha sostituito la sigla TU; comprende anche i comuni di Arilje, Kosjerić e Čajetina.
VA Valjevo Comprende anche i comuni di Lajkovac, Ljig, Mionica e Osečina.
VB Vrnjačka Banja Da settembre 2010
VL Vlasotince Da settembre 2010
VP Velika Plana Da luglio 2008
VR Vranje Comprende anche i comuni di Bosilegrad, Vladičin Han, Preševo e Trgovište.
VS Vrbas Da luglio del 2008 a settembre 2010 erano state emesse targhe con la sigla VB, assegnata poi all'area di Vrnjačka Banja (vedi TVS e VB).
Vršac Comprende anche i comuni di Bela Crkva e Plandište.
ZA Zaječar Comprende anche i comuni di Boljevac e Sokobanja.
ZR Zrenjanin Comprende anche i comuni di Žitište, Novi Bečej, Nova Crnja e Sečanj.

Targhe speciali e sigle corrispondenti[modifica | modifica wikitesto]

Targa diplomatica (40 = Germania)

Le targhe diplomatiche serbe hanno generalmente caratteri gialli in campo nero, eccetto quelle con i codici "E" e "P" che si distinguono per le lettere e i numeri blu su fondo giallo. Sulla sinistra è presente dal 2011 la banda azzurra con il codice internazionale SRB, seguita dalla sigla dell'area di immatricolazione in cui ha sede la rappresentanza, in caratteri latini ridotti e in verticale, un codice numerico di due o tre cifre che indica lo Stato o l'Organizzazione internazionale di appartenenza, un trattino, una lettera (A, E, M o P), un altro trattino, un numero progressivo di tre cifre e, nel margine destro, l'anno di immatricolazione in verticale (es.: 07 = 2007). Si trovano in circolazione anche le sigle CD (Corpo Diplomatico) e CMD (Capo di Missione Diplomatica), anch'esse di colore giallo su fondo nero, scritte su autoadesivi di forma ovale da incollare sul retro della vettura.

Targa della polizia con formato emesso dal 2011

Le targhe dei veicoli utilizzati dalla polizia sono di colore azzurro e presentano due combinazioni di tre cifre separate da un trattino (i caratteri sono di colore bianco); al posto della sigla della zona di registrazione c'è la lettera "P" in cirillico (П).

I veicoli in dotazione all'esercito hanno targhe composte dallo scudo serbo a sinistra (non è presente la fascia blu), seguito da una lettera progressiva da "A" a "Z", un trattino ed un numero di quattro cifre.

Targa provvisoria (anno di validità: 2012)

Infine le piastre provvisorie possono essere disposte su una o due righe: nel primo caso a sinistra, nel secondo in alto riportano il codice RPE o, fino al 2011, RP (che in serbo sta per registracija privremena = targa provvisoria), mentre nello spazio restante sono posizionati la sigla dell'area di provenienza, lo scudo serbo sotto il quale è ripetuta in caratteri cirillici e ridotti la stessa sigla, un trattino, un numero di tre cifre e, allineate in verticale a destra, le ultime due cifre dell'anno di validità (es.: 14 = 2014), che fino al 2011 si potevano trovare anche a sinistra.

Codici diplomatici[modifica | modifica wikitesto]

  • A (giallo su nero) Personale diplomatico (= Ambassade)
  • E (blu su giallo) Delegazioni economiche straniere (= Économie)
  • M (giallo su nero) Personale non diplomatico in missione all'estero (= Mission)
  • P (blu su giallo) Agenzia di stampa o delegazione culturale estera (= Presse)

Codici speciali terminati (lettere e cifre bianche in campo blu)[modifica | modifica wikitesto]

  • M Gendarmeria, Polizia (Milicija)
  • NM Gendarmeria Nazionale (Narodna Milicija) - epoca jugoslava
  • P Polizia (Policija) - solo a Belgrado e in Montenegro

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Legge sull'immatricolazione dei veicoli a motore e dei rimorchi su http://www.paragraf.rs/

Argomenti correlati[modifica | modifica wikitesto]

Fonti consultate e altri progetti[modifica | modifica wikitesto]