Svrljig

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Svrljig
comune
Cврљиг
Svrljig – Stemma
Svrljig – Veduta
Localizzazione
StatoSerbia Serbia
ProvinciaSerbia Centrale
DistrettoNišava
Amministrazione
SindacoMilija Miletić (Partito dei Contadini di Serbia)
Territorio
Coordinate43°00′33″N 22°00′11″E / 43.009167°N 22.003056°E43.009167; 22.003056 (Svrljig)Coordinate: 43°00′33″N 22°00′11″E / 43.009167°N 22.003056°E43.009167; 22.003056 (Svrljig)
Altitudine379 m s.l.m.
Superficie497 km²
Abitanti7 553
Densità15,2 ab./km²
Altre informazioni
Cod. postale18360
Fuso orarioUTC+1
TargaNI
Cartografia
Mappa di localizzazione: Serbia
Svrljig
Svrljig

Svrljig (in serbo cirillico Cврљиг) è una cittadina e una municipalità situata nel distretto di Nišava, nel sud-est della Serbia, attraversata dal fiume Timok. Nel 2011 la popolazione del paese ammontava a 7.553 abitanti, mentre quella complessiva del comune a 14.249 abitanti.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Svrljig è menzionata per la prima volta in un elenco geografico di contee e città, redatto tra il 1019 e il 1020, che compare nei documenti dell'imperatore bizantino Basilio II Bulgaroctono. L'insediamento e la regione circostante sono citati come parte dell'eparchia di Niš. Nel 1183 Svrljig, situata lungo la strada che collegava Niš a Costantinopoli, ed altre fortificazioni vennero rilevate dal grande principe serbo Stefano Nemanja. Proprio a Svrljig venne scritto a mano, in antico slavo, un vangelo risalente al 1279 e conservato in frammenti. Dopo la caduta di Braničevo sotto il re serbo Stefano Uroš II Milutin nel 1290, Svrljig divenne una regione di confine. La cittadina fu conquistata e saccheggiata nel 1413 dal principe ottomano Musa Çelebi. Da allora fece parte del despotato serbo di Stefano III Lazaro fino al 1459[1].

In epoca moderna il toponimo era conosciuto con i nomi turchi ottomani di Isferlik e Isfirlig. Era amministrativamente parte del sangiaccato di Vidin.

Durante l'insurrezione di Toplica (1917), nella regione erano attive bande di guerriglieri serbi. Dal 1929 al 1941 Svrljig fece parte della Banovina della Morava, al'interno del Regno di Jugoslavia.

Durante la Seconda guerra mondiale erano presenti nel territorio i partigiani jugoslavi.

Località[modifica | modifica wikitesto]

Il comune di Svrljig comprende 39 località includendo il capoluogo omonimo:

Beloinje, Burdimo, Bučum, Davidovac, Drajinac, Đurinac, Galibabinac, Gojmanovac, Grbavče, Gulijan, Guševac, Izvor, Kopajkošara, Labukovo, Lalinac, Lozan, Lukovo, Manojlica, Merdželat, Mečji Do, Niševac, Okolište, Okruglica, Palilula, Peris, Pirkovac, Plužina, Popšica, Prekono, Radmirovac, Ribare, Slivje, Svrljig, Tijovac, Crnoljevi, Šljivovik, Varoš, Vlahovo e Željevo.

Popolazione[modifica | modifica wikitesto]

Andamento demografico[modifica | modifica wikitesto]

1948 1953 1961 1971 1981 1991 2002 2011
32 282 32 939 30 260 26 505 24 242 20 740 17 284 14 249[2]

Composizione etnica[modifica | modifica wikitesto]

Gruppo etnico Numero di abitanti
Serbi 13.843
Rom 157
Magiari 9
Macedoni 8
Bulgari 6
Croati 6
Altri 220
Totale 14.249[3]

Vie di comunicazione e turismo[modifica | modifica wikitesto]

  • Autostrada Niš-Svrljig-Knjaževac-Zaječar
  • Centro ricreativo nella zona del villaggio di Popšica, a 15 km da Svrljig.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ (SR) Glasnik, 49-52, Belgrado, Geografsko Društvo, 1969, p. 103.
  2. ^ (SR) Censimento 2011 della popolazione, delle famiglie e delle abitazioni nella Repubblica di Serbia, Ufficio Statistico della Repubblica di Serbia. URL consultato il 16-02-2018.
  3. ^ (SR) Dati di ETNICITÀ per comuni e città, Ufficio Statistico della Repubblica di Serbia. URL consultato il 16-03-2018.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN124500666 · LCCN (ENn96023682 · GND (DE4377776-4
Serbia Portale Serbia: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Serbia